Porec
Viaggio in Croazia

Salve inguaribili viaggiatori
L'inguaribile viaggiatrice Monica Sottomano è appena tornata da un viaggio in Croazia ed ha risparmiato di pagare il bollino della Slovenia rispettando la legge grazie all'articolo: Evitare la vignetta slovena ed ora vuole condividere la sua esperienza croata

Se anche tu vuoi condividere l’esperienza del tuo viaggio, non ti resta che contattarci alla seguente email: info(at)inguaribileviaggiatore.it

Ecco ora il racconto di Monica:

Quest'anno ho deciso di tornare in Istria perché è una terra molto bella.

Si saluta Trieste e ci inizia ad avvicinare all'Istria.
Dopo Buie, e già ci si trova nalla parte croata, si ha l'impressione di attraversare una infinita foresta in cui si alternano campi coltivati, uliveti e bosco.

Si incontrano poche automobili, ogni tanto si incontra un paesino con case basse e una piccola chiesa. L'impressione è di una grande tranquillità ma soprattutto di stare in un altro mondo. Dopo quasi 90 km. da Trieste raggiungiamo la località che abbiamo scelto per trascorrere 10 giorni di vacanza, Barbariga. L'idea era quella di stare in un paese piccolo per poter godere del mare andandoci a piedi ogni mattina. Questa località si trova 26 km. a sud di Rovigno, piccola città ben più conosciuta e ricca di reperti storici.

Andare a Barbariga invece, ci ha permesso di stare al mare con grandissima soddisfazione perché l'acqua è molto pulita, la costa ha parecchi scorci paesaggisticamente piacevoli, affacciandosi su diverse piccole isole. Raggiungere la costa (qui non si sono spiagge sabbiose) a piedi è semplice, basta seguire un sentiero parallelo al mare tracciato tra le piante. Un bosco infatti segue tutta la costa. Ci sono spiazzi per le auto ma non si cammina tra la polvere.

Anche il rientro, sebbene si senta la fiacca dopo l'esposizione al sole, non è massacrante dato che ci sono molti tratti in ombra. Se poi ci si vuole fermare tutto il giorno c'è il bosco, ricco di radure ombrose ed anche pulito - grazie al senso civico dei turisti - adatto per rinfrescarsi. Il vento c'è sempre! C'è anche un tratto per i cani, pulito anche quello. L'Istria è un posto molto pulito, gli ambienti sono semplici non pretenziosi, tenuti in modo impeccabile.

A 8 km. da Barbariga, nell'entroterra, c'è una località più vecchia, interessante e ben poco turistica, piena di vicoli che spesso finiscono in cortili oppure orti freschissimi, Vodjian /Dignano, dove molte persone parlano ancora l'Italiano. In fondo a questo paese si trovano delle "casite" di pietra a base circolare, parecchio simili ai trulli.

I dieci giorni sono volati e di mezzo ci sono state due partite emozionanti che hanno visto in campo la squadra della Croazia. Ci è molto piaciuto vederle in mezzo a tanta gente ed al tifo inevitabile. Non abbiamo fatto tanti giri: Pola con il suo anfiteatro l'avevamo già vista l'anno scorso, non ci piace molto, non avevamo voglia di città.

Abbiamo salutato Barbariga con un caffè e poi un ultimo bagno alla spiaggia dei cani e poi via, in macchina verso Trieste, per fare tappa a mangiare un panino con l'ombolo (prosciutto locale) ed una passeggiatin a nel suo magnifico centro, a due passi dal mare.

Anche Trieste è piacevole da visitarevisitare! "Ma questa è un'altra storia.." e vi saluto.
Monica Sottomano

 

 


Booking.com