Generazione del Carnevale

Generazione del Carnevale

Salve inguaribili viaggiatori,
spesso e volentieri i viaggi diventano spunti di riflessione sui viaggi stessi e sulle popolazioni. In antichità pezzi del genere si sarebbero chiamati “odeporici”, ovvero viaggi fatti per scrivere dell’essenza stessa del viaggio, io preferisco chiamarli meta-viaggi, sulla base di meta-cinema, meta-teatro ecc.

Tutto questo preambolo per introdurvi ad una mia piccola riflessione: leggevo oggi un pezzo sui carnevali nella mia terra, Avellino e provincia, e mi imbattevo in questi dati: oltre 20 paesi coinvolti, per un periodo complessivo di due settimane, e un dispiegamento di mezzi che nell’anno è paragonabile solo al Natale.
Un esempio basterà per tutti, quello del carnevale di Montemarano, da noi il più famoso e rappresentativo: Montemarano

4 Febbraio 2016
ore 12.00 consiglio comunale e conferimento della cittadinanza onoraria al Prof. Paolo Apolito
ore 18.00 Lectio Magistralis "il carnevale di Montemarano. L'esperienza di un antropologo innamorato"
5 febbraio 2016
ore 21.00 "carnevale delle culture. Aspettando tarantella for Africa"(auditorium comunale=
6 febbraio 2016
ore 10.00 : laboratorio di scuola di tarantella
ore 16.30 : riconoscimento alla carriera di un grande Montemaranese " Il carnevale di Montemarano nei versi, negli scritti e nella pittura di Aldo De Francesco"
ore 18.00: Caporabballo d'Argento
ore 22.00 sfilata notturna per le vie del paese "o vanto e sfida"
7 febbraio 2016
ore 9,30: tradizionale apertura del carnevale
ore 10.30 : discorso augurale
ore 11.00 degustazione dei vini
ore 15.00 tradizionali sfilate dei cortei mascherati per le vie del paese
ore 21.00 serata danzante nei locali adibiti allo scopo
8 febbraio 2016
ore 15.00 tradizionali sfilate dei cortei mascherati
ore 21.00: serata danzante
9 febbraio 2016
ore 10.00: lezione di tarantella
ore 15.00: tradizionali sfilate dei cortei mascherati
ore 21.00 serata danzante
10 febbraio 2016
ore 16.00 : Montemarano tra cultura e folclore, spettacolo a cura dell'istituto comprensivo A.Di Meo
14 febbraio 2016
ore 10.00: lezione di tarantella
ore 15.00: carnevale morto-corteo funebre di carnevale
ore 21.00 serata danzante e rottura della pignata

Non c’è nulla dalle mie parti di così complTradizioni sempre antiche, ed anche quelle recenti, mai inventate di sana pianta, ma al massimo riprese dopo un certo tempo in cui erano interrotti. I riti si ripetono uguali, per fortuna mai stanchi, col loro carico di segreti belli e brutti e ricordano ognuno un episodio particolare, una tradizione specifica, un passato glorioso.
Ecco, il carnevale, forse più ancora del Natale (che, in quanto festa squisitamente religiosa, ha un retaggio passato obbligatorio), è la riproposizione del passato. Noi, come generazione, non abbiamo saputo creare nulla, limitandoci a globalizzare il locale, con effetti non sempre esattamente positivi.

Sul versante della cultura legata ad eventi, la nostra generazione non lascerà praticamente nulla: impegnati come eravamo a costruirci un mondo digitale per sfuggire alle storture e alle responsabilità di ciò che stavamo vivendo (perché sì, i problemi che viviamo sono anche colpa nostra) abbiamo dimenticato di modificare e riprogettare la realtà che vivevamo.

Conosciamo di più, ma allo stesso tempo viviamo di meno tutto ciò che c’è intorno a noi, è come se ci fossimo fermati alle idee teoriche e alle progettazioni digitali (come se una battuta di un meme servisse a cambiare il mondo) dimenticandoci due cose importanti, ovvero condividere le esperienze nate dalle nuove tecnologie, ma soprattutto utilizzare le nuove conoscenze per creare nuove tradizioni. Possiamo scoprire attraverso gli ultimi aggiornamenti scientifici tutto ciò che i nostri nonni non sapevano, ma lo evitiamo. Loro creavano pur non sapendo, noi restiamo ad abbacinarci senza toccare, spesso senza vivere, pur sapendo.
Non inizieremo alcuna tradizione, ci resta solo da esportare quelle che abbiamo con l’unica cosa che siamo stati capaci di creare e sfruttare, ovvero la realtà virtuale, ma questo apre uno scenario enorme con già qualche testimonianza. Ma ve ne parlerò nel prossimo articolo.

L’inguaribile viaggiatore Modestino Picariello
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it