gazpacho

Gazpacho

Gazpacho

Salve inguaribili viaggiatori,
la seconda ricetta che è stata spiegata e sperimentata durante un workshop culinario svolto presso il bcnkitchen – espacio gastronomico di Barcellona (sito internet www.bcnkitchen.com/en/), è molto adatta al periodo estivo ed è una zuppa fredda a base di verdure crude, il gazpacho.

Gli ingredienti del gazpacho sono:

  • 1 kg di pomodori maturi,
  • mezza cipolla rossa,
  • 2 spicchi di aglio,
  • 1 peperone verde,
  • 1 peperone rosso,
  • 1 cetriolo,
  • 3 cucchiai di aceto di vino,
  • mezzo cucchiaio di sale,
  • 200 grammi di olio extravergine,
  • pane raffermo

Preparazione gazpacho:

Lavate i pomodori e affettateli, sbucciate l'aglio (se non piace si può anche omettere), pelate e suddividete in 3 o 4 parti la cipolla.

Lavate i peperoni, tenete da parte una falda di quello verde, affettatelo e rimuovete i semi. Sbucciate il cetriolo e assaggiatelo; se è amaro, potrebbe rovinare il gazpacho.

Ammorbidite il pane immergendolo in acqua e strizzatelo il più possibile. Mettete nel mixer tutti gli ingredienti e frullate fino ad ottenere un composto dalla consistenza liscia e cremosa.

Lasciate riposare il gazpacho in frigorifero prima di servirlo con dei crostini di pane, una dadolata di peperone verde e un filo di ottimo olio extravergine di oliva.

il gazpacho è una preparazione che si presta ad essere un ottimo primo piatto o anche un fresco aperitivo/antipasto se servito in bicchiere. Può essere, inoltre, variato moltissimo nel sapore e nella consistenza introducendo ingredienti diversi o ulteriori, come per esempio una manciata di granella di mandorle per dare croccantezza, oppure 3 avocado maturi per aumentarne la cremosità e dare un tocco messicano, o della barbabietola lessata se vogliamo conferirgli un acceso colore o anche della zucca lessata per addolcirlo nel sapore.

Come avete capito lasciando libero spazio alla creatività si può creare una versione personale ed unica del gazpacho.

L'inizio del mio viaggio enogastronomico a Barcellona lo potete leggere nell'articolo Arte culinaria catalana e se volete cucinare la paella, come la fanno a Barcellona, la ricetta la trovate nell'articolo Paella mentre se volete leggere dall'inizio il racconto del mio viaggio a Barcellona, dove vi racconto la mia esperienza nei 4 giorni catalani, non vi resta che seguire il seguente link: Barcellona vista da un inguaribile viaggiatore.

SCHEDA TECNICA BARCELLONA - GAZPACHO

Per ulteriori informazioni: Ufficio del turismo spagnolo in Italia
Via Broletto, 30 - 20121 Milano
Tel. 0272004617 - Fax.0272004318
Email: milan@tourspain.es

Barcelona turisme
Plaça de Catalunya, 17
08002 Barcelona, España
Tel:+34 93 285 3834

Siti Web:
Sito dell’ufficio del turismo spagnolo in Italia www.spain.info/it

Sito del Barcelona turisme: www.barcelonaturisme.com/ (in lingua catalana, spagnola, inglese e francese)

Noi abbiamo soggiornato presso:
Hotel El Palace Barcelona
Gran Via de les Corts Catalanes, 668
08010 Barcellona, Spagna
Telefono:+34 935 10 11 30
Sito internet: hotelpalacebarcelona.com/it

Come si raggiunge:
In aereo:
L’aeroporto Barcellona El Prat (BCN) si trova a 14Km dalla città di Barcellona con cui è ben collegato con i mezzi pubblici.
Noi abbiamo volato con la compagnia low costo Vueling (Gruppo Iberia) e sul loro sito: www.vueling.com/it abbiamo trovato delle ottime offerte.

In treno:
Esiste un treno diretto da Milano e Torino a Barcellona, per maggiori informazioni ed orari: www.trenitalia.com
In auto:
Chi vuole raggiungere Barcellona in auto, deve prendere l’autostrada a pagamento A7 (E15) che collega la città spagnola con la Francia.
In nave:
Il porto di Barcellona fornisce collegamenti regolari con l’Italia (Genova).

Ambasciata:
Ambasciata d'Italia a Madrid
Calle Lagasca, 98 - 28006 Madrid
Tel.: +34 91 4233300
Fax: +34 91 5757776
E-mail: archivio.ambmadrid@esteri.it
Web: www.ambmadrid.esteri.it

Consolato Generale d’Italia a Barcellona
C/ Mallorca 270, 08037 Barcellona
Tel. + 34 902.05.01.41
Fax + 34 93 487 00 02
Email: segreteria.barcellona@esteri.it

Documenti: Ai cittadini italiani basta la carta d’identità valida per l’espatrio
Valuta: Euro
Distanze: Roma 1.370 Km, Milano 980 Km, Venezia 1.238 Km.
Fuso orario: stessa ora rispetto all'Italia.
Voltaggio corrente elettrica: L'elettricità è fornita a 220 volt frequenza 50 Hz in tutta la Spagna con una presa a muro con due buchi.
Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna
Periodo consigliato: Tutto l’anno.