Istanbul: una perla sul Bosforo

Salve inguaribili viaggiatori,
la meta che volevo oggi segnalarvi è denominata la perla sul Bosforo ed è l'unica città al mondo ad essere divisa su due continenti, da un parte l'Europa e dall'altra l'Asia, vi stò parlando ovviamente di Istanbul.

Istanbul è molto di più che una semplice immagine da cartolina: è il luogo dove due anime e due culture s’incontrano, un varco verso mondi diversi eppure così simili, frammisti alla necessaria convivenza.

Chi visita la perla sul Bosforo per la prima volta, non può esimersi dal guardarla con occhi rapiti: un panorama da perdere il fiato, con le luci delle barche che affiorano dal golfo e i minareti che, svettanti verso il cielo, delineano i contorni del volto di Istanbul.

Pur essendoci tantissime chiese e sinagoghe a Istanbul, di certo ciò che merita su tutte una visita sono le mosche, soprattutto la cosiddetta Moschea Blu, vero e proprio simbolo della città, costruita fra il fine del 1500 e l'inizio del 1600.

Gli inguaribili viaggiatori che si trovano ad Instanbul devono fare una visita al bellissimo Palazzo Topkapi che si trova proprio sul Promontorio del Serraglio, tra il Corno d'Oro e il mar di Marmara.

Dimora del sultano di Istanbul fino a XIX secolo, oggi il Topkapi è un interessante museo dove potrete trovare anche il famoso “diamante del fabbricante di cucchiai”, (più di 50 carati) il quinto diamante più grande al mondo dalla storia davvero singolare: ritrovato per puro caso su di un cumulo di mondezza, venne ritenuto un falso dal trovatore e quindi barattato per soli tre cucchiai.

Purtroppo non è possibile fotografare il diamante.

Oltre alle numerose bellezze artistiche ed architettoniche della città, non dimenticate che Istanbul è anche un fervente centro culturale, dove ancora oggi rimangono intatte le usanze e le tradizioni del popolo, come lo spettacolo dei dervisci rotanti, una danza particolarissima in abiti tipici.

Se intendete visitare Istanbul, preferite le stagioni intermedie, poiché contraddistinte da un clima temperato e quindi adatto agli spostamenti e alle escursioni.

Ma Istanbul non è solo arte, storia e cultura, ma anche un'ottima enogastronomia che vi consiglio di provare.

Alla prossima meta.
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

 

SCHEDA TECNICA ISTANBUL

Per ulteriori informazioni:

Ambasciata di Turchia a Roma
Via Palestro 28
00185 Roma
Tel 0039-06-445 94 200 - Fax: 00 39 06 494 15 26
E-Mail: ambasciata.roma@mfa.gov.tr

Siti Web:

Sito ufficiale del turismo turco. www.goturkey.com (in inglese, francese e tedesco)

Come si raggiunge:

 

In aereo:

L’aeroporto Atatürk di Istanbul è situato a 20 km ad ovest del centro della città con cui è collegato ogni 30 minuti con un comodo bus navetta.

In treno:

Non ci sono treni diretti che collegano l’Italia con Istanbul. Ci sono però treni notturni per Sofia che continuano per Belgrado e Budapest, ma anche treni Bucarest e meno frequentemente per Chisinau (Moldavia).

Due volte al giorno ci sono treni che vanno Salonicco, uno durante il giorno ma lentissimo e uno notturno piu’ veloce e costoco. Ci sono anche treni settimanali diretti ad Aleppo (Siria) e Teheran (Iran) dalla stazione di Haydarpasa.

Distanze:

Roma 2.251 Km, Milano 1.987 Km, Venezia 1.734 Km

Ambasciata:

Consolato generale d’Italia ad Istanbul
Tom Tom Kaptan Sokak, 5 - 34433 Beyoğlu, Istanbul
Tel: 0090 212 2431024 - Fax: 2525879
Apertura al pubblico:
dal lunedì al venerdì dalle 9.15 alle 12.30.
Mercoledì apertura anche pomeridiana dalle 14.15 alle 16:15.
Email: consolatogenerale.istanbul@esteri.it
Web: www.consistanbul.esteri.it

Documenti:

Per i cittadini italiani serve la carta d’identità valida per l’espatrio

Fuso orario:

La differenza tra la Turchia e l’Italia è di +1 ora durante tutto l’anno

Voltaggio energia elettrica:

220 V. , 50 Hz. ovunque e le prese sono in genere compatibile con le normali spine europee

Valuta:

La moneta in Turchia è la Nuova Lira Turca (YTL) 1 euro equivale a circa 2,38 lire turche

Vaccinazioni obbligatorie:

Nessuna.

Periodo consigliato:

primavera, autunno