Skopje Macedonia

Skopje e la Macedonia ovvero la terra di Alessandro Magno

Skopje e la Macedonia ovvero la terra di Alessandro Magno

Salve inguaribili viaggiatori,
la meta che volevo oggi segnalarvi è Skopje, la capitale della Macedonia, uno dei tanti luoghi e tante città che ancora non hanno raggiunto un posto al sole all'interno del panorama turistico europeo e/o mondiale, ovvero la terra di Alessandro Magno.

Come prima introduzione in Macedonia, Skopje è stato il miglior punto di partenza. È stata una delle mie città preferite durante il nostro viaggio di 2 settimane nei Balcani.

Mi piace chiamare Skopje la "Mini Las Vegas d'Europa senza i casinò". È diverso da qualsiasi altra capitale europea che ho visitato, con il suo stile unico e personale.

  1. La storia

La storia di Skopje risale all'antichità (4.000 ac), il che significa che il paese è stata la culla di una delle più antiche civiltà del mondo.

La prima cosa che accoglie il viaggiatore in viaggio a Skopje è sicuramente la fortezza di Kale, che si trova sulla sommità della città vecchia, affacciata sul fiume Vardar.
La prima costruzione di questo forte si fa risalire al VI secolo ad opera dei Bizantini, anche se l'edificio è stato più volte distrutto, ricostruito e rimaneggiato durante i periodi della varie conquiste, considerato il fatto che si trova in posizione strategica per dominare e controllare Skopje.

Oggi la fortezza di Kale è uno dei luoghi più affascinanti di Skopje, ideale per gli amanti delle fotografie, che qui potranno godere di panorami mozzafiato sulle vallate e sulla città, nonché luogo perfetto dove assistere a spettacoli teatrali estivi sotto le stelle.

E proprio ai piedi della fortezza si trova il Vecchio Bazar ottomano Stara Čaršija che è stato il cuore e l'anima della città dal 12° secolo.

Facciamo un salto in avanti di un paio di migliaia di anni e abbiamo la bellissima città che sta emergendo come destinazione di turisti emergenti.

Subito dopo la seconda guerra mondiale, la città si espanse rapidamente, ma questo fu interrotto da un violento terremoto il 23 luglio 1963 che devastò la città. Molti edifici storici furono persi e presto Skopje divenne un esempio di architettura modernista.

Il paese fu incorporato nella Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia nel 1963 e in seguito ottenne l'indipendenza nel 1991, acquisendo il nome di Repubblica di Macedonia.

Ciò ha causato un bel problema con la Grecia, in quanto hanno anche una regione chiamata "Macedonia". Entrambi i paesi affermano che la loro storia può risalire a un antico regno chiamato Macedon e che l'altro non ha il diritto di rivendicare quel titolo.

A seconda di chi si parla, che sia greco o macedone, il nome viene comunque accompagnato da forti tensioni. Per questo motivo, il paese non ha guadagnato la sua appartenenza alla NATO, quindi è meglio restare con la Repubblica di Macedonia. (Presto rinominata Repubblica della Macedonia del Nord)

  1. L'architettura moderna

Normalmente non amo molto l'architettura moderna che considero noiosa e fredda ed è la causa della storia perduta di molti edifici. I grattacieli moderni tendono a sostituire edifici storici che erano stati tristemente trascurati o abbandonati.

Tuttavia, Skopje ha un aspetto molto contemporaneo e allo stesso tempo ispira un classico stile greco. Grandi, monumentali, bianchi edifici incontaminati fiancheggiano le rive del fiume, sentendosi più come quel "mini europeo di Las Vegas" di cui ho parlato prima.

Il progetto Skopje 2014 è stato criticato come un'esposizione costosa e non necessaria del "nazionalismo" con un'esplosione di costruzione e ristrutturazione di una tonnellata di nuovi edifici, ponti e uffici governativi.

Grazie in parte al progetto "Skopje 2014", molti dei monumenti storici sono stati ricostruiti e rinnovati, tuttavia, questo è venuto con alcune critiche severe. In un paese che soffre ancora di alta disoccupazione e povertà, il progetto è stato criticato per aver speso quasi 80 milioni di euro.

Con una pletora di nuovi monumenti di alcune delle figure storiche del paese, la capitale della Macedonia del Nord sta cercando di creare un sentimento di orgoglio nazionale.

