Escursioni Cai Benevento

Le escursioni CAI Benevento che ci aspettano nei mesi di febbraio e marzo

Il CAI Benevento continua col suo percorso di riscoperta delle terre Sannite. Non solo le montagne sono protagoniste degli eventi di febbraio e marzo del 2017 ma anche percorsi sulle colline o sulla neve.

Vediamo quindi in dettaglio gli eventi dei prossimi giorni

Domenica 19 febbraio
Colline Beneventane
AR – Il percorso dell’acqua:
da Montorsi (425 m) a Montorsi Valle
In collaborazione con l’Associazione “TERRA MIA”
Dislivello: 300 m – Durata: 4 ore
Difficoltà: E
Direttori: Francesco Moretti – 347.7179250
Mirella D’Agostino – 340.7177092

Domenica 26 febbraio
Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise
A – Ciaspolata da Barrea a Civitella Alfedena
Dislivello: 300 m - Durata: 5 ore
Difficoltà: EAI
Direttori: Amedeo Valenti – 328.3753319
Maria Barletta – 329.1713910

Domenica 5 marzo
Lazio
Le ville di Tivoli
Programma dettagliato in sede
Direttore: Enzo Ascione - 340.7939511 Per correttezza, riportiamo il senso e il simbolo delle varie diciture di difficoltà

T = turistica - Itinerari su stradine, mulattiere o comodi sentieri, con percorsi ben evidenti e che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Richiedono una certa conoscenza dell'ambiente montano e una preparazione fisica alla camminata.

SPIEGAZIONE TABELLA DIFFICOLTA'

E = escursionistica - Itinerari che si svolgono quasi sempre su sentieri oppure su tracce di passaggio in terreno vario, di solito con segnalazioni; possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua, quando, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppano a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Possono svolgersi su pendii ripidi; i tratti esposti sono in genere protetti con barriere) o assicurati con dei cavi e non necessitano l'uso di equipaggiamento specifico (imbracatura, moschettoni, ecc.). Richiedono un certo senso di orientamento, come pure una certa esperienza e conoscenza del territorio montagnoso, allenamento alla camminata, oltre a calzature ed equipaggiamento adeguati.

EE = escursionistica per esperti - Si tratta di itinerari generalmente segnalati che implicano una capacità di muoversi su terreni particolari. Sentieri o tracce su terreno impervio, ad esempio pendii ripidi e/o scivolosi et similia). Terreno vario, a quote relativamente elevate (pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii aperti senza punti di riferimento, ecc.). Tratti rocciosi, con lievi difficoltà tecniche. Prerequisiti: esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell'ambiente montano; passo sicuro e assenza di vertigini; equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguati.

EEA = escursionistica per esperti con attrezzature - Si tratta di itinerari escursionistici che presentano particolari difficoltà e per i quali è pertanto richiesto l'utilizzo di dispositivi di autoassicurazione diversi a seconda dei tipi di terreno da attraversare: kit da ferrata, imbracatura, ramponi, piccozza, ecc.

EAI = escursionistica in ambiente innevato - Si tratta di itinerari in ambiente innevato che richiedono l'utilizzo di racchette da neve, con percorsi evidenti e riconoscibili, con facili vie di accesso, di fondo valle o in zone boschive non impervie o su crinali aperti e poco esposti, con dislivelli e difficoltà generalmente contenuti che garantiscono sicurezza di percorribilità. Sono necessari equipaggiamento e abbigliamento consoni alla stagione invernale.

L’inguaribile viaggiatore Modestino Picariello
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it