Chiese di ROma
Le 11 chiese di Roma più belle da visitare

Le 11 chiese di Roma più belle da visitare

Mi piace visitare le chiese. Non sono religioso ma le chiese per me sono come i musei e una rappresentazione perfetta di tutte le forme d'arte.

Le chiese di Roma sono musei gratuiti con grandi artisti come Raffaello, Caravaggio, Michelangelo, Borromini e Bernini.

Ora, lascia che ti spieghi un segreto ampiamente noto: Roma è piena di chiese, ma quali chiese di Roma visitare? Quali chiese valgono il tuo tempo? Ti darò le mie 11 chiese più memorabili di Roma e ti spiegherò perché devi visitarle.

Le 11 chiese più memorabili di Roma che dovresti visitare

Ecco l'elenco delle mie 11 chiese preferite a Roma. Continua a leggere di seguito per una spiegazione più dettagliata su questi luoghi con un'architettura e delle storie interessanti.

  • San Sebastiano fuori le mura
  • Chiesa del Santissimo Nome di Gesù
  • Sant ’Agnese in Agone
  • Basilica di Santa Maria in Aracoeli
  • Basilica di Santo Stefano Rotondo al Celio
  • Santa Maria Sopra Minerva
  • Pantheon
  • Basilica di San Clemente al Laterano
  • San Giovanni in Laterano
  • Santa Maria Maggiore
  • Basilica di San Pietro

  1. San Sebastiano fuori le mura

San Sebastiano fuori le mura si trova al di fuori delle mura aureliane, da cui il nome. Ha perso la sua posizione nella lista dei sette pellegrinaggi nel 2000. Papa Giovanni Paolo II l’ha scambiato per il santuario di Nostra Signora del Divino Amore.

Questa chiesa del IV secolo si trova sulle catacombe, dove i devoti seppellirono San Sebastiano. L'imperatore lo condannò a morte nel III secolo per il suo cristianesimo. È sopravvissuto alla prima prova, l'esecuzione di tiro con l'arco. Gli uomini dell'Imperatore lo hanno invece bastonato a morte.

Anche i santi Pietro e Paolo giacevano nelle catacombe. I primi cristiani hanno spostato i loro resti nelle rispettive basiliche. Gli studiosi discutono sull'ultima dimora dei resti di San Sebastiano. Alcuni dicono che ora si trovi nella Basilica di San Pietro, dove ha una cappella, ma altri pensano che sia ancora nelle catacombe.

I Saraceni distrussero la chiesa di San Sebastiano fuori le mura originaria nell'846 d.C. Questa versione risale al XIII secolo ma subì ingenti danni durante il Sacco di Roma nel 1527. I lavori di ristrutturazione nel XVI secolo spiegano il suo aspetto barocco.

Dopo aver visitato San Sebastiano fuori le mura, perché non rilassarsi in un giardino di Roma?

  1. Chiesa del Santissimo Nome di Gesù

Ho incluso la chiesa del Santissimo Nome di Gesù (nota anche come Chiesa del Gesù) siccome questa è una delle rare chiese gesuite che troverai a Roma.

La chiesa del Santissimo Nome di Gesù è stata costruita nel XVI secolo come esempio di arte barocca.

La facciata dell'edificio è un esempio di grandiosità.

Se ne hai la possibilità, entra e controlla le colonne d'oro e lapislazzuli nella cappella di Sant'Ignazio.

  1. Sant’Agnese in Agone

La chiesa di Sant’Agnese in Agone dominava Piazza Navona e il suo esterno potrebbe essere più interessante dell'interno della chiesa.

La chiesa di Sant'Agnese in Agone fu costruita nel XVII secolo sotto la supervisione del grande Borromini che ha progettato la facciata, la cupola e l'interno.

Il Borromini, fu il primo ad affrontare il problema più grande dei grandi costruttori di chiese del suo tempo, in altre parole come mostrare la cupola della chiesa, quando sei in piedi sulla strada di fronte alla chiesa.

Ha fatto un ottimo lavoro, con la facciata alta 1 piano, che mostra la cupola sopra di essa.

  1. Basilica di Santa Maria in Aracoeli

Dato che probabilmente vorrai visitare il Campidoglio, potresti anche entrare nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli.

La Santa Maria in Aracoeli, tradotta come la “Maria con l'altare in aria”, risale al VI secolo d.C.

Le principali attrazioni della Basilica di Santa Maria in Aracoeli sono l'affresco del Pinturicchio, il principale artista prima dell'arrivo di Raffaello a Roma.

Un altro pezzo di punta è il "Santo Bambino", una figura di Cristo scolpita nel legno da uno degli ulivi del giardino del Getsemani.

Ogni volta che qualcuno scrive una lettera a Gesù bambino a Natale, sarà consegnata a questa statuina.

  1. Basilica di Santo Stefano Rotondo al Celio

Come suggerisce il nome, la particolarità della Basilica di Santo Stefano Rotondo deriva dalla sua inaspettata pianta interna circolare posta dietro la sua facciata esterna piatta.

Situata sul Colle Celio, la Basilica di Santo Stefano Rotondo fu costruita nel V secolo ed è famosa per i suoi affreschi grafici del XVI secolo, raffiguranti molte scene di martirio.

Nel secolo successivo fu abbellita con mosaici e marmi colorati e nel XII secolo papa Innocenzo II la fece restaurare.

Oggi, la chiesa è la chiesa nazionale ungherese a Roma dopo che Santo Stefano degli Ungheresi fu demolito nel 1778 per far posto alla Basilica di San Pietro.

Questa chiesa mi ha colpito per l'insolita architettura circolare, gli interni cupi e la sua atmosfera autentica.

La Basilica di Santo Stefano Rotondo è un piccolo segreto davvero nascosto che vale la pena visitare se hai almeno mezz'ora a disposizione.

La Basilica di Santo Stefano Rotondo si trova in Via di Santo Stefano Rotondo 7 (traversa di Via Claudia), a soli 10-15 minuti a piedi dal Colosseo.

La Basilica di Santo Stefano Rotondo è aperta al pubblico dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:00 (da ottobre a marzo) e dalle 15:00 alle 18:00 durante i mesi estivi.

  1. Basilica di Santa Maria sopra Minerva

Se conosci la tua mitologia romana, riconoscerai il nome, Minerva. Dea della saggezza e della guerra, presta il suo nome anche a Sulis Minerva, la divinità protettrice della città romana di Bath.

La visita alla Basilica di Santa Maria sopra Minerva è facilmente tralasciata dal turista frettoloso.

Le persone corrono verso il Pantheon che si trova nelle vicinanze o semplicemente guardano la bella statua dell’elefante nella piazza di fronte a questa chiesa.

La Basilica di Santa Maria sopra Minerva potrebbe essere un gioiello interessante tra le chiese di Roma. Troverai un sacco di grandezza in questa chiesa gotica del XIII secolo. Fu costruito sui resti dell'antico tempio di Minerva e oggi ospita numerose opere d'arte italiana. Dimentica i musei ma ammira le tombe di Caterina da Siena, Papa Leone X e Clemente VII.

All’interno della Basilica di Santa Maria sopra Minerva, appena a sinistra dell'altare maggiore,  troverai la statua di Cristo di mano di Michelangelo e un busto del Bernini.

I punti salienti interni includono gli affreschi del XV secolo di Filippino Lippi nella Cappella Carafa e la Cappella Aldobrandini di Giacomo della Porta con la sua pala d'altare della Comunione degli Apostoli di Federico Barocci.

Nel convento adiacente alla Basilica di Santa Maria sopra Minerva, vi fu l’abiura delle sue tesi scientifiche da parte dell’astronomo Galileo Galilei, che era processato di eresia.

La basilica di Santa Maria sopra Minerva si trova in piazza della Minerva ed è un altro esempio di un sito ricco di cultura e storia che è stato oscurato dalla sua vicina attrazione turistica; in questo caso, il Pantheon.

  1. Pantheon

Mentre proseguiamo il nostro percorso, vedremo la folla accorrere intorno al Pantheon.

Il Pantheon era originariamente un tempio per tutti gli dei. Eretta nel I secolo d.C. dall'imperatore Adriano, fu trasformata in chiesa durante il medioevo.

Il Pantheon non è speciale per la sua funzione di chiesa, ma più per la sua forma. Quando entri, vedrai la cupola larga 43,3 metri.

La cupola è tanto alta quanto larga. Al centro troverai l'Oculus, l'occhio della cupola. Qui la pioggia entrerà nel Pantheon o nel famoso fascio di luce.

All’interno del Pantheon troverai anche la famosa tomba di Raffaello e le tombe dei primi sovrani dell'Italia moderna, come Vittorio Emanuele.

Anche se è una chiesa, il Pantheon è di proprietà dello Stato Italiano ed è uno dei musei statali più visitati d’Italia.

8. Basilica di San Clemente al Laterano                

La Basilica di San Clemente si trova a circa 300 metri dal Colosseo. Vale la pena vederlo per il suo valore archeologico.

Ora, questa è una vera bellezza per tutti gli amanti della storia allo stesso modo.

L'attuale Basilica di San Clemente al Laterano risale al XII secolo e sorge in cima a una chiesa del IV secolo abbandonata nel 1100 d.C. dopo che i Normanni distrussero gran parte dell'area locale.

Sotto quelle rovine si trova il sito di un edificio del I secolo. Gli scavi all'inizio del XX secolo hanno rivelato un quarto strato risalente al 64 d.C.

La costruzione della Basilica di San Clemente al Laterano mostra l'approccio stratificato alla costruzione a Roma. Per ciascuna delle chiese, i costruttori hanno riempito il vecchio sito di macerie e vi hanno costruito sopra. Il livello del suolo nell'edificio del I secolo è quasi 60 piedi sotto il livello del suolo moderno.

  1. San Giovanni in Laterano

San Giovanni in Laterano è la cattedrale ufficiale di Roma. Dopo tutto, San Pietro si trova nella Città del Vaticano e quindi nella sua stessa giurisdizione. Ciò rende San Giovanni in Laterano la sede del vescovo di Roma, il Papa.

Nel IV secolo questo terreno era proprietà privata della famiglia Laterni.

Dopo aver perso tutti i loro soldi, il papa si impossessò della loro terra e ne fece una residenza papale.

Nel XVII secolo il signor Borromini ricevette l'incarico di restaurare gli interni e così fece. Puoi vedere chiaramente la sua mano barocca in tutte le statue.

Fino al 1870, tutti i papi erano incoronati qui e il papa servirà la messa il giovedì santo ogni anno. Alcune caratteristiche fondamentali dell'edificio:

  • Altare papale argentato in oro, teste di Pietro e Paolo. Si dice che l'Arco dell'Alleanza sia situato in una camera chiusa al di sotto di esso.
  • Giardino del chiostro con le sue uniche doppie colonne tortili. Devi pagare un extra per visitare il giardino del chiostro, ma penso che ne valga la pena.

L’affresco della colonna di Giotto è assolutamente da vedere.

Il Battistero risale al 313 d.C. e al regno dell'imperatore Costantino. La ricostruzione barocca ha conservato l'impianto della chiesa originaria.

San Giovanni in Laterano è una delle più antiche strutture cristiane di Roma. Vanta anche sei tombe papali e enormi statue che rappresentano i dodici apostoli.

Da non perdere l'obelisco egizio all'esterno in Piazza San Giovanni in Laterano che è il più antico di Roma, arrivò nel 357 d.C. da Tebe.

  1. Santa Maria Maggiore

La Basilica di Santa Maria Maggiore è un'altra delle Sette Chiese dei Pellegrinaggi. È anche la più grande chiesa di Roma dedicata alla Vergine Maria. Anche se sembra barocca, la chiesa risale al 440 d.C. circa. I sacerdoti vi celebrano la messa ogni giorno sin dal V secolo. Sono l'unica chiesa di Roma a farlo.

Costruita sul luogo in cui è stata trovata la neve in agosto, la chiesa è piena di sorprese.