  1. Le statue e i monumenti

Mai nella mia vita ho visto così tante statue, monumenti e fontane in un unico posto. La statua più impressionante era senza dubbio il Guerriero su un Cavallo di Alessandro Magno nel centro della città.

Alcune statue e monumenti onorano le figure storiche del paese che hanno avuto una profonda influenza nell'arte, nella musica e nella politica mentre altre glorificano altri aspetti come le fasi della maternità.

Sono stato sorpreso di trovare il toro - il simbolo del distretto finanziario, solo per scoprire che il nostro hotel era in questo quartiere. D'altro canto, due statue hanno attirato la mia attenzione per essere completamente e assolutamente assurdo. Una di una ragazza che cammina mentre parla al cellulare e l'altra di un povero mendicante con la mano tesa.

Ogni pochi metri c'era un'altra lampada splendidamente realizzata e quando arrivammo al Museo di Archeologia e al Ministero degli Affari Esteri, ero in paradiso. Ci sono molti bei ponti in tutta la città, ma non più del Ponte delle Civiltà in Macedonia e dell'Art Bridge. Entrambi erano appena coperti in lampade! Ovviamente, ammirare questi ponti è stata una delle cose migliori da fare a Skopje!

Molto probabilmente la più assurda, la più alta installazione in cui la città ha speso i suoi soldi sono le quattro navi da guerra in stile Galleon sul fiume Vardar. Sebbene siano attraenti e costituiscano un interessante bar o ristorante, le barche in stile parco a tema non hanno motivo di essere lì e sono considerate "l'ultimo esempio di cattivo gusto", lasciando molti locali furiosi. Chiaramente un esempio di abuso di fondi.

  1. Il vecchio bazar Vecchio Bazar ottomano Stara Čaršija

Molto probabilmente la parte migliore della città è lo storico “Vecchio Bazar ottomano Stara Čaršija”, che risale al 12° secolo. Qui scoprirai che la città ha ancora quell'impulso storico dell'impero ottomano a riguardo. Il Bazaar di Skopje è in realtà il più grande dei Balcani al di fuori di Istanbul, in Turchia ed è quindi una delle cose più interessanti da vedere nella capitale della Macedonia del Nord!

Piccoli gruppi di uomini si siedono fuori dai loro negozi e caffè guardando i passanti.

Un negozio dopo l'altro era pieno di gioielli in oro e argento, lasciandoti domandare di come riuscissero tutti a rimanere aperti mentre gareggiavano per avere l'attenzione dei pochi clienti.

Qui troverai anche alcuni dei migliori piatti tradizionali di Skopje, che è abbastanza simile al cibo turco. Dopo aver passeggiato per i vicoli, siamo scesi al primo ristorante che abbiamo trovato e divorato una varietà di carni alla griglia e pollo, pane in stile turco e una birra macedone.

  1. Il mix di persone e religioni

Mentre gran parte della popolazione della Macedonia è composta da macedoni, una discreta percentuale sono albanesi e turchi. Pertanto, hai un centro culturale di religioni e persone che si uniscono in questa città.

Troverai il cristianesimo, l'islam e l'ortodosso orientale, che qui è la religione predominante. San Clemente di Ocrida era un'imponente chiesa ortodossa orientale con dipinti vivaci all'interno, mentre l'esterno era troppo moderno per essere storico.

Fu consacrato solo nel 1990 ed è la più grande cattedrale ortodossa macedone. Di gran lunga una delle chiese più uniche in Europa che abbia mai visto!

Troverai anche una casa commemorativa dedicata a Madre Teresa, nata a Skopje (allora parte del Kosovo Vilayet dell'Impero ottomano). Era una suora e missionaria cattolica e albanese-indiana che viveva in Irlanda e in India per la maggior parte della sua vita.

Nel vostro viaggio nella capitale della repubblica macedone non potete mancare una visita alla moschea di Mustafa Pasha, costruita nel 1492 dal visir del sultano Selim I ed alla Torre dell’Orologio, la più alta della Macedonia con i suoi 39.8 metri, che venne costruita nel 1566 e rimaneggiata più volte negli anni a causa di varie vicissitudine poco felici.

  1. La vita notturna!

Siamo rimasti sorpresi di scoprire quanto fosse vivace la vita notturna! La città si anima davvero mentre le enormi fontane mostrano i loro spettacoli di luci in stile Las Vegas.

