Sagra della Salsiccia Rossa
Sagra della Salsiccia Rossa

Torna a Castelpoto la Sagra della Salsiccia Rossa

La 14° edizione della Sagra della Salsiccia Rossa si terrà nel borgo sannita dal 20 al 25 aprile

Torna aprile e tornano le sagre dei prodotti tipici in Campania. Una delle più attese è sempre quella della Salsiccia Rossa, prodotto tipico del caratteristico comune di Castelpoto, nel territorio del Monte Taburno.

La manifestazione tende alla valorizzazione del prodotto tipico locale e del centro storico medioevale, con stand espositivi e degustativi che aprono alle ore 20,00.

Lo squisito insaccato è realizzato nel rispetto delle usanze: i maiali sono allevati in loco e le carni vengono lavorate a mano senza l’aggiunta di conservanti, secondo una ricetta che ogni produttore custodisce gelosamente e tramanda di generazione in generazione, e asciugate soltanto con il fuoco del camino.

Nell'impasto sono presenti, oltre ovviamente alla carne di maiale, il peperone dolce e quello piccante, che conferisce all'insaccato il caratteristico colore rosso e che viene coltivato esclusivamente a Castelpoto secondo una particolare tecnica anch’essa custodita gelosamente.

Le serate dela Sagra della Salsiccia Rossa di Castelpoto saranno allietate da musica, spettacoli ed eventi collaterali. Andiamo a vedere quali

Venerdì 20 ci saranno gli Ascarimè, un gruppo di musica popolare del Sud Italia che intona musiche provenienti dagli antichi canti popolari. I loro strumenti sono tamburello, fisarmonica, chitarra acustica e basso.

Sabato 21, invece, ci sarà la Compagnia Aria Corte, uno dei gruppi più importanti del panorama etno/popolare pugliese. Dalla metà degli anni ’90 fino a oggi hanno portato in giro per l’Italia non solo la tradizionale pizzica ma anche la grika, legata alla Grecia Salentina, ma anche canti d’amore e ballate contadine

Martedì 24 troveremo gli “Alla bua”: Gli Alla Bua nascono dalle esperienze più tradizionali della cultura musicale salentina. Si sono formati tra le ronde della storica festa di San Rocco a Torrepaduli. Qui si sono uniti i componenti, ragazzi provenienti da vari paesi del Salento (da Casarano a Collepasso, da Cavallino fino alla grika Sternatia), con la comune coscienza di sentire propria l’eredità della musica popolare, appresa direttamente nelle proprie case, con la grande passione di suonarla, di tramandarla e di divulgarla.

Infine, mercoledì 25 ci sarà la chiusura dela Sagra della Salsiccia Rossa con un doppio evento: la mattina e il pomeriggio troveremo il motoraduno “Red Sausage Run” (ovvero il “motogiro della Salsiccia Rossa”) organizzato dal “Moto Club F. Gabriele Benevento”, il tutto al grido di “le specialità del Sannio … su due ruote!”; la sera, invece, si esibirà uno dei gruppi più apprezzati in Campania, quello dei Trementisti, capaci di osservare la tradizione musicale del Sud Italia, rispettarla ma contaminarla con influenze della World Music.

L'inguaribile viaggiatore Modestino Picariello
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

 

 

.