Treviso

Passeggiando per Treviso

Cosa fare a Treviso

un labirinto di canali incorniciato da case calde e pastello e caratterizzato da un'architettura incredibilmente elegante, Treviso è una città le cui strade sono vivaci e frizzanti come il prosecco che produce così famoso.

Spesso oscurata dalla grandiosità della vicina Venezia, Treviso è una gemma nascosta nel cuore del Veneto, poco conosciuta da molti che passano per il paese alla ricerca dei percorsi turistici più battuti.

Ma nonostante il suo centro piccolo, che si estende per appena 1,5 km dal confine settentrionale a quello meridionale della cinta muraria, Treviso è ricca di cultura, con molto di più da offrire di quanto sembri.

Dai suoi infiniti vigneti ondulati ai suoi graziosi portici in pietra, Treviso è la meta perfetta per un lungo weekend per coloro che cercano di allontanarsi dai sentieri battuti. Continua a leggere per scoprire le 10 migliori cose da vedere e da fare in città.

Storia di Treviso

Treviso iniziò come città romana “Tarvisium” per poi passare sotto il controllo della Repubblica di Venezia nel XIV secolo. I legami di Treviso con Venezia durarono fino alla fine del 1700 e i veneziani cedettero a Napoleone. I francesi non durarono molto prima che gli austriaci prendessero il controllo e alla fine divenne parte della Repubblica Italiana.

Dalle imponenti mura difensive alle elaborate cattedrali e chiese, la storia di Treviso è per lo più legata al suo tempo nella Serenissima. La città che vedi oggi è stata restaurata dopo essere stata pesantemente danneggiata dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale.

Treviso ha registrato nelle menti dei viaggiatori americani a causa dell'enorme popolarità del libro del 2005 di John Grisham, The Broker. Il protagonista trascorre 4 giorni n questa città veneta prima di partire per Bologna.

Fatto divertente! Lo stesso John Grisham ha soggiornato all'hotel Il Focolare mentre scriveva The Broker e nominava assegni trendy Bar Beltrame (per entrambi, vedi sotto).

Cose interessanti da fare a Treviso

L'affascinante e compatto centro storico del centro storico di Treviso tende ad essere oscurato dalla sua vicina più famosa, Venezia.

Duomo di Treviso

Visitare lo storico Duomo con le sue 7 cupole giganti è una delle cose migliori da fare a Treviso. Sebbene il Duomo risalga al VI secolo, l'attuale struttura neoclassica con gigantesche cupole verdi e colonne in pietra esiste solo dal 1768.

La facciata neoclassica del Duomo dell'800 smentisce il fatto che qui vi sia stata una chiesa sin dal VI secolo.

Alcuni dei punti salienti all'interno della cattedrale di Treviso una pala d'altare di Tiziano, un campanile incompiuto e una cripta dell'XI secolo contenente le spoglie di vescovi del passato. Puoi anche fermarti al vicino Museo Diocesano per vedere altre opere d'arte, reliquie e manufatti legati alla cattedrale.

Fatto divertente! Il campanile non è finito non perché per secoli non abbiano potuto trovare buoni operai. Presumibilmente, la gente del posto non voleva un campanile più alto del campanile di Venezia.

Mura e porte della città

Il centro è circondato da 4 km di mura di mattoni veneziani. In quanto primo importante avamposto sulla terraferma della Repubblica di Venezia, Treviso aveva bisogno di essere difesa dagli invasori. Le mura e le porte della città funzionavano così bene che la città non fu mai invasa.

Ci sono tre porte che circondano il centro storico del XV secolo.

  • Porta San Tommaso si trova sul lato nord della città e onora San Tommaso Becket, arcivescovo di Canterbury, assassinato dopo un conflitto con Enrico II, re d'Inghilterra.
  • Porta Santi Quaranta si trova sul lato ovest della città e ha un gigantesco leone alato, l'indicatore della città di Venezia.
  • Porta Altinia si trova sul lato sud della città e fungeva da ingresso principale da e per Venezia.

Fontana delle Tette

Una delle cose più singolari da vedere a Treviso è la Fontana delle Tette che è una statua in marmo di una donna che si stringe il grande seno Mentre la versione odierna ha l'acqua che sgorga dai suoi capezzoli, la precedente incarnazione aveva il vino che scorre.

Ogni anno, per tre giorni, la fontana delle tette sgorgava rispettivamente vino rosso e bianco da ciascun petto, per celebrare la nomina del magistrato supremo di Venezia. Ovviamente i cittadini locali ed i turisti sono stati deliziati dal vino gratuito!

L'originale fu costruito nel 1559 dal podestà e si può vedere nel vicino Palazzo dei Trecento. La statua della Fontana delle Tette funzionante oggi è una copia del 1989.

Piazza dei Signori Treviso

Nel cuore della città, Piazza dei Signori è una piazza della città fiancheggiata da palazzi ed edifici decorati che è stata per secoli al centro del governo della cittadina veneta. Lungo il perimetro della piazza si trovano il Palazzo del Podestà e la Biblioteca e Galleria Comunali.

Tra le cose da fare a Treviso, devi semplicemente passare del tempo in Piazza dei Signori. Ci sono anche numerosi caffè e ristoranti dove puoi prendere un caffè o mangiare un boccone e guardare la vita quotidiana che passa.

Le informazioni turistiche della città si trovano in Piazza Monte di Piet che si trova proprio dietro la Piazza dei Signori.

Centro storico di Treviso

Il centro storico è un piacere da esplorare. Passeggia lungo la rete di canali e ponti di collegamento del centro storico di Treviso ammirando gli edifici medievali circostanti. Con incantevoli piazze, palazzi in pietra e tortuosi vicoli acciottolati, puoi facilmente trascorrere un'intera giornata perdendoti nel bellissimo centro storico della città veneta.

