Mar morto
La guida al Mar Morto in Israele

La guida al Mar Morto in Israele

Leggi la nostra guida di viaggio sul Mar Morto in Israele. Include le migliori cose da fare, come arrivare, dove alloggiare, quando andare o se vale la pena visitarlo.

Situato tra Israele e Giordania, il Mar Morto non è come nessun altro posto al mondo. Nuotare nel Mar Morto è una di quelle esperienze di viaggio uniche nella vita che sono nella lista dei desideri di ogni viaggiatore.

Il Mar Morto, infatti, è quasi dieci volte più salato dell'oceano ed è ricco di minerali e fanghi dalle proprietà curative. Pertanto, non sorprende molto che il Mar Morto sia una delle principali attrazioni di Israele e di conseguenza dell'intera regione.

Indipendentemente dal fatto che tu voglia andare al Mar Morto in gita di un giorno da Gerusalemme o desideri soggiornare in un resort di lusso a Ein Bokek per una settimana, ti divertirai un mondo lì.

La parte migliore di una visita al Mar Morto è che offre più cose da fare di quanto sembri.

Pianificare il viaggio nel Mar Morto non è eccessivamente complicato, ma ci sono alcune cose che dovresti sapere prima di partire, poiché non è così semplice come guidare lungo l'autostrada del Mar Morto in Giordania.

Quindi, anche se visitare il Mar Morto in Israele non è complicato, è comunque meglio arrivare preparati.  Quindi ecco tutto ciò che devi sapere sulla visita al Mar Morto.

Dove alloggiare nel Mar Morto

La migliore selezione di hotel sul lato israeliano del Mar Morto si trova a Ein Bokek. La costa della Cisgiordania è abbastanza sottosviluppata, ma puoi trovare qualche posto dove pernottare anche qui.

Se decidi di soggiornare direttamente a Ein Bokek, preparati a spendere un sacco di soldi per l'alloggio.

Come accennato in precedenza, arrivare in date specifiche ti aiuterà a ridurre le spese, ma non sarà ancora esattamente un viaggio economico.

Tuttavia, pagare soldi extra ti farà ottenere un alloggio con piscine all'aperto, ristoranti squisiti, camere con aria condizionata, vista sul lago o trattamenti termali.

Gli hotel di Ein Bokek sono costosi e, sfortunatamente, mancano di opzioni per i viaggiatori in economia.

Ecco i migliori hotel nella zona del Mar Morto.

Ein Bokek | Vert Dead Sea Hotel - Situato nella parte settentrionale di Ein Bokek, il Vert Dead Sea Hotel vanta una spiaggia privata, camere di nuova concezione, squisiti trattamenti termali e una piscina unica con l'acqua del Mar Morto.

Ein Bokek | Nevo by Isrotel Collection - Spiaggia privata, piscina all'aperto, camere spaziose, cena a buffet, terrazza solarium, sauna o bagno turco, puoi trovare tutto questo in Nevo by Isrotel Collection e molto altro.

Neve Zohar | Herods Dead Sea - Situato a Neve Zohar, l'Herods Dead Sea offre viste panoramiche, servizi benessere, trattamenti personali, piscine sulfuree, bagno turco, vasca idromassaggio o campi da basket.

Ein Gedi | Ein Gedi Kibbutz Hotel - Immerso in un grazioso giardino lussureggiante, l'Ein Gedi Kibbutz Hotel offre camere pulite, una piscina all'aperto, una gustosa colazione, parcheggio gratuito e viste mozzafiato. Se stai cercando un'oasi di pace nel deserto, qui la troverai.

Kalia | Kalia Kibbutz Hotel - Situato in Cisgiordania nell'insediamento di Kalia, il Kalia Kibbutz Hotel è un luogo perfetto per i viaggiatori che cercano un posto dove pernottare in questa zona. Le camere private hanno l'aria condizionata, la posizione è tranquilla, anche se è necessaria un'auto per raggiungere il Mar Morto perché è a pochi chilometri dalla riva.

SUGGERIMENTO: Se non sei sicuro in quale zona alloggiare quando visiterai il Mar Morto o Israele, controlla le varie offerte presenti su www.booking.com. Offrono continuamente le migliori tariffe del web e la loro attenzione all'utente finale è ottima.

