Arcadia Melinda

Show cooking con Cristian Bertol #MELtour

Show cooking con Cristian Bertol

Salve inguaribili viaggiatori,
nel caldo pomeriggio di domenica 24 giugno, nell’ambito della manifestazione Arcadia che si è tenuta a Caldes, ho avuto il piacere di assistere ad uno show cooking dello chef Cristian Bertol.

Lo chef Cristian Bertol è eccezionale non solo per la bravura tra i fornelli, ma anche per la simpatia e spontaneità con cui ti racconta i piatti.

Si percepisce un profondo amore per la cucina e un’attenta e scrupolosa cura nella scelta degli ingredienti.

Avendo avuto la fortuna di poter rivolgere allo chef Cristian Bertol alcune domande, ho scoperto che ha iniziato a prendere dimestichezza tra i fornelli in tenera età, a sedici anni ha iniziato a girare per le migliori cucine del mondo e che già a vent’anni ha aperto il ristorante “Orso grigio” a Ronzone in Val di Non.

La cucina dello chef Cristian Bertol si basa sulla ricerca di odori e sapori che hanno origine dalla tradizione del territorio ed in quest’ottica ci ha mostrato la preparazione di piatti che prendono spunto dagli ingredienti che la meravigliosa Val di Non mette a disposizione come le famose mele Melinda.

Chiacchierando con lo chef Cristian Bertol, mi ha impressionato una sua frase, ovvero che tutti i bambini giocano con i mattoncini colorati, ma solo pochi riescono a realizzare delle costruzioni interessanti, lui gioca con gli ingredienti che sono a disposizione di tutti, ma la sua dote è di riuscire a comporre dei piatti unici.

Non ci avevo mai riflettuto, ma questa similitudine mi è molto piaciuta.

Il primo piatto che lo chef Cristian Bertol ci proposto è stato un sofisticato abbinamento tra mela Melinda e petali di rosa, infatti ci ha proposto un riso pilaf da servire tiepido con mela golden Melinda e rose.

Lo chef Cristian Bertol ha tenuto a sottolineare che se qualcuno vuole provare a fare la ricetta a casa, deve prendere dei fiori per alimentazione, oppure essere sicuro che i fiori che utilizza non sono trattati chimicamente.

I fiori usati dallo chef Cristian Bertol per questo piatto provenivano dal “Giardino della Rosa” di Ronzone che è stato appena inaugurato e quindi consiglio a tutti gli inguaribili viaggiatori di visitare.

Come secondo piatto lo chef Cristian Bertol ha preparato un originale costoletta di agnello avvolta da una croccante gabbia di “tagliatelle” fatte con la patata adagiata a specchio su di una crema di zucca. (clicca sulla foto a sinistra per ingrandirla)

Molto interessante ho trovato l’idea di creare queste particolari “tagliatelle” infilzando una patata in un classico sbuccia mela.

Queste e tante altre ricette le potete trovare nel libro: La prova del cuore. Le mie ricette, la mia passione di Cristian Bertol (Giunti Editore) che potete comprare anche on line.

Dopo un risotto pilaf con mela golden Melinda e rose e la costoletta d’agnello con tagliatelle di patate, durante lo show cooking, lo chef Cristian Bertol ci ha mostrato uno speciale spiedino di maiale e mele Melinda servito su di un letto di polenta di Storo.

Ho detto uno speciale perché lo chef Cristian Bertol come spiedino ha utilizzato un rametto di pino mugo a cui ha lasciato gli aghi solo all’estremità superiore.

Mi è piaciuta molto l'idea di utilizzare il pino mugo, ma difficilmente riproponibile in casa, a meno di non vivere in montagna, allora lo stesso chef Cristian Bertol ha suggerito a tutti i presenti che si potrebbe sostituire con un rametto di rosmarino (anche se sicuramente non si avranno gli stessi profumi e aromi di pino).

In questi rametti ha infilzato alternativamente dei cubotti di maiale spennellati di senape ed avvolti dalla pancetta e delle fettine di mela golden Melinda o possibilmente renetta.

Sono stati rosolati in padella con dell’olio di oliva extravergine e terminata la cottura ha aggiunto un po’ di acqua per creare un sughino che raccolga tutti gli umori della carne, ha spento e lasciato riposare coperto per cinque minuti.

Ha messo in un piatto con l’aiuto di un ring la polenta di Storo (località trentina che produce da una farina di mais macinata integrale) e vi ha deposto sopra lo spiedino con il suo sughino.
Devo dire che non ho avuto la fortuna di assaggiare questo piatto, ma i profumi erano eccezionali!

Lo show cooking dello chef Cristian Bertol è terminato con l’assaggio di un tortino caldo al cioccolato con salsa di vaniglia e menta; l’assaggio di questo dolce è iniziato dal profumo di cioccolato che lentamente si è diffuso nell’aria ed è proseguito in bocca con la morbida consistenza del tortino che ben si sposa alla freschezza della crema vaniglia e menta.

Era la prima volta che assistevo ad uno show cooking, e devo dire che è stata veramente un’esperienza unica non solo per gli amanti del mondo del food ma anche per i semplici curiosi che hanno potuto apprezzare Cristian Bertol non solo per le qualità da chef ma anche per la grande umanità che ha manifestato.

Le ricette che vi ho sommariamente descritto e tante altre ricette le potete trovare nel libro: "La prova del cuore. Le mie ricette, la mia passione" di Cristian Bertol (Giunti Editore), che contiene circa 60 ricette appartenenti alla tradizione culinaria della Val di non e non solo: dallo strudel di mele, ai cappelletti al formaggio di fossa con crema di topinambur dell'orto, al pesce d’acqua dolce, alla selvaggina, ai tortelli di farina di castagne ripieni di ricotta con ragù di castagne e fonduta, alle ricette con le mele Melinda, al vino e ci permetterà di realizzare dei piatti particolari che lasceranno di stucco i nostri invitati.

Consiglio a tutti gli inguaribili viaggiatori di comprare questo libro per un duplice motivo, sia per conoscere meglio lo chef Cristian Bertol e le sue ricette, sia perché il ricavato della vendita del libro andrà alla fondazione trentina per l’autismo (sito web: www.fondazionetrentinaautismo.it

Quindi, se dovete fare un regalo ad un amica o collega o anche voi amate i libri di cucina ben fatti, vi suggerisco di comprarlo, con il vostro contributo aiuterete anche voi questa meritevole associazione.

Alla prossima meta
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it