New York la grande Mela
La grande Mela: New York

La grande Mela: New York

Salve inguaribili viaggiatori, la meta che volevo segnalarvi oggi è La grande Mela: New York, una delle città statunitensi più conosciute ed apprezzate: l’afflusso di turisti nella metropoli è in costante crescita da decenni e il trend non accenna a fermarsi.

New York è una città vastissima e, nelle ore di punta, piuttosto caotica: per questo è sconsigliato l’utilizzo dell’auto privata, a favore dei taxi o della metropolitana; nelle giornate soleggiate anche una camminata può rivelarsi una piacevole esperienza.

La grande Mela: New York si suddivide in cinque grandi aree, la più famosa delle quali è sicuramente Manhattan: dove si trova Wall Street, il più importante centro finanziario della terra, accanto al quale c’è Ground Zero, ovvero ciò che resta delle Torri Gemelle dopo la tragedia dell’11 settembre.

Sempre a Manhattan meritano una sosta anche l’Empire State Building, imponente grattacielo, e Times Square, piena di turisti ad ogni ora del giorno.

New York è conosciuta anche per i suoi quartieri caratteristici: ricordiamo, tra gli altri, Little Italy, dove si trova una grande concentrazione di immigrati italiani che gestiscono varie attività, soprattutto nel campo della ristorazione.

Molto bella anche Chinatown, assai estesa e particolare: si consiglia di visitarla durante i festeggiamenti per il capodanno cinese, quando le strade si riempiono di suoni e di colori.

New York venne soprannominata “la grande mela” nel 1909 dallo scrittore Edward S. Martin che nel libro "The Wayfaver in New York", paragona lo stato di New York a un melo, con le radici nella valle del Mississippi e il frutto a New York.

Durante la visita a New York, da non perdere la visita alla Statua della Libertà, in inglese Statue of Liberty, che è il monumento simbolo della città; ha accolto milioni di persone desiderose di trovare una nuova terra di pace, benessere, uguaglianza.

Posizionata sulle rovine di un’antica fortezza ottocentesca sulla Liberty Island, un piccolo isolotto situato a quattro chilometri dalla costa, la statua, si erge imponente con i suoi oltre novanta metri: l’ascensore interno porta su fino alla fiaccola, da cui si gode un panorama incredibile di New York.

La statua, inaugurata nel 1886 è un’opera dello scultore francese Gustave Eiffel e raffigura la dea della libertà mentre calpesta le catene della schiavitù.

Sul capo ha una corona con 7 punte simbolo dei sette mari e dei sette continenti verso cui si diffonde la libertà. Nella mano destra tiene una fiaccola e nella sinistra la dichiarazione d’indipendenza americana. Il racconto su New York: la grande Mela continua nei prossimi giorni.

Alla prossima meta.
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

SCHEDA TECNICA LA GRANDE MELA NEW YORK

Per ulteriori informazioni:
Ambasciata Usa in Italia
Via Veneto, 119/A - 00187 Roma
Tel. (+39) 06-46741 - Fax (+39) 06-488.2672

Siti Web:
Sito ufficiale della città di New York: www.nyc.gov

Ambasciata USA in Italia: www.usembassy.gov/it

Come si raggiunge:
In Aereo:
Ci sono molte compagnie che effettuano voli per New York. Questi voli possono essere diretti se si parte da Roma, Milano o Venezia oppure con uno scalo dagli altri aeroporti italiani.

Ambasciata d'Italia negli stati uniti
CONSOLATO GENERALE D’ITALIA A NEW YORK
690, Park Avenue - New York, NY 10065
tel: 1 (212) 439-8600 - fax: 1 (212) 249-4945
e-mail: info.newyork@esteri.it
Numero di reperibilità d'emergenza (fuori dell'orario di ufficio): dagli Stati Uniti: 1 917 294 9881 - dall'Italia: 001 917 294 9881
Orario di ufficio: lunedì - venerdì 9.00 - 17.00
Orario di apertura al pubblico: Lunedì - venerdì 9.00 - 12.30
Sito Internet: www.consnewyork.esteri.it

Documenti: I cittadini italiani che vogliono entrare a New York o negli Stati Uniti è necessario che abbiano il passaporto valido per tutto il periodo di permanenza, il biglietto di andata e ritorno ed il visto.
Quest'ultimo si ottiene compilando il modulo I-94W che si deve consegnare all'arrivo alle autorità dell'ufficio immigrazione e la cui validità è di 90 giorni.
È strettamente personale e per i minori di 14 anni deve essere firmato dal genitore o da chi esercita la patria potestà (il modulo è disponibile sul volo d'ingresso negli Stati Uniti e lo hanno tutte le compagnie aeree che partecipano al programma Visa Waiver Pilot Program). Parte di esso viene attaccato al passaporto dall'ufficiale di immigrazione e non deve essere mai staccato fino a quando non lasci definitivamente gli Stati Uniti (in ogni caso è l'addetto della compagnia aerea che provvede a toglierlo).
A partire dal 26 ottobre 2004 possono usufruire di questo programma solo le persone che posseggono un passaporto a lettura ottica. Questo tipo di visto è valido solo per turismo, per affari o per transito. Dopo l'ingresso negli Stati con questo tipo di visto, è possibile effettuare viaggi in Messico, in Canada e nelle isole contigue, purché la durata totale del soggiorno (USA e paesi contigui) non superi i 90 giorni. Il visto verrà negato a chi appartiene ad una delle categorie considerate inaccettabili. Queste categorie comprendono, fra l'altro, persone con precedenti penali, persone affette da gravi malattie contagiose o mentali, persone che abbiano fatto uso o traffico di droga, persone a cui sia stato già rifiutato il visto.
Per ulteriori informazioni: www.usembassy.it

Fuso orario: 5 ore in meno rispetto all'Italia, 6 quando in Italia vige l'ora legale.
Voltaggio energia elettrica: Corrente elettrica a 110 volt con spine di tipo americano, per cui è necessario munirsi di un adattatore.
Valuta: Dollaro americano 1USD = 0,78 EURO circa
Vacinazioni obbligatorie: Nessuna vaccinazione obbligatoria.
Periodo consigliato: Da Marzo a Novembre oppure durante il periodo natalizio.