Salisburgo ovvero la città natale di Mozart

Salisburgo ovvero la città natale di Mozart

Salisburgo ovvero la città natale di Mozart

Salve inguaribili viaggiatori,
la meta che volevo oggi segnalarvi è Salzburg (Salisburgo), una graziosa cittadina austriaca.

La città di Salisburgo è piccola ma deliziosa, quando si varcano le mura perimetrali, si entra nel mondo antico. Sembra di vivere in una favola.
Non è però indispensabile scoprire monumenti e palazzi per apprezzare Salisburgo: è bello anche gironzolare senza meta per la città, curiosare tra le vetrine dei negozi (uno più bello dell'altro) che si susseguono.

Le case medioevali variopinte, spesso caratterizzata da un’affascinante asimmetria, con le loro ricche decorazioni e le insegne artistiche sono, una mescolanza, di stile architettonico austriaco, tedesco meridionale e italiano, unica nel suo genere.
Non per niente il centro storico di Salisburgo è stato inserito nella lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO.

Il centro storico di Salisburgo è tutto raccolto attorno al grandioso duomo, circondato dalle tre piazze principali della città: Domplatz, Residenzplatz, Kapitelplatz.

In quest'ultima, quella verso il monte che domina la cittadina (il Monchsberg), c'è anche una scacchiera dipinta con i pezzi di legno alti un metro con cui i salisburghesi si dilettano in partite seguitissime dai turisti.
Chi viene a Salisburgo, deve vedere sicuramente la Residenz, il palazzo degli arcivescovi che per secoli hanno retto la città, con degli arredi fatti arrivare direttamente da Vienna. All'interno, la sala in cui Mozart si è esibito per la prima volta, a 6 anni.

Nel vostro gironzolare per Salisburgo vi consiglio di passare per la Getreidegasse che è una stretta via pedonale, sempre animata e piena di negozietti la cui caratteristica saliente sono le pittoresche insegne che ornano le facciate, tutte in ferro battuto, alcune d’orate e riccamente lavorate.
Ma torniamo a parlare della città di Salisburgo, essa come sapete è eternamente legata alla figura del grande compositore W.Amadeus Mozart e girando per le vie del centro storico si ha quasi l’impressione di sentire le sue melodie aleggiare nell’aria.

In ogni vicolo si possono trovare gruppi di musicisti che eseguono brani di musica essenzialmente classica, ma anche di nuove espressioni moderne e questo ci permette di respirare ancora una volta l’atmosfera magica di questa città, riascoltando con la mente le melodie immortali composte più di due secoli fa dal suo figlio più grande, che da allora costituiscono uno dei pilastri della cultura e dello spirito europeo.

A lui sono dedicati anche i Mozartkugeln, delle praline di marzapane e crema al torrone ricoperte di cioccolato, il classico souvenir che chiunque porta ad amici e parenti.

Quando girate per Salisburgo, non dimenticate inoltre di fare una tappa presso una delle fantastiche pasticcerie che ci sono e di gustarvi una deliziosa Sacher o uno strudel di mele caldo.
Un’altra specialità che vi consiglio di assaggiare è il Brezen (una specie di pane ai vari gusti: quello normale è salato, c’è quello ricoperto di cioccolato, quello alle mele, eccetera) accompagnato da un buon bicchiere di Gluhwein, ovvero di vin brulè.

Sulla collina che sovrasta Salisburgo, c’è il bellissimo castello-fortezza di Hohensalzburg (foto sopra).
Una visita ne vale davvero la pena; potete salire con la funicolare, che in pochi minuti vi porta sulla cima, e poi scendere a piedi dall’antica strada.
Arrivati in cima rimarrete stupiti dal bellissimo panorama che vi offre le sue mura, avrete una visione a 360° su Salisburgo ed i sui dintorni.

Una piacevole gita nei dintorni di Salisburgo, che si effettua in una mezza giornata è la visita al castello di Hellbrunn, residenza di campagna del principe-vescovo di Salisburgo, che dista 4 Km dal centro cittadino.
Ha un parco bellissimo, comprensivo di uno zoo, di una serie di laghi, del bel castello “di un mese” (chiamato così per essere stato edificato, per una scommessa, in un solo mese), e poi della grande grotta, con una perfetta acustica dove ora vengono fatti dei concerti.
Il pezzo forte di Hellbrunn sono i giochi d’acqua. All’interno del suo giardino, il principe–vescovo, per far divertire i suoi ospiti, fece progettare dei bellissimi giochi d’acqua.

 

Si inizia dal tavolo adibito alle cene all’aperto, dove ad un certo punto, per ordine del padrone di casa, dalle sedie uscivano zampilli d’acqua, passando poi a getti improvvisi tra i vialetti, azionati da piccoli trabocchetti.
Per non parlare delle fontane, oppure della stanza dove i getti d’acqua, passando per pertugi segreti, fanno cantare melodiosamente gli uccelli scolpiti sulle pareti.
Fino ad arrivare ad un bellissimo carillon di legno, grande 3m x 2.5 circa, dove l’acqua fa partire una musica e muove le tante statuine di legno che vi sono all’interno e che rappresentano i mestieri e la vita di Salisburgo.
Davvero affascinante!!
La bellezza di Salisburgo è tutto ciò e molto di più, l’atmosfera della città ha qualcosa di difficile da definire, qualcosa di indescrivibile che si può percepire solo venendoci di persona.

Alla prossima meta.
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

SCHEDA TECNICA SALISBURGO

Per ulteriori informazioni:
Ufficio del Turismo di Salisburgo
Auerspergstraße 6
A-5020 Salzburg
Tel. 0043-662-88987-0 fax 0043-662- 88987-32
Email : tourist@salzburg.info

Siti Web:
Ufficio del Turismo di Salisburgo www.it.salzburg.info
Ufficio del Turismo austriaco www.austria.info

Come si raggiunge:
In auto:
Autostrada A1 Vienna Linz Salzburg (Salisburgo)
Autostrada A10 Villach Salzburg (Salisburgo)
In treno:
Linea Vienna-Monaco di Baviera

Distanze
Roma 950 Km, Milano 577 Km, Venezia 440 Km.

Ambasciata:
Ambasciata d'Italia a VIENNA
Rennweg, 27 A-1030 Vienna
Tel: +43 (1) 7125121 Fax: +43 (1) 7139719
E-mail: ambasciata.vienna@esteri.it
Sito web: www.ambvienna.esteri.it/ambasciata_vienna

Consolato onorario a Salisburgo
Lederergasse 6 - 5020 Salisburgo
Tel. 0043 (662) 878301 Fax 0043(662) 878301

Fuso orario: Stessa ora rispetto all'Italia.

Periodo consigliato: Tutto l’anno.