Ami viaggiare? Vuoi tornare a farlo in sicurezza? Anche noi e non possiamo pensare ad un viaggio senza preoccuparci di fare un’assicurazione di viaggio per proteggersi da ogni imprevisto che può accadere prima o durante il vostro viaggio, soprattutto in questo periodo in cui spesso le condizioni cambiano velocemente.

Queste sono le compagnie a cui ci rivolgiamo:

Fai un preventivo gratuito e senza impegno per verificare quale sia la migliore soluzione per te e la tua famiglia.

Cosa fare al Mar Morto

Mentre potresti spesso sentire che il paesaggio arido che circonda il Mar Morto non è attraente, dobbiamo non essere d'accordo con questo. Il Mar Morto è uno dei luoghi unici che abbiamo mai visitato.

E una volta salito in cima all'altopiano su cui sorge Masada, lo scenario arido e desertico ti lascerà a bocca aperta. Quindi cosa c'è da fare al Mar Morto?

Dal galleggiamento nel lago salato, al soggiorno in resort di lusso, ai trattamenti termali, alla visita di siti storici, alle escursioni negli wadi con cascate, il Mar Morto ha tutto.

Mentre i turisti moderni amano il Mar Morto, non sono di gran lunga i primi che possono godere del privilegio di visitare questo luogo

Già nel I secolo aC il re Erode il Grande conosceva gli effetti terapeutici delle acque minerali o dell'eccesso di ossigeno nell'aria. E come in quasi ogni angolo di Israele, anche qui puoi trovare storia antica e storie emozionanti.

In poche parole, una delle cose più importanti da sapere su Israele è che puoi trovare molta storia anche in luoghi aridi come il Mar Morto.

Il Posto più basso del mondo

Poiché la superficie dell'acqua del lago si trova a 430 metri sotto il livello del mare, il Mar Morto è il punto più basso della Terra. E ti imbatterai in questo fatto abbastanza spesso mentre sei qui.

Quando stavamo scendendo verso il Mar Morto mentre guidavamo sull'autostrada 25, ci siamo davvero divertiti a individuare quegli enormi indicatori di elevazione che ci informavano sulla nostra attuale altitudine.

Inoltre, è stato divertente vedere sul nostro smartwatch con altimetro che siamo ancora a pochi metri sotto il livello del mare nonostante siamo saliti a 400 metri di dislivello fino a Masada.

A Kayla Beach, puoi trovare il bar più basso del mondo. Sono piccoli dettagli come questi che renderanno il tuo viaggio qui ancora più memorabile.

A proposito, il Mar Morto non è l'unico posto in Israele che si trova sotto il livello del mare. Luoghi come Tiberiade e l'intero Mare di Galilea o Gerico hanno anche questa caratteristica in comune.

La storia del Mar Morto

Per prima cosa: perché il Mar Morto è morto? Bene, è così salato che nessun animale come il pesce può viverci. Tuttavia, ciò non significa che sia COMPLETAMENTE morto. Infatti, il Mar Morto vanta di innumerevoli microrganismi come diversi batteri e alghe microscopiche. Eppure, ci sono un sacco di minerali ospitati nel sale.

Testimonianze dell'importanza del Mar Morto risalgono (letteralmente) ai tempi biblici. Molte delle scene bibliche più importanti sono legate al Mar Morto e al suo ambiente naturale unico. Non c'è da stupirsi che molti combinino le loro vacanze in Giordania sul Mar Morto con una visita ai siti biblici.

In effetti, il fenomeno di questo mare estremamente salato incuriosisce le persone da migliaia di anni. Tuttavia, non è solo un'attrazione naturale, ma il Mar Morto è anche vitale per la flora e la fauna delle regioni.

È estremamente importante comprendere l'importanza del Mar Morto per preservarlo per le generazioni future. In effetti, il Mar Morto sta effettivamente morendo.

Con il clima che si fa più caldo, accelerando così l'evaporazione, e con stagioni secche più lunghe e gli afflussi fluviali limitati, le dimensioni del Mar Morto diminuiscono ogni anno di ben 10 cm.

I posti migliori per nuotare nel Mar Morto

Trovare un posto sano e sicuro per nuotare nel Mar Morto in Israele è, che ci crediate o no, molto facile perché la scelta è piuttosto limitata.

Giù le mani, il posto migliore per nuotare nel Mar Morto in Israele è Ein Bokek, ma non è l'unico posto che puoi visitare.

E mentre Ein Bokek offre tutto il necessario per vivere il Mar Morto, alcuni viaggiatori potrebbero preferire un'atmosfera un po' meno sviluppata e più autentica.

