La Fiera Vesuviana a San Gennaro Vesuviano

La Fiera Vesuviana a San Gennaro Vesuviano

Salve inguaribili viaggiatori,
dal 13 al 21 settembre, il comune di San Gennaro Vesuviano, in provincia di Napoli, sarà teatro di una delle manifestazioni più antiche di tutto il territorio campano: la Fiera Vesuviana, giunta ormai addirittura alla sua 401° edizione.

Novità di quest’anno, l’Ente Fiera ha coinvolto un gran numero di comuni ed aree limitrofe nell’organizzazione e nella gestione dell’evento, in maniera tale che la Fiera Vesuviana, coi suoi oltre 400 anni di vita, non fosse solo rappresentante del perpetuarsi di antiche tradizioni, ma provasse a destare l’attenzione dello spettatore sulla complessità di tutto il territorio raccolto intorno al Vesuvio.

Una tale antichità, infatti, pone sempre il problema del confronto tra la manifestazione ed i tempi che cambiano, ma l’asso nella manica della manifestazione vesuviana è sempre stato il collegamento col territorio e le sue mutevoli esigenze. Così << ‘a Fera >> come dialettalmente viene chiamata, richiama ancora oggi produttori, allevatori, agricoltori, mediatori, e gente comune provenienti anche da altri territori che un tempo venivano definiti “fore regno”.

Una fiera Vesuviana libera, senza padroni, nata per volere del Marchese Scipione Pignatelli nel lontano 1613 e svoltasi ininterrottamente fino ad oggi. Ancora adesso, cuore della Fiera è l’attenzione dedicata alla mostra e alla compravendita dei calli (del resto, intento originario della prima fiera).

Il salone vesuviano del cavallo è ormai talmente cresciuto da essere diventato punto di riferimento per la più importante manifestazione del settore, il Verona Fiera Cavalli. Nella tappa vesuviana sarà ovviamente evidenziato il destino delle razze equine campane, di cui alcune in via di estinzione, che lasceranno lo spettatore incantato con spettacoli serali.

Particolare importanza avranno i riti inauguralila celebrazione della Santa Messa, la Benedizione del Santo Patrono(ovviamente San Gennaro), e il corteo storico (che partirà dal Convento, in Piazza Margherita, e arriverà direttamente in Fiera, nell’area di pertinenza dell’Azienda Agraria dell’Istituto Statale “Caravaggio”), rievocheranno la nascita della Fiera stessa, che anticamente, libera da dazi e orgogliosa della propria libertà, si svolgeva nell’area prospiciente il Convento, dei Frati Francescani, di San Gennaro Vesuviano presso il quale, commercianti e avventori, trovano ricovero.

Infine, l’istituzione del “catapano” anticamente il rappresentante della giustizia ed il guardiano della sicurezza durante tutta la Fiera; ai tempi d’oggi è scomparsa la funzione ma è rimasto il titolo. In ogni edizione, dunque, diventa catapano il rappresentante della migliore azienda del territorio.

Anche quest’anno la Fiera Vesuviana sarà aperta dalle ore 10.30 alle ore 13, nei giorni 17,18,19 e 20, per accogliere oltre 4000 alunni che visiteranno le Fattorie Didattiche iscritte all’Albo Regionale della Campania. Attività di divulgazione e formazione saranno realizzate, inoltre, dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici e da altri Enti e Associazioni.

L’inguaribile viaggiatore Modestino Picariello
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it