Kyiv e la sua leggenda

Kyiv e la sua leggenda

Kyiv Fondatori della citta

Salve, inguaribili viaggiatori.
oggi mi ritrovo qui a narrarvi del mio essere leggenda.

Maggiore di due fratelli e di una sorella che con me partirono su di una barca sulle dolci acque del Dnipro alla ricerca di luoghi ameni ove fondare una nuova comunità…
Fu così che io, Kyi, decisi di entrare in questa storia: nell’anno 6370 dell’era bizantina, o meglio nel 862 dopo Gesù di Nazareth, come Nestore nella sua Cronaca dei tempi perduti raccoglie e narra delle mie gesta nei territori che qualcun altro diceva addirittura già occupati da insediamenti umani (il goto Giordane

Kyiv Pecherska Lavra
Kyiv Pecherska Lavra Uspenskyy Cattedrale

la chiama Danaprstadr e la fa esistere già nel V secolo…)

Ed intanto sulla Moscova il nulla regnava… vedi articolo (Cronaca degli anni passati XI-XII secolo)
Essendo le popolazioni slave molte e differenti, e non venendo a capo di chi potesse governarle, decisero di chiamare 3 fratelli variaghi/vichinghi ad amministrarli, di cui Rjurik era il maggiore, e scelse Novgorod come capitale. Gli altri due fratelli scoprirono Kyiv, e se ne innamorarono…

Si fondarono altre città, come Polock, Rostov e Beloozero.

04 Kyiv vecchia e nuova
List_of_Radzivill_Chron Ed intanto sulla Moscova il nulla regnava…

Oleg, cognato di Rjurik, regnò in attesa della crescita del di lui figlio Igor.
Conquistò altre città slave ed uccise, una volta arrivato a Kyiv, Askol’d e Dir in quanto usurpatori.
Era l’882, ed Oleg decise di trasferire la capitale del regno da Novgorod a Kyiv, dichiarando “Questa città sarà la madre di tutte le città della Rus’”

Ed intanto sulla Moscova il nulla regnava…

Nell’anno 6415 di Costantinopoli (il 907 d.C.) Oleg attaccò la capitale dell’impero con 2000 imbarcazioni ed 80.000 uomini, vincendo la battaglia. Riuscì ad ottenere degli accordi di pace commerciali con la promessa di non saccheggiare la capitale dell’impero romano d’Oriente: Leone ed Alessandro ritennero una buona soluzione l’accordo in cui si pagavano 12 grivny a soldato della Rus’, ed Oleg tornò trionfatore nel suo paese.

Ed intanto sulla Moscova il nulla regnava…

Con la conversione del principe Vladimir e dei suoi sudditi nel 988 al Cristianesimo ortodosso ci fu un cambiamento culturale significativo nella Rus’.

Kyiv Santa Sofia
Kyiv Cattedrale Mykhailivskyy

Fu così che, con le ricchezze ottenute dopo la vittoria sui greci/bizantini, la Rus’ si abbellì di palazzi e cominciarono ad essere costruite le prime chiese ed i primi monasteri.

Nel 1037 si cominciò la costruzione della chiesa di Santa Sofia, per diversi secoli la seconda in ordine di grandezza del mondo terracqueo dopo quella di Costantinopoli…

Ed intanto sulla Moscova il nulla regnava…

Teofilacto (988-1018) fu inviato da Bisanzio dal patriarca di Costantinopoli come metropolita per il regno di Kyiv, ma già nel 1051 fu nominato il primo metropolita della Rus’, Ilarion, sotto Yaroslav il Saggio.

Nella Povest’ vremennych let troviamo la notizia della fondazione del monastero Pecherska Lavra nell’anno 6582 (1074 d.C.), secondo il calendario bizantino. Ed intanto sulla Moscova il nulla regnava…

Mentre tutto questo accadeva in quel di Kyiv, la madre di tutte le città della Rus’, per tre secoli la cultura ed il sentimento dei rusici si faceva conoscere nel mondo.

Poi, molto dopo, nel 1147 qualcuno fondò sulla Moscova la città che volle arrogarsi la mia leggenda, provando in ogni modo e con ogni mezzo di cancellare la Storia.

Ma io sono Kyi, padre del popolo rusico, fondatore di Kyiv.

La mia Kyiv (2 ukraina 4 matrimony)

Tutto il resto è ignominia, miseria e piccolezza di spirito.

Io sono Kyi, il leggendario…”

Questo è solo uno degli infiniti motivi per cui val la pena visitare e conoscere Kyiv, la meravigliosa capitale dell’Ucraina.

Il racconto del nostro viaggio nella storia e nelle tradizioni dell'Ucraina continua nell'articolo Castelli e fortezze ucraini, mentre se lo volete leggere dall'inizio, vi rimando all'articolo: Ucraina porta d'Europa.

L’inguaribile viaggiatore Ernesto de Matteis
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

SCHEDA TECNICA UCRAINA

Per ulteriori informazioni: Ambasciata d’Ucraina nella Repubblica Italiana
Via Guida D’Arezzo 9
Roma
Tel. 06.841.2630 – 06.841.3345
emb_it@mfa.gov.ua

Siti Web: Ambasciata d’Ucraina nella Repubblica Italiana www.italy.mfa.gov.ua/it

Come si raggiunge:
In aereo: Kiew ha 2 aeroporti operativi per il traffico passeggieri

L’aeroporto Internazionale Kiew Boryspil' è il principale ed è situato a 29 Km da Kiew ed è collegato al centro della città da numerosi autobus o con i taxi.
L’aeroporto di Kiev-Žuljany ed è situato a 11 chilometri da Kiev e vi atterrano alcuni voli provenienti dall’Italia

In treno: E’ possibile raggiungere l’Ucraina in treno è possibile ma occorrono 2 giorni e almeno 7 cambi.
Distanze: La capitale Kiew dista da Roma 2.349 Km, Milano 2.092 Km, Venezia 1.841Km (fonte google maps)

Ambasciata: Ambasciata d’Itaia a Kiew
Vul. Yaroslaviv Val 32 B
01901 KIEV
Tel + 38 044 2303100 / 1 / 2 - Fax + 38 044 2303103
Email: ambasciata.kiev@esteri.it
Web: www.ambkiev.esteri.it/Ambasciata_Kiev

Documenti: Per i cittadini italiani serve il passaporto: necessario e con validità residua di almeno tre mesi al momento della partenza. Il visto non è necessario per soggiorni fino a 90 giorni.
Fuso orario: + 1 rispetto l’Italia

Voltaggio energia elettrica: Corrente elettrica a 220 volt 50 Hz
Vanno bene le normali prese italiane che non hanno il terzo contatto c.d. “messa a terra”. Per maggiori informazioni: : https://it.wikipedia.org/wiki/Spina_elettrica.
Valuta: L’unità monetaria è Grivnia ucraina UAH (1 Euro = 28,1946 Grivnia ucraina - 1 Grivnia ucraina= 0,0354678 euro).
Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna.
Periodo consigliato: Tutto l’anno.