Quindi ecco la nostra lista delle migliori spiagge del Mar Morto in Israele.

Spiaggia di Ein Bokek

Non puoi visitare il Mar Morto e non fare l'ovvio! Il galleggiamento è il motivo per cui le persone vengono qui da decenni ed è ancora un'esperienza molto surreale (anche alla nostra seconda visita!).

La cosa grandiosa della parte israeliana è che è perfettamente adatta per fare un tuffo. A differenza del lato giordano, ha passerelle e ringhiere per aiutare chiunque voglia entrare senza il timore di tagliarsi i piedi sulla crosta di sale sotto la superficie.

Consigliamo Ein Bokek in quanto questa sezione non solo è veramente accessibile, ma è anche molto bella. L'acqua qui è di un blu mozzafiato che sembra quasi irreale. I panorami qui sono spettacolari e ci sono molti punti in cui rilassarsi dopo aver fatto un tuffo. Ci sono anche molte incredibili formazioni di sale che creano delle belle foto.

Spiaggia di Nevé Zohar

Solo pochi chilometri a sud di Ein Bokek si trova un piccolo insediamento di Neve Zohar.

E appena un po' a nord del villaggio, troverai un paio di altri hotel se trovi Ein Bokek troppo sviluppato.

Kalia Beach

Dato che Kalia Beach (a volte si scrive Kalya Beach) è molto vicina a Gerusalemme, è uno dei posti migliori da visitare durante una gita di un giorno da lì.

Kalia Beach offre un'esperienza piuttosto autentica, ha fango ed è nel bacino settentrionale.

Mentre Kalia Beach potrebbe essere una delle migliori gite di un giorno da Gerusalemme, è bello sapere che il posto è in Cisgiordania.

Se per qualche motivo non vuoi viaggiare in questo territorio, la tua prossima e unica opzione è Ein Bokek.

Tuttavia, Kalya si trova nell'Area C, quindi dovrebbe essere sicura per viaggiare.

Il più grande svantaggio di Kalia Beach è che non è gratuito. Il biglietto d'ingresso a Kalia Beach è di 60 NIS (20 euro), che è piuttosto alto, anche se il parcheggio, gli spogliatoi, le docce e i servizi igienici sono inclusi nel prezzo.

Tutto sommato, non è un cattivo affare anche per i viaggiatori che visitano Israele con un budget limitato.

La spiaggia di Kalia è aperta dalla domenica al sabato dalle 8:00 alle 17:00.

Come accennato in precedenza, Kalia Beach si trova a soli 45 chilometri a est di Gerusalemme, quindi è facile arrivarci con l'autobus pubblico.

Prendi l'autobus 486 (Egged) dalla stazione centrale degli autobus di Gerusalemme e scendi a Kalya Beach. L'autobus si ferma sull'autostrada principale 90, ma è facile raggiungere la spiaggia in meno di 20 minuti a piedi.

Spiaggia di En Gedi

Mentre menzioniamo luoghi sicuri per nuotare nel Mar Morto, non possiamo non menzionare la spiaggia di Ein Gedi, che è l'esatto contrario.

Alcuni anni fa, Ein Gedi aveva il proprio accesso al Mar Morto, ma non è più così.

Questa zona è la testimone vivente dei drammatici cambiamenti che sta attraversando il Mar Morto, e non devi nuotare lì.

Poiché la superficie dell'acqua del Mar Morto si abbassa sempre di più ogni anno, sono sorti diversi nuovi problemi.

Il problema più grande risiede nelle doline che sono apparse dal nulla, rendendo pericolosa la visita alla spiaggia di Ein Gedi.

Inoltre, potrebbero esserci altre doline che non sono ancora visibili. Pertanto, è meglio stare lontano da questa zona.

Goditi i benefici per la salute del Mar Morto

Il Mar Morto ti fa stare bene!

Fare un bagno nel Mar Morto seguito da un bagno di fango non è solo divertente, ma ha anche molti benefici per la salute.

Quindi, quanto sale c'è nel Mar Morto?

Rispetto a un mare normale che ha il 3% di sale, il Mar Morto ha una concentrazione di sale superiore al 30%. Il sale è una concentrazione di oltre 20 minerali tra cui calcio, potassio, bromuro e magnesio. Molti di loro non possono essere trovati in nessun altro oceano.

Ogni minerale ha almeno un effetto benefico sulla tua salute e sulla tua pelle.

Il calcio allevia le cellule della pelle e pulisce i pori, il bromuro ha un effetto rilassante e ha effetti antinfiammatori, lo iodio aiuta a regolare l'energia metabolica, il potassio è ottimo per l'ossidazione e lo zolfo è il meglio che puoi fare se hai disturbi della pelle come l'eczema.

Dicono anche che i minerali del Mar Morto sono ottimi per aiutare contro le malattie cardiache, i reumatismi e l'artrite.

Luoghi da visitare nell'area del Mar Morto

Mentre sdraiarsi sulla spiaggia o galleggiare nel Mar Morto è divertente, è probabile che tu non voglia passare un'intera giornata a oziare.

Fortunatamente, le colline circostanti del deserto della Giudea hanno degli assi nella manica.

Massada

Scommetto che ne hai già sentito parlare. È una delle attrazioni più popolari in Israele che i turisti, in particolare i turisti ebrei, affollano.

Massada è l'antica fortezza dove il popolo della Giudea combatté contro i romani nel I secolo. Beh, "combattuto" probabilmente non è il termine giusto. Fondamentalmente, un gruppo estremista locale si ribellò all'occupazione romana. L'Impero Romano non amava le ribellioni e tendeva a reprimerle in modo piuttosto metodico, come fecero anche qui.

Situato ai margini del deserto della Giudea, il Parco Nazionale di Masada è un sito Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO.

Crediamo che il modo migliore per arrivare a Masada sia percorrere lo Snake Trail, ma preparati che dovrai affrontare 400 metri di dislivello.

In alternativa, prendi una funivia o cammina dal parcheggio ovest per semplificarti la vita.

Riserva naturale di Ein Gedi

Una bellissima oasi nel deserto della Giudea, questo posto merita almeno mezza giornata per visitarlo adeguatamente. Innanzitutto, la riserva naturale stessa. Immagina ruscelli di acqua limpida, che scorrono attraverso le montagne del deserto con alberi incantevoli e vegetazione lungo la tua escursione. Probabilmente vedrai anche stambecchi lungo la strada.

Ci sono due grandi escursioni nella riserva di Ein Gedi. Non sono molto lunghi e ti ci vorranno 1-2 ore ciascuno, a seconda di quanto sei in forma.

La riserva naturale di Ein Gedi è composta da due canyon separati ed è diventata rapidamente uno dei nostri posti preferiti in Israele.

Wadi David e Wadi Arugot sono due canyon alimentati da sorgenti con ruscelli e cascate tutto l'anno che sfociano nel Mar Morto, stambecchi che si muovono sulle ripide scogliere e pozze cristalline dove è possibile fare un tuffo rinfrescante per evitare il caldo della Giudea Deserto.

Che tu abbia solo un paio d'ore per fare un'escursione solo a David Waterfall o un'intera giornata per vedere tutto, una cosa è certa: la Riserva Naturale di Ein Gedi non ti deluderà.

Il nuoto è consentito qui, quindi assicurati di portare con te costume da bagno e scarpe da acqua per ottenere il massimo dal posto.

Qumran

Sede degli antichi Rotoli del Mar Morto, il Parco Nazionale di Qumran è un altro luogo della zona che potrebbe attirare il tuo interesse.

A differenza di Ein Gedi e Masada, Qumran si trova in Cisgiordania, quindi visitare questo sito potrebbe richiedere una pianificazione aggiuntiva.

E perché Qumran è famoso? Negli anni '40, i beduini locali, i pastori scoprirono alcuni rotoli nelle grotte sopra il Mar Morto.

Come si è scoperto, questi rotoli avevano circa duemila anni e includevano manoscritti della Bibbia ebraica.

Gli archeologi hanno trovato più rotoli e frammenti negli anni successivi e la scoperta è stata ampiamente considerata estremamente importante.

 Controlla il sito ufficiale del parco per maggiori informazioni in lingua inglese.

Trova l'albero del Mar Morto

L’albero del Mar Morto è un'icona israeliana, anche se è solo un albero solitario che vive su una piccola isola salata nel mezzo del Mar Morto. Il Mar Morto prende il nome perché è così inospitale per la vita: il livello del sale uccide tutto ciò che ci prova. Quindi vedere questo albero nel mezzo era qualcosa che sapevamo di dover controllare.

