Viaggio nei luoghi sloveni della Grande Guerra (1915/18) - Javorca

chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca

Salve inguaribili Viaggiatori,
la meta che volevo oggi segnalarvi è la Slovenia o meglio quella parte della Slovenia che è stata campo di battaglia della "grande guerra" ovvero la prima guerra mondiale (1914-1918).

Ho visitato questa parte della Slovenia grazie all'educational organizzato dall'Ufficio del Turismo Sloveno di Milano.

Il tour della "grande guerra" è iniziato con della visita alla chiesa commemorativa di Sv. Duh (santo spirito) di Javorca, che è stata costruita in ricordo dei soldati austro-ungarici, che sono morti su Fronte Isontino (1915-17).

Per raggiungere la chiesa commemorativa di Sv Duh (santo spirito) di Javorca, bisogna lasciare l’auto presso il parcheggio situato davanti alla malga Polog e poi proseguire a piedi per circa 20 minuti lungo la caratteristica valle creata dal fiume Tolminka, che fa parte del Parco nazionale sloveno del Triglav.

All'inizio, la salità è un po’ ripida, ma non essendo lungo il percorso da fare e considerato che il sentiero è largo ed ben asfaltato, lo si può raggiungere anche spingendo una carrozzina.

chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca

Quando arriverete davanti alla chiesa commemorativa di Sv Duh (santo spirito) di Javorca rimarrete affascinati dal paesaggio ma soprattutto dal silenzio e dalla tranquillità che vi regna.

Entrando si legge l’iscrizione: “Questa chiesa è stata costruita durante la guerra dai membri della 3° Brigata Alpina, Unità dicombattimento del 15° Corpo Militare, in memoria dei compagni che quipersero la vita. Costruita durante il periodo tra il 1° marzo e il 1°novembre 1916.

All’interno della chiesa commemorativa di Sv Duh (santo spirito) di Javorca, noterete il “libro dei morti” costituito da innumerevoli tavolette di legno di quercia, ricavate dalle casse di munizioni, sulle quali sono stati incisi a fuoco i nomi di 2564 soldati imperial regi caduti sui campi di battaglia di Loce.

Gli interni, realizzati completamente in legno, hanno come colore dominante il blu, simbolo di pace e di serenità; il soffitto e la parte alta delle pareti, presentano disegni di varia fattura, con simbologie che si richiamano alle diverse religioni (cattolica, protestante, musulmana, ortodossa) praticate dai soldati che hanno partecipato alla costruzione, perchè la "grande guerra" ha unito i soldati di diverse religioni.

chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca

Con l'uso di tali simbologie, durante la grande guerra, si intendeva fornire a chiunque lo spunto per raccogliersi in preghiera, senza alcuna discriminazione di razza o di religione, mi dispiace constatare che 100 anni dopo c’è ancora bisogno di affermare che tutte le religioni possono convivere pacificamente.

Gli esterni del santuario sono adornati dagli stemmi delle venti regioni che costituivano l’impero Austro-ungarico.

L'ingresso costa 2 euro ed all'interno troverete una guida che in italiano vi racconterà tutto sulla chiesa.

Finita la visita alla chiesa commemorativa di Sv. Duh (santo spirito) di Javorca siamo andati a visitare il museo della grande guerra di Kobarid (Caporetto), che potete leggere seguendo questo link: www.inguaribileviaggiatore.it/kobarid-caporetto

Il reportage fotografico del viaggio che ho fatto per ricordare la grande guerra (1 guerra mondiale) nei luoghi sloveni, lo potete vedere su: www.flickr.com/inguaribileviaggiatore

Alla prossima meta.
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca

SCHEDA TECNICA GRANDE GUERRA

Per ulteriori informazioni: Ufficio del Turismo Sloveno
Galleria Buenos Aires 1
20124 Milano
Telefono: +39 0229 51 11 87 - Fax: +39 0229 51 40 71
Email: Milano@spiritslovenia.si

TD Kobarid
Gregorčičeva 8
5222 Kobarid
Telefono: +386 (0)5 380 04 90 - Fax: +386 (0)5 380 04 92
Email: info.kobarid@lto-sotocje.si

LTO Sotocje

chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca

Petra Skalarja 4
520 Tolmin
Telefono: +386 (0) 5 38 00 480 - Fax: +386 (0)5 380 0483
Email: info@lto-sotocje.si

Siti Web:
Ufficio del Turismo Sloveno : www.slovenia.info/it

TD Kobarid : www.dolina-soce.com

LTO Sotocje: www.visit-soca.com

Come si raggiunge:
In aereo: Per visitare i luoghi della grande guerra, i due aeroporti di riferimento sono Ljubljana e Trieste, da dove potete raggiungere Caporetto con una macchina a noleggio o con i mezzi pubblici.

chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca

In auto: Autostrada A4 fino a Villesse Gorizia, attraversare il confine a Vrtojba presso Nova Gorica (Gorizia Sant'Andrea) poi strada statale slovena 103 che non richiede l’utilizzo del bollino. Per maggiori informazioni sul bollino autostradale sloveno e sulle dotazioni che le autovetture devono avere per viaggiare in Slovenia, si rimanda al sito: www.slovenia.info/raggiugerelaslovenia

Distanze (Caporetto-Kobarid) Roma 707 Km, Milano 439 Km, Venezia 180 Km

Ambasciata: Ambasciata d'Italia – Lubiana
Snezniska ulica n.8
1000 Ljubljana
Tel. 00386 1 4262194/4262320/4258659 - fax 00386 1 4253302
Web: www.amblubiana.esteri.it

Documenti: Per i cittadini italiani serve la carta d’identità oppure il passaporto

chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca

Fuso orario: Stessa ora che in Italia.

Voltaggio energia elettrica: In Slovenia la tensione elettrica è di 230 volt, con frequenza di 50 Hz. La Slovenia si utilizza la presa di corrente CEE 7/16 per cui i cittadini italiani devono munirsi di un adattatore. Per maggiori informazioni: www.wikipedia.org/Spina_elettrica

Valuta: L’unità monetaria è l’Euro.

Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna.

Periodo consigliato: Tutto l’anno.

ALCUNE FOTOGRAFIE DI JAVORCA VIAGGIO NELLA GRANDE GUERRA

chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca
chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca chiesa commemorativa di Sv Duh santo spirito di Javorca