Grotte di Naours

Le grotte di Naours

Molte storie sono state raccontate su città o regni sotterranei nascosti. Esempi di narrativa includono il complesso sotterraneo abitato dai Morlock in H.G. Well's, The Time Machine e la città sotterranea elfica di Menegroth in J.R.R. Il Silmarillion di Tolkien.

La maggior parte delle città sotterranee nella narrativa tende ad essere luoghi misteriosi che sono governati da forze magiche nascoste o che si trovano in scenari di fantascienza esotici.

Vi sono, tuttavia, anche vere città sotterranee. E questi insediamenti sotterranei possono anche lanciare un incantesimo di profondo interesse per i loro visitatori. Un esempio famoso in Francia è la cité souterraine de Naours (città sotterranea di Naours).

Nascondersi tra le grotte di Naours

Le vere città sotterranee erano solitamente costruite per proteggersi dai predoni o dagli elementi o per scopi sacri. La città sotterranea di Naours, che si trova a poche miglia a est del moderno villaggio con lo stesso nome, ha avuto scopi diversi sulla sua occupazione.

La città sotterranea si trova tra i 22 metri ed i 30 metri di profondità e le sue strade sono lunghe 2-3 km in direzione ovest sotto le strade della moderna Naours.

In totale, ci sono 28 gallerie e 300 camere che compongono questo insediamento sotterraneo.

Ma una città non era l'obiettivo originale del sito, ma iniziò come una cava di calcare che fu costruita per la prima volta dai romani durante il II secolo d.C.

Nel corso dei secoli, la cava cadde in disuso e la gente del posto cominciò a usarla per immagazzinare merci e nascondersi dagli eserciti invasori. Con l'inizio dei conflitti che hanno scosso il tardo impero romano e il primo Medioevo, le persone hanno iniziato a utilizzare la cava sempre più come luogo per nascondersi.

Apparentemente accadeva così spesso che alla fine iniziarono a costruire pozzi, stalle, panetterie e cappelle. Pianificarono le cose molto bene e i camini dei forni dei fornai furono fatti passare attraverso i cottage e le altre strutture esistenti in superficie, così nessuno avrebbe saputo cosa stava succedendo sotto.

Ci sono testimonianze che anche nel IX secolo d.C. gli invasori vichinghi abitavano le grotte di Naours. Ma fu nel 17 ° secolo quando la città sotterranea raggiunse il culmine con una popolazione di 3.000 abitanti. Ciò ha accompagnato la carneficina della Guerra dei Trent'anni e la crescente necessità di trovare luoghi in cui nascondersi da bande di soldati in saccheggio.

Storia successiva delle grotte

La città fu infine abbandonata quando l'Europa divenne più stabile e sicura. Fu riscoperto nel 1887 mentre un uomo stava rinnovando la sua casa. Dopo la sua riscoperta, divenne una grande attrazione turistica. Durante la prima guerra mondiale, apparentemente era una destinazione popolare per visitare la città mentre era fuori servizio per i soldati.

Le grotte di Naours hanno in realtà uno dei più alti volumi di graffiti storici risalenti a quell'epoca di qualsiasi sito della Prima Guerra Mondiale.

La città sotterranea conobbe l'ennesimo capitolo interessante della sua storia quando fu usata come quartier generale dalle forze di occupazione naziste durante la seconda guerra mondiale. Oggi le grotte di Naours sono un'attrazione turistica e una delle più grandi reti di tunnel nel nord della Francia.

Naurs si trova a circa 2 ore e mezza d'auto da Parigi e quindi la potete visitare anche con una gita in giornata, quando visitate la capitale francese

Alla prossima meta.
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

SCHEDA TECNICA LE GROTTE DI NAOURS

Per ulteriori informazioni:
Ufficio del turismo francese in Italia
Via Tiziano, 32 - 20145 Milano
Tel: 899 199 072 (0,52 €/min + IVA da rete fissa - attivo dalle 10 alle 14)
Fax: 02 58 48 62 21
E-Mail:[email protected]

Siti Web:
Sito ufficiale del turismo francese www.franceguide.com

Pagina internet ufficiale del turismo in Piccardia www.picardietourisme.com

Sito ufficiale delle grotte di Naours = www.grottesdenaours.com

Come si raggiunge:
In auto:
Autostrada A1, uscita N°7 Survilliers / Chantilly,poi, seguire Chantilly (N17)
In treno:
Gare SNCF di Chantilly Gouvieux a 5 min
Gare RER Orry la ville a 10 min
In aereo:
l’aeroporto più vicino a Naours è l’aeroporto Beauvais.

Distanze: Roma 1598 Km, Milano 1011 km, Venezia 1274 Km (fonte Google maps)
Ambasciata: Ambasciata d'Italia a PARIGI
51, rue de Varenne
75343 PARIS CEDEX 07
Tel +33 1 49 54 03 00
Fax +33 1 49 54 04 10
E-mail: [email protected]
Web: www.ambparigi.esteri.it

Consolato d'Italia a Lilla
2, Rue d d'Isly - 59000 LILLE
Tel. 03 20 08 15 08 - Fax 03 20 22 82 12
E-mail: [email protected]

Documenti: nessuno, anche se e’ sempre meglio portarsi dietro la carta d’identita’
Fuso orario: Stessa ora dell’Italia.
Valuta: Euro
Periodo consigliato: Primavera, Estate