Non c'erano molte informazioni su dove fosse, sapevamo solo che era in Israele. Sfida accettata.

Dopo aver dato un'occhiata in giro su Google Maps, abbiamo scoperto che questa splendida isoletta si trovava di fronte alla spiaggia pubblica e sembrava piuttosto vicina.

Quello che abbiamo scoperto è che è ingannevolmente lontano e non così facile nuotare nel mare salato (che può sembrare di guadare la melassa)

Cose da sapere sul nuoto nel Mar Morto

Nuotare, o più precisamente, galleggiare nel Mar Morto, è molto facile, ma ha le sue specificità.

Ad esempio, le persone che non nuotano non possono affondare qui. Quindi sì, anche i non nuotatori si divertiranno qui. Ma c'è molto di più che dovresti sapere su questa attività.

Quindi, se questa è la tua prima esperienza con questo lago salato, ecco alcune cose da fare e da non fare per nuotare nel Mar Morto.

Innanzitutto, è bene seguire i consigli ma anche divertirsi. Leggendo tutti questi suggerimenti, potresti avere l'idea che questa sarà un'esperienza stressante. Non lo farà.

Assicurati solo di non schizzare troppo, in modo che l'acqua non entri negli occhi e tieni sempre la testa sopra la superficie dell'acqua.

Inoltre, sarebbe meglio se evitassi di raderti almeno un giorno prima di partire.

Come arrivare nel Mar Morto

Ci sono due modi principali per raggiungere il Mar Morto. Uno di loro attraversa la Cisgiordania mentre l'altro percorso lo evita. Quindi tutto si riduce al tuo itinerario di viaggio preferito e al tuo stile di viaggio.

In base alla nostra esperienza, crediamo che sia meglio noleggiare un'auto in Israele per vedere quanti più posti possibili in modo rilassato, ma è il tuo tempo e denaro, quindi la scelta spetta a te.

Inoltre, tieni presente che la maggior parte delle compagnie di autonoleggio non consente di viaggiare in Cisgiordania.

Macchina

Il modo più semplice e conveniente per raggiungere il Mar Morto da qualsiasi luogo in Israele è l'auto. Questo è anche il modo in cui ci siamo arrivati noi.

Abbiamo viaggiato verso il Mar Morto da Nazareth e abbiamo deciso di evitare la Highway 90 della Cisgiordania.

Invece, abbiamo utilizzato l'autostrada 6 e siamo arrivati a Ein Bokek via Beer Sheva e Arad. Guidare e noleggiare un'auto in Israele è molto semplice.

Da Gerusalemme a Ein Bokek è un viaggio lungo circa 115 chilometri attraverso la Route 90 o un percorso lungo 170 chilometri attraverso l'autostrada 6, l'autostrada 31 e l'autostrada 90.

Sono anche circa 170 chilometri quando viaggi verso il Mar Morto (Ein Bokek) da Tel Aviv attraverso l'autostrada 6, mentre sono circa 120Km se parti da Petra in Giordania.

Se vuoi guidare da Eilat al Mar Morto in auto, prendi l'autostrada 90 dall'uscita nord e seguila per 200 chilometri fino ad arrivare a Ein Bokek.

Autobus

La buona notizia è che Israele ha una buona rete di trasporti pubblici. Quindi arrivare al Mar Morto in autobus non è qualcosa di cui dovresti aver paura.

Che tu vada da Eilat a Ein Bokek o Kalya Beach da Gerusalemme in autobus, sarà un viaggio veloce e relativamente comodo.

Come accennato in precedenza, l'autobus 486 (Egged) ti porterà da Gerusalemme a Kalya Beach, Ein Gedi Reserve, Masada, Ein Bokek e Neve Zohar.

L'autobus parte regolarmente dalla stazione centrale degli autobus di Gerusalemme, ad esempio alle 8:00, 9:00, 9:50, 10:40, 11:30, ecc.

Se viaggi da Eilat al Mar Morto, prendi l'autobus 444 (Egged).

Questo autobus attraversa anche Neve Zohar, Ein Bokek, Masada, Ein Gedi Reserve, Kalya Beach fino alla stazione centrale degli autobus di Gerusalemme, ma è necessario prenotare il posto in anticipo.

Quando andare nel Mar Morto

L'area del Mar Morto è uno dei luoghi più caldi in Israele, quindi è meglio sapere cosa aspettarsi prima di selezionare le date del viaggio.