Durante le calde notti estive, una volta che il sole è tramontato, gli abitanti del posto si dirigono verso Macedonia Square per rinfrescarsi giocando con le fontane d'acqua.

Giovani e vecchi hanno il coraggio di sfidare la fontana d'acqua correndo su di essa il più velocemente possibile prima che l'acqua spari e li schizzi. Altri semplicemente fanno la loro missione per ottenere il più bagnato possibile. Non ero abbastanza coraggioso, ma era certamente la cosa migliore da fare di notte a Skopje!

Dopo averlo osservato per un po’, abbiamo passeggiato lungo il fiume Vardar, scattando alcune foto notturne delle mie amate lampade, ci siamo fermati all'Etno Bar per gustare un bicchiere di vino ed assaggiato il tipico dessert Baklava.

  1. Le persone

Abbiamo scoperto che mentre eravamo in Macedonia, molte delle persone con cui siamo entrati in contatto erano incredibilmente amichevoli e felici di avere turisti.

Sono stati incredibilmente ospitali ed entusiasti di rispondere a qualsiasi domanda, darci consigli o mostrarci la strada. La sorpresa più grande di tutte è stata la capacità di comprenderci a vicenda, in quanto di tutti parlano inglese, soprattutto i più giovani. E non solo un buon inglese, ma un inglese PERFETTO!

  1. La mancanza di turisti

I Balcani stanno finalmente iniziando a catturare l'attenzione dei viaggiatori, ora che è passato diverso tempo e le tensioni si sono raffreddate dopo le atrocità delle guerre bosniache e la caduta della cortina di ferro.

La maggior parte dei turisti sembra preferire la Croazia durante le vacanze, tralasciando la Macedonia. Tuttavia, nonostante il leggero aumento di turisti verso la città, è ancora significativamente inferiore rispetto ai suoi vicini.

Sentivo che eravamo solo uno dei pochi turisti in città, mentre il resto erano i locali che facevano il loro giorno, assistendo alla preghiera. Detto questo, sento di poter tranquillamente chiamare la città di Skopje un diamante grezzo! Ora è sicuramente il momento di visitare prima che diventi troppo popolare e aumentino i prezzi.

Skopje è ancora una delle destinazioni più battute nei Balcani, ma è senza dubbio una delle città più belle da visitare nei Balcani!

Suggerimenti per visitare Skopje

  • La valuta macedone è disponibile solo nel paese ed è illegale portare fuori dal paese.
  • Ci sono due strade a pedaggio da Skopje al Monastero di Rila in Bulgaria per 40 den (1 €) e il secondo a 60 den (1,50 €).

Alla prossima meta.
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

SCHEDA TECNICA DELLA CAPITALE MACEDONE

Per ulteriori informazioni:
Tourist Information TIC-Tourist information Centre (Old Bazaar)
Mitropolit Teodosij Gologanov 42
1000 Skopje Macedonia
Phone/Fax: +389 2 3230560
Email: info@skopjeonline.com.mk

Siti Web:
Tourist Information TIC-Tourist information Centre: www.skopjeonline.com.mk

Come si raggiunge:
In aereo: L’aeroporto di Skopje/Petrovec e si trova a 23 km a sud-est della città.
Distanze: Roma 985 Km, (traghetto Bari-Durazzo) Milano 1451 Km, Venezia 1198 Km (fonte google maps)
Ambasciata: Ambasciata d'Italia in Macedonia
Ulica 8ma Udarna Brigada, 22
Tel. +389-2-3236500 - Fax +389-2-3236505
Email: segreteria.skopje@esteri.it
Web: www.ambskopje.esteri.it

Documenti: Per i cittadini italiani serve il passaporto con validita' residua di almeno 3 mesi o di carta di identita' valida per l'espatrio.

Fuso orario: Stessa ora dell’Italia.
Voltaggio energia elettrica: 220 volts, 50 hertz
Valuta: L’unità monetaria è il Dinaro Macedone (MKD) - 100 MKD = 1,61 Euro - 1 Euro = 62 MKD
Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna.
Periodo consigliato: Estate

Ti è piaciuto leggere della mia avventura a Skopje?
Condividilo su Pinterest ora così lo potrai rileggere più tardi:

Skopje e la Macedonia ovvero la terra di Alessandro Magno

Alcune fotografie di Skopje

La capitale delle Macedonia Skopje Macedonia
Skopje Macedonia La capitale delle Macedonia