Edimburgo: Una città storica e romantica

Edimburgo: Una città storica e romantica

Salve inguaribili viaggiatori,
la meta che volevo oggi segnalarvi è la capitale della Scozia ovvero Edinburgh (Edimburgo).

La città di Edimburgo ti conquista per quell'aria mista tra antico e moderno ed anche per l’ospitalità dei suoi abitanti, gentili ma discreti e mai invadenti.
Il posto più famoso e frequentato di Edimburgo è senz’altro l’Edinburgh Castle (Castello di Edimburgo) sorto intorno al 1130 sopra un antico vulcano eroso nei secoli dall'azione dei ghiacci e delle intemperie.

Guardando dall’esterno l’imponenza del castello di Edimburgo, ti aspetti di veder uscire Re Artù e tutti i cavalieri della Tavola Rotonda, dai suoi merli attendi di vedere Merlino e dalle torri gli arcieri che ti tengono sotto tiro.

Il castello di Edimburgo fu costruito anticamente per difendersi dai barbari e nel 1700 le armate del principe inglese Carlo tentarono invano di abbatterne le mura.
Il castello di Edimburgo è stato residenza reale e fortezza militare fino al secolo scorso mentre adesso è visitabile dai turisti.

All'interno del castello di Edimburgo meritano una visita i gioielli della Corona di Scozia (corona, scettro e spada), la Stone of Destiny che è una pietra sulla quale venivano incoronati i re di Scozia e le stanze reali abitate a loro tempo da Maria Stuarda dove vide la luce Giacomo I° d’Inghilterra.
Ogni ora è possibile assistere al cambio della guardia nel campo di parata; inoltre dal Mills Mount Battery ogni giorno viene sparato un colpo di cannone a salve.

All'interno del castello di Edimburgo è possibile anche visitare la "St Margaret's Chapel" che è l'edificio più vecchio della città e lo "Scottish United Services Museum" che ospita oggetti, armi e armature dei combattenti scozzesi.

Come in tutti i castelli che si rispettino, anche il castello di Edimburgo si dice sia infestato da fantasmi, magari se siete degli inguaribili viaggiatori fortunati riuscirete a vederne uno!

Dal castello che dalla sua rocca domina tutta la città, si gode un ottimo panorama di tutta Edimburgo ed in lontananza si può intravedere il mare.

Usciti dal castello di Edimburgo vi consiglio di fare una passeggiata lungo la Royal Mile che attraversa la città da ovest ad est e congiunge il Castello al Palazzo Reale di Holyrood.

In pratica i monumenti principali ed i negozi di fama della città di Edimburgo si snodano attorno a questo lungo viale pedonale.
Subito a destra troviamo “The Scotch Whisky Heritage Centre” dove al suo interno è possibile trovare tutti i Whisky prodotti in Scozia, la maggior parte dei quali sono introvabili in Italia.

Proseguendo per la Royal Mile di Edimburgo e magari deviando in qualche violetto per gustare appieno il “Taste of Scotland” si arriva alla gotica St. Giles Cathedral, dove potrete ammirare la Cappella del Cardo (è un simbolo vichingo e simbolo della Scozia), sede dell’omonimo ordine, composta da preziosi stalli lignei.

Naturalmente tra una visita culturale e l’altra è anche giusto concedersi un po’ di relax tra i deliziosi negozi tipici di Edimburgo per provare sciarpe, cappelli, i tradizionali kilt, maglioni e cappotti in pura lana di Scozia.

Tra un negozietto e l’altro si arriva al Palazzo di HolyroodHouse, meglio noto come la dimora di Mery, sede estiva dei reali d’Inghilterra, che sorge sulle rovine di un’antica abbazia.

Il Palazzo è ancora utilizzato dai regnanti ed è veramente stupendo e quando non ci sono è aperