Organizzare una crociera

Salve inguaribili viaggiatori
Oggi la nostra lettrice BigMama ci vuole raccontare come ha organizzare una crociera e ci porterà l'esempio pratico della crociera che farà tra pochi giorni

Con l'incipit “L’attesa del piacere è essa stessa piacere” di Gotthold Ephraim Lessing, ecco il suo racconto.

Organizzare una crociera: premessa

Parte da questo presupposto l’organizzazione dei miei viaggi. Non conosco il significato del termine “last minute”. Mi piace pensare un viaggio, organizzarlo, “concepirlo”, con larghissimo anticipo.

Organizzare una crociera: iniziamo

Anche il mio prossimo viaggio è nato cosi, nel 2015 decido (in famiglia sono io che mi occupo dei viaggi) di tornare nei Caraibi per la terza volta e scelgo di cambiare compagnia di navigazione, avendo navigato le volte precedenti con Norwegian Cruise Line, con cui per inciso sono stata benissimo.
La scelta ricade sulla Royal Caribbean, la nave è l’Allure of the seas, partenza prevista marzo 2016.
Purtroppo o per fortuna a gennaio 2016 la mia “bambina”, che sarebbe dovuta venire con noi si trasferisce per lavoro a Londra e la partenza slitta.

Per organizzare una crociera, contatto il call center di Royal Caribbean, avendo prenotato la crociera direttamente con loro, dopo averla scelta dal loro sito e cerchiamo di trovare una soluzione, infatti il sito italiano non permette di prenotare direttamente, cosa invece possibile sul sito americano.
Mi propongono la nuova nave, la regina dei mari, la nave più grande al mondo: Harmony of the seas. Come faccio a non accettare? Salperemo da Fort Lauderdale il 25 marzo 2017 e faremo scalo a Labadee, ad Haiti, a Falmouth in Jamaica, ed a Cozumel in Messico.

Resto piacevolmente stupita dall’assistenza fornita dal call center di RC, celeri nel risolvere ogni problematica e capaci.

Organizzare una crociera: tour prima della crociera

In un primo momento penso di fare un tour della Florida come negli anni passati, ed inizio a cercare gli hotel. Come di consueto mi affido al mio sito di fiducia .

Dato che a Miami gli hotel sono carissimi ne scelgo uno in zona aeroporto, scelta azzeccata perché poi il volo che prenderò arriverà di sera, il Doral Inn & Suite Miami Airport West, 324$ per due notti per una camera tripla, colazione inclusa. Ricordate la serie tv “Melrose Place”? Ebbene, il secondo hotel prenotato me la ricorda tanto.
E’ il Best Florida Resort a Fort Lauderdale, 133$ per una notte, sempre una tripla. Ovviamente le tasse non sono incluse.

Organizzare una crociera legata ad un'altra crociera

Invece di ritorno da una crociera di 11 giorni, lo scorso settembre realizzo che 11 "is megl" che 7, quindi decido di organizzare una crociera collegata e in pochissimo tempo trovo un’altra crociera che si incastri con le nostre date e cosi’ si aggiunge una mini di 5 giorni, sul Carnival Victory, che farò scalo a Key West e a Cozumel.

Questa la prenoto sul sito americano di Carnival, www.carnival.com, dato che su quello italiano non è possibile farlo.
A questo punto inizio a cercare su vari siti di prenotazione l'albergo dove dormire, fino a quando una voce dentro di me mi dice: COMPRA.
Cosi’ riesco a prendere un Malpensa Miami, con scalo a Madrid per 400 euro, con Air Europa.
Non ho mai volato con questa compagnia, ma decido per il volo con scalo perché a Madrid si unirà mia figlia che ci raggiungerà da Londra, e faremo il volo transatlantico insieme. Questa compagnia non ha buonissime recensioni, ma per il volo Madrid Miami utilizza due nuovissimi 787 Dreamliner, con schermi per ogni passeggero.
Il servizio pare sia un po’ spartano, e le cuffie per la visione dei film a pagamento (3 euro), ma mi riservo un giudizio al mio ritorno. Quando mancano poco meno di venti giorni faccio l’ Esta, direttamente sul sito ufficiale, https://esta.cbp.dhs.gov/esta/, verrà cosi’ a costare solo 14$, contro gli 80$ che richiedono dei siti non ufficiali.

Il mio passaporto scade a luglio, quindi non ho sei mesi di validità residua, ma non è un problema in quanto l’Italia fa parte del Six month Club, cioè quel gruppo di nazioni i cui membri necessitano solo di un passaporto che sia ancora valido al momento del rientro https://www.cbp.gov/document/bulletins/six-month-club-update.

Ci siamo quasi, per organizzare una crociera alla perfezione, manca l’assicurazione sanitaria, secondo me indispensabile negli Stati Uniti, la scelta ricade su Columbus, per 15 giorni in due spenderemo circa 120 euro, assicurando anche il bagaglio e l’annullamento viaggio.
Le spese mediche ovviamente hanno massimali illimitati. Columbus ha il pagamento diretto solo in caso di ricovero, negli altri casi bisogna prima saldare e poi si verrà rimborsati. Come nei viaggi precedenti mi affido a Rentalcar per il noleggio dell’auto, http://www.rentalcars.com.

Organizzare una crociera: noleggio auto

Per i primi due giorni a Miami noleggiamo una Mustang al costo di 108$, invece per il trasferimento a Fort Lauderdale abbiamo optato per una Chrysler 200, al costo di 41 $ per un giorno, tutte e due con Alamo. Una decina di giorni prima della partenza mi accorgo però di aver commesso un errore: ho messo come orario di pick up le 20.
Chiamo il call center di Rentalcar e chiedo quanto tempo ho a disposizione per ritirare la macchina, mi riferiscono che di solito c’è un’oretta di tolleranza. Considerato che il nostro aereo dovrebbe atterrare alle 19.50, che dovremmo ritirare i bagagli, passare il Borderd Usa, chiedo di spostare l’orario di ritiro alle 23. Mi dicono che la mia auto non è piu’ disponibile per quell’ora e che devo noleggiarne una a 150$. Non ne capisco la ragione, ma mi dicono che le tariffe ormai sono cambiate rispetto a novembre, quando ho noleggiato l’auto. Quasi rassegnata faccio un giretto su www.alamo.it e trovo la mia auto a soli 118$. Richiamo il call center di Rentalcar, e chiedo quali sono i costi per annullare la mia prenotazione con loro, mi rispondono che non ci sono costi e quindi cancello immediatamente la prenotazione e ne faccio direttamente una sul sito di Alamo, rimettendoci solo 10$.

Mancano ormai pochi giorni, ho fatto alzare i massimali delle carte di credito, stampato i bilgietti che le compagnie di crociera ci hanno inviato via mail ed iniziato il vero countdown: Caraibi arriviamo!

L'inguaribile viaggiatrice BigMama

Ringrazio BigMama per il racconto di come ha organizzato la crociera ai caraibi e restiamo tutti in attesa del suo rientro per poter leggere il suo racconto
Se anche tu vuoi dare dei consigli su come organizzare una crociera o un viaggio, non esitare a contattarmi: inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

Organizzare una crociera: programma definitivo di Bigmama
18 marzo MXP- MIA
18-20 marzo Miami
20-24 marzo Carnival Victory
24-25 marzo Fort Lauderdale
25 marzo Harmony of the Seas Royal Caribbean