Quando decidi di visitare destinazioni simili, ci sono due cose fondamentali da considerare: la temperatura dell'acqua e la temperatura esterna.

Quindi la temperatura dell'acqua varia tra i 20 ei 25 gradi Celsius durante tutto l'anno, rendendola piacevole tutto l'anno.

Siamo già stati due volte sul Mar Morto, una a novembre da parte israeliana e una a marzo da parte giordana.

Mentre faceva un po' più freddo la mattina presto, l'aria si è riscaldata notevolmente quando siamo arrivati in spiaggia. E la temperatura è rimasta piacevole per tutto il giorno.

Pertanto, riteniamo che l'autunno e la primavera siano il periodo migliore per visitare il Mar Morto.

Un altro vantaggio che abbiamo potuto vedere in questo periodo è stata la possibilità di sfuggire alle giornate fredde e grigie dell'Italia in autunno.

Anche se è più difficile, in seguito, tornare alla realtà meteorologica poco invitante di casa tua. L'unico problema è che non sarai l'unico a pensarlo, quindi puoi aspettarti prezzi più alti per hotel e folle.

L'estate è senza dubbio il periodo peggiore per visitare il Mar Morto poiché le temperature spesso superano i 40 gradi, quindi fa un caldo insopportabile per fare qualsiasi altra cosa tranne sdraiarsi sulla spiaggia.

C'è sempre un lato positivo. Durante l'inverno al Mar Morto, i prezzi per l'alloggio sono al punto più basso e puoi trovare ottime offerte ed evitare la folla.

Piove molto poco in questa regione arida, ma quando lo fa, fai attenzione alle inondazioni improvvise durante le escursioni nel deserto.

Inoltre, cerca di evitare le festività ebraiche quando visiti il Mar Morto poiché anche la gente del posto ama questa zona e i prezzi per l'alloggio salgono alle stelle.

Cosa mettere in valigia per il Mar Morto

Poiché le temperature estive nel Mar Morto spesso superano i 40 gradi Celsius, assicurati di rimanere idratato per tutto il giorno.

Poiché puoi trovare acqua potabile in Israele in quasi ogni angolo, porta con te la tua bottiglia d'acqua riutilizzabile per ridurre l'impronta di plastica.

Anche quando abbiamo fatto un'escursione a Masada, abbiamo portato abbastanza acqua solo per la salita perché c'erano fontane con acqua potabile nel sito.

Come accennato in precedenza, il Mar Morto è estremamente salato e, come tutti sappiamo, il sale non è il migliore amico dell'elettronica, degli oggetti di valore e persino dei vestiti.

Anche se sappiamo che vuoi avere un bell'aspetto in spiaggia, è meglio indossare qualcosa di più logoro o qualcosa che non ti dispiace togliere.

Quando non lo usi, ha senso lasciare la fotocamera mirrorless, il telefono, il Kindle o qualsiasi cosa porti con te in spiaggia in un sacco asciutto. Inoltre, non dimenticare di pulirlo con un panno umido dopo essere tornato nella tua camera d'albergo.

Nonostante l'elevazione inferiore riduca l'indice UV, è ancora meglio applicare la protezione solare. Poiché la zona è molto secca, abbiamo scoperto che avere un balsamo per le labbra ci ha salvato la vita.

A seconda del luogo che si desidera visitare, le scarpe da acqua possono rendere molto più sopportabile la camminata sui cristalli affilati come rasoi, come abbiamo appreso quando abbiamo trovato un posto libero per nuotare in Giordania.

Tuttavia, la spiaggia di Ein Gedi è sabbiosa, quindi non ne hai bisogno lì.

La sicurezza nel Mar Morto

Come tutti sappiamo, stare al sicuro durante il viaggio è una cosa fondamentale. È un po' più complicato quando si tratta della situazione della sicurezza in Israele, poiché può cambiare radicalmente nel giro di poche ore.

Tuttavia, l'area del Mar Morto è una delle principali destinazioni turistiche ed è sicura da visitare. Almeno la maggior parte delle volte.

Se hai intenzione di visitare la Cisgiordania, l'area del Mar Morto si trova nella Zona C, che è sotto il controllo israeliano, il che la rende relativamente sicura per l'esplorazione.

Detto questo, stare al sicuro in Israele richiede alcuni passaggi aggiuntivi da parte tua, quindi assicurati di leggere il nostro articolo separato su questo argomento per saperne di più.

