La grande Mela: New York

La grande Mela: New York

Salve inguaribili viaggiatori, la meta che volevo segnalarvi oggi è La grande Mela: New York, una delle città statunitensi più conosciute ed apprezzate: l’afflusso di turisti nella metropoli è in costante crescita da decenni e il trend non accenna a fermarsi.

New York è una città vastissima e, nelle ore di punta, piuttosto caotica: per questo è sconsigliato l’utilizzo dell’auto privata, a favore dei taxi o della metropolitana; nelle giornate soleggiate anche una camminata può rivelarsi una piacevole esperienza.La grande Mela: New York si suddivide in cinque grandi aree, la più famosa delle quali è sicuramente Manhattan: dove si trova Wall Street, il più importante centro finanziario della terra, accanto al quale c’è Ground Zero, ovvero ciò che resta delle Torri Gemelle dopo la tragedia dell’11 settembre.Sempre a Manhattan meritano una sosta anche l’Empire State Building, imponente grattacielo, e Times Square, piena di turisti ad ogni ora del giorno. New York è conosciuta anche per i suoi quartieri caratteristici: ricordiamo, tra gli altri, Little Italy, dove si trova una grande concentrazione di immigrati italiani che gestiscono varie attività, soprattutto nel campo della ristorazione.Molto bella anche Chinatown, assai estesa e particolare: si consiglia di visitarla durante i festeggiamenti per il capodanno cinese, quando le strade si riempiono di suoni e di colori.New York venne soprannominata “la grande mela” nel 1909 dallo scrittore Edward S. Martin che nel libro "The Wayfaver in New York", paragona lo stato di New York a un melo, con le radici nella valle del Mississippi e il frutto a New York.Durante la visita a New York, da non perdere la visita alla Statua della Libertà, in inglese Statue of Liberty, che è il monumento simbolo della città; ha accolto milioni di persone desiderose di trovare una nuova terra di pace, benessere, uguaglianza.Posizionata sulle rovine di un’antica fortezza ottocentesca sulla Liberty Island, un piccolo isolotto situato a quattro chilometri dalla costa, la statua, si erge imponente con i suoi oltre novanta metri: l’ascensore interno porta su fino alla fiaccola, da cui si gode un panorama incredibile di New York.La statua, inaugurata nel 1886 è un’opera dello scultore francese Gustave Eiffel e raffigura la dea della libertà mentre calpesta le catene della schiavitù. Sul capo ha una corona con 7 punte simbolo dei sette mari e dei sette continenti verso cui si diffonde la libertà. Nella mano destra tiene una fiaccola e nella sinistra la dichiarazione d’indipendenza americana.Il racconto su New York: la grande Mela continua nei prossimi giorniAlla prossima meta. inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

SCHEDA TECNICA LA GRANDE MELA NEW YORK

Per ulteriori informazioni: Ambasciata Usa Via Veneto, 119/A - 00187 Roma Tel. (+39) 06-46741 - Fax (+39) 06-488.2672Siti Web: Sito ufficiale della città di New York: www.nyc.gov Sito dell’ambasciata USA in Italia: www.usembassy.itCome si raggiunge: In Aereo: Ci sono molte compagnie che effettuano voli per New York. Questi voli possono essere diretti se si parte da Roma, Milano o Venezia oppure con uno scalo dagli altri aeroporti italiani.Ambasciata CONSOLATO GENERALE D’ITALIA A NEW YORK 690, Park Avenue - New York, NY 10065 tel: 1 (212) 439-8600 - fax: 1 (212) 249-4945 e-mail: info.newyork@esteri.it Numero di reperibilità d'emergenza (fuori dell'orario di ufficio): dagli Stati Uniti: 1 917 294 9881 - dall'Italia: 001 917 294 9881 Orario di ufficio: lunedì - venerdì 9.00 - 17.00 Orario di apertura al pubblico: Lunedì - venerdì 9.00 - 12.30 Sito Internet: www.consnewyork.esteri.itDocumenti: I cittadini italiani che vogliono entrare a New York o negli Stati Uniti è necessario che abbiano il passaporto valido per tutto il periodo di permanenza, il biglietto di andata e ritorno ed il visto. Quest'ultimo si ottiene compilando il modulo I-94W che si deve consegnare all'arrivo alle autorità dell'ufficio immigrazione e la cui validità è di 90 giorni. È strettamente personale e per i minori di 14 anni deve essere firmato dal genitore o da chi esercita la patria potestà (il modulo è disponibile sul volo d'ingresso negli Stati Uniti e lo hanno tutte le compagnie aeree che partecipano al programma Visa Waiver Pilot Program). Parte di esso viene attaccato al passaporto dall'ufficiale di immigrazione e non deve essere mai staccato fino a quando non lasci definitivamente gli Stati Uniti (in ogni caso è l'addetto della compagnia aerea che provvede a toglierlo). A partire dal 26 ottobre 2004 possono usufruire di questo programma solo le persone che posseggono un passaporto a lettura ottica. Questo tipo di visto è valido solo per turismo, per affari o per transito. Dopo l'ingresso negli Stati con questo tipo di visto, è possibile effettuare viaggi in Messico, in Canada e nelle isole contigue, purché la durata totale del soggiorno (USA e paesi contigui) non superi i 90 giorni. Il visto verrà negato a chi appartiene ad una delle categorie considerate inaccettabili. Queste categorie comprendono, fra l'altro, persone con precedenti penali, persone affette da gravi malattie contagiose o mentali, persone che abbiano fatto uso o traffico di droga, persone a cui sia stato già rifiutato il visto. Per ulteriori informazioni: www.usembassy.itFuso orario: 5 ore in meno rispetto all'Italia, 6 quando in Italia vige l'ora legale. Voltaggio energia elettrica: Corrente elettrica a 110 volt con spine di tipo americano, per cui è necessario munirsi di un adattatore. Valuta: Dollaro americano 1USD = 0,78 EURO circa Vacinazioni obbligatorie: Nessuna vaccinazione obbligatoria. Periodo consigliato: Da Marzo a Novembre oppure durante il periodo natalizio.