La Basilica di Santa Maria Maggiore è una miscela ben riuscita di stili e tempi. L'impianto del V secolo è ancora visibile nell'edificio di oggi. Nel medioevo furono aggiunti i pavimenti dei Cosmati e il campanile romanico.

Durante il Rinascimento, il soffitto a cassettoni d'oro fu aggiunto con l’oro proveniente dal sud dell’America. Durante l'era barocca, è stato il momento di aggiungere le cupole e la facciata.

La Basilica di Santa Maria Maggiore è anche sede della Salus Populi Romani. Questa immagine della Vergine Maria che a quanto pare fa miracoli per chi prega davanti ad essa.

Con un piccolo obolo di un paio d’euro puoi partecipare a dei tour guidati che ti consentono di  visitare la loggia. Qui vedrai le tracce degli incendi e diverse ristrutturazioni.

Durante questi tour sarai portato in alcune stanze private papali, dove potrai vedere alcuni antichi manufatti degli ex papi.

Hanno persino in mostra i paramenti liturgici di San Pio V, Papa Paolo V e Urbano VIII.

Puoi anche avere un'anteprima della scala a chiocciola progettata da Rainaldi.

  1. Basilica di San Pietro

Ultimo ma non meno importante tra le chiese di Roma, la Basilica di San Pietro in Vaticano. Tutte le chiese di Roma che hai visitato prima della Basilica di San Pietro ti avranno preparato per questa visita. Hai visto i diversi stili delle chiese di Roma e hai visto alcune chiese papali come San Giovanni in Laterano e Santa Maria Maggiore. Ora è il momento di visitare la Basilica di San Pietro nella Città del Vaticano.

Non preoccuparti per le lunghe file di attesa. Puoi visitare la chiesa senza dover aspettare e perdere tempo prezioso a Roma. Visita alla fine della giornata o all'inizio della giornata. Come abbiamo fatto noi. Quando siamo arrivati ​​alle 7 del mattino, non abbiamo dovuto aspettare affatto. Siamo stati accolti da una piazza San Pietro quasi deserta e da una tranquilla Basilica.

Assicurati di dedicare tempo sufficiente per comprendere le seguenti particolarità:

  • Piazza San Pietro: il Colonnato del Bernini abbraccia la piazza. Troverai 284 colonne e 88 pilastri, ciascuno alto 20 metri.
  • Ingresso alla chiesa: qui troverete il mosaico della chiesa originale del II secolo e l'ingresso alle scale per salire sulla cupola. Ci sono due statue su ciascuna estremità a sinistra Carlo Magno, a destra Costantino il Grande. Dai un'occhiata alle 5 diverse porte, tra cui la Porta Santa che viene aperta solo in occasione dell’anno santo.
  • Appena entrati, vedrai la famosa Pietà di Michelangelo sulla tua destra. Michelangelo scelse da solo il pezzo di marmo e da esso scolpì Maria e suo figlio Gesù morente. Insieme al David a Firenze, anche lui di Michelangelo, questa è l'opera d'arte più affascinante che abbia mai visto in vita mia.
  • Il Baldacchino del Bernini. Questo baldacchino sopra l'altare papale attira davvero l'attenzione e domina l'area sotto la cupola. Le colonne tortili sono alte 20 metri.
  • La statua di Pietro. Il suo piede destro è consumato dai baci del pellegrino.
  • Il Duomo. La caratteristica principale della Basilica e un vero pezzo d’ingegneria rinascimentale. Fu Michelangelo a realizzare il disegno della cupola, seguendo la cupola del Duomo di Firenze. Ma fu Della Porta a terminare la cupola alta 136,50 metri della Basilica di San Pietro nel 1590 d.C. Puoi salire sulla cupola a un costo aggiuntivo.
  • Ci sono numerosi altri siti interessanti da vedere, come la sacrestia sotto la chiesa con le tombe di famosi papi e il tesoro. In tutta la Basilica troverai tombe, sculture e dipinti riccamente decorati.

Ti sono piaciute le chiese di Roma che ti ho suggerito? Allora condividi i miei suggerimenti su Pinterest.

Le più belle chiese di Roma