Il centro storico è una zona a traffico limitato che rende piacevoli le passeggiate. È ancora possibile individuare alcuni degli affreschi sugli edifici che svaniscono dolcemente sotto il sole italiano e che danno alla città l'altro soprannome, Città Dipinta.

Altre cose interessanti da vedere a Treviso:

  • Attiguo alla Piazza dei Signori, il Palazzo dei Trecento fu costruito nel XII secolo e ospitò il consiglio cittadino di 300 uomini.
  • Risalenti al XII secolo, le torri di Treviso furono utilizzate per scopi strategici, come la Torre Municipale sul Palazzo del Podestà.
  • Piazza Indipendenza è facilmente individuabile come location del flagship store Benetton. C'è una statua in marmo dedicata ai patrioti locali morti nella guerra di indipendenza che pose fine al dominio austriaco nella regione per unirsi alla neonata Italia.
  • La Chiesa di San Francesco è una chiesa romanica del XIII secolo. Le truppe di Napoleone lo usarono per stallare i propri cavalli continuando quell'umiliante idea di sstallare i propri cavalli nella chiesa dei propri nemici. Ora restaurata, la chiesa conserva le tombe dei figli di due importanti scrittori italiani, Dante e Petrarca.
  • Chiesa di San Nicolò è un'altra chiesa del XIII secolo che mostra un interessante mix di influenze romaniche e gotiche.
  • Monte di Pietà è un banco dei pegni del XV secolo situato nella Chiesa di Santa Lucia. Gestito da frati francescani, il banco dei pegni concedeva prestiti a basso costo ai poveri della città che altrimenti avrebbero dovuto utilizzare usurai ebrei.

Mercato Ittico di Treviso

A metà dell'800 il mercato del pesce della città fu trasferito nell'attuale sede dell'Isola della Pescheria, un'isola nel fiume Cagnan. I pescivendoli provenivano dall'isola di Burano a Venezia. Scopri la statua della Sirenetta che ci ha ricordato la più famosa Sirenetta di Copenaghen.

Ancora oggi le bancarelle di pesce e frutti di mare del Mercato Ittico sono un fulcro di azione. Come al mercato di Rialto a Venezia, puoi trovare i venditori di verdure nelle vicinanze e tutta l'azione si svolge al mattino.

Canali e mulini ad acqua

Si capisce perché Treviso ha anche il soprannome di Città dell'Acqua. A differenza di Venezia, i canali di Treviso hanno acqua che scorre da una sorgente fluviale.

I canali avevano ruote idrauliche che azionavano i mulini. Anche le ruote idrauliche sono ancora in funzione anche se non producono più pane per la regione.

Il canale più pittoresco della città è il canale dei Buranelli, dal nome di una famiglia di mercanti dell'isola veneziana di Burano che qui visse nel XVI secolo. Uno dei luoghi più pittoreschi è una sporgenza di pietra dove le donne locali lavavano il bucato.

Alla fine di questo bellissimo canale puoi vedere la sporgenza dove le donne locali facevano il bucato in tempi storici.

Come arrivare da/per Treviso

Con il treno

La stazione di Treviso Centrale è servita da Trenitalia con collegamenti con tutte le città vicine che potresti voler visitare come Venezia (ed il suo famoso carnevale, Padova, Vicenza, Verona, Udine e Trieste.

Ad esempio Venezia-Treviso è solo a circa mezz'ora di treno mentre Treviso a Trieste impiega circa 2 1/2 ore Entrambe le destinazioni hanno numerosi treni durante il giorno.

Con l'aereo

L'aeroporto di Treviso è un hub per le compagnie aeree low cost, in particolare Ryanair, che lo utilizzano come alternativa economica per raggiungere Venezia.

Venezia – Treviso

Da Treviso a Venezia (e viceversa) è una delle gite giornaliere più facili della zona.

NB! La prossima gita di un giorno più semplice sarebbe probabilmente andare a Padova, che dista solo circa 24 CHILOMETRI. Il treno da Treviso a Padova costa solo pochi euro e impiega poco più di un'ora.

Come arrivare in città da Venezia?

Per chi fa una gita di un giorno da Venezia, Italia, l'opzione di trasporto più conveniente è prendere il treno da Treviso a Venezia. Il treno costa solo pochi euro. Una volta arrivati ​​alla stazione Centrale, bastano cinque minuti a piedi per raggiungere la porta del centro storico di Treviso.

È anche possibile noleggiare un taxi privato per portarvi a Venezia. Sebbene il taxi sia un modo più tranquillo e rilassante per viaggiare da Treviso a Venezia, il viaggio di 40 minuti può costare fino a 80 euro a tratta.

 

 

Questo articolo contiene link di affiliazione. Tutto ciò non comporta alcun costo aggiuntivo per te, mentre per noi significa ricevere una piccola commissione su qualsiasi tuo acquisto fatto attraverso i nostri link. È un modo per supportare le nostre attività.
Grazie per sostenerci.

Ami viaggiare? Vuoi tornare a farlo in sicurezza? Anche noi e non possiamo pensare ad un viaggio senza preoccuparci di fare un’assicurazione di viaggio per proteggersi da ogni imprevisto che può accadere prima o durante il vostro viaggio, soprattutto in questo periodo in cui spesso le condizioni cambiano velocemente.

Queste sono le compagnie a cui ci rivolgiamo:

  • Frontier Assicurazioni - www.frontierassicurazioni.it

Fai un preventivo gratuito e senza impegno per verificare quale sia la migliore soluzione per te e la tua famiglia.