Quando viaggi in Israele, ti consigliamo di leggere i giornali locali (sono online e in inglese) per vedere se sta per succedere qualcosa o no. O se è appena successo qualcosa.

Assicurazione di viaggio per il Mar Morto

Ami viaggiare? Vuoi tornare a farlo in sicurezza? Anche noi e non possiamo pensare ad un viaggio senza preoccuparci di fare un’assicurazione di viaggio per proteggersi da ogni imprevisto che può accadere prima o durante il vostro viaggio, soprattutto in questo periodo in cui spesso le condizioni cambiano velocemente.

Queste sono le compagnie a cui ci rivolgiamo:

Fai un preventivo gratuito e senza impegno per verificare quale sia la migliore soluzione per te e la tua famiglia.


Viaggia in modo più intelligente e sicuro!

Puoi annegare nel Mar Morto?

Dal momento che non si può affondare nel Mar Morto, la saggezza convenzionale è che non si può annegare in esso. A dire il vero, non si può annegare in mare nel senso convenzionale, scivolando sotto la superficie. Tuttavia, come menzionato nella sezione sulla sicurezza, le persone possono sempre annegare nel Mar Morto.

Poiché si tratta di un problema di sicurezza, vale la pena spiegarlo ancora una volta. Il motivo per cui si può annegare nel Mar Morto ha a che fare con la sua densità dovuta all'alto contenuto di sale. Le persone che fanno il bagno nel mare Morto di solito lo fanno sulla schiena.

Tuttavia, se ci si trova sdraiati a faccia in giù nel Mar Morto, si possono avere seri problemi. Nelle normali acque dolci o oceaniche, i nuotatori usano le braccia per rimettersi a faccia in su. Tuttavia, poiché il Mar Morto è così denso, questa manovra è molto più difficile.

Per finire, l'acqua di mare è così salata che ingerirne solo un po' può avvelenare gli organi interni e distruggere l'equilibrio elettrolitico del corpo.

Per fortuna i bagnini sono a disposizione per tirare fuori i bagnanti che si mettono nei guai purché ci si rechi in una delle spiagge ufficiali citate in questo post, durante il loro orario di apertura.

Di quanti giorni hai bisogno per il Mar Morto

Personalmente riteniamo che dovresti dedicare almeno due giorni alla regione del Mar Morto. E se vuoi trascorrere un'intera giornata oziando sulla spiaggia, fallo tre.

Tuttavia, se hai poco tempo, sappi che puoi vedere Masada, Ein Gedi e nuotare a Ein Bokek in un giorno.

Quindi, pur avendo solo un giorno intero per il Mar Morto non è ottimale, ti permetterà di vedere le migliori attrazioni che questa zona ha da offrire. Assicurati solo di iniziare la giornata presto.

Due giorni al Mar Morto sono, a nostro avviso, il periodo ottimale per la maggior parte dei viaggiatori che hanno dieci giorni o due settimane per Israele.

E guardare il sole che sorge sopra le montagne giordane la mattina presto è un'esperienza che non dimenticherai mai.

Due giorni (una notte) ti danno tutto il tempo per arrivare qui, visitare Masada, Ein Gedi, nuotare nel mare Morto e dirigersi verso la tua prossima destinazione nel pomeriggio del giorno successivo.

Tre e più giorni al Mar Morto sono l'ideale per le persone che vogliono prendere le cose con calma e godersi al massimo l'esperienza di galleggiamento e spa.

Basarsi a Ein Bokek e fare diverse gite di mezza giornata è un ottimo modo per esplorare questa regione. Assicurati solo di portare abbastanza soldi con te.

Vale la pena visitare il Mar Morto?

Se sei arrivato alla fine del post sul blog, probabilmente conosci già la risposta. Il Mar Morto dovrebbe essere presente in ogni itinerario in Israele e crediamo che valga sicuramente la pena visitarlo.

Il lago salato unico, l'atmosfera tranquilla, insieme alla storia antica, creano una combinazione a cui è difficile resistere.

E non vediamo un solo motivo per cui non vorresti visitare questa zona unica mentre sei in Israele.

 

 

Questo articolo contiene link di affiliazione. Tutto ciò non comporta alcun costo aggiuntivo per te, mentre per noi significa ricevere una piccola commissione su qualsiasi tuo acquisto fatto attraverso i nostri link. È un modo per supportare le nostre attività.
Grazie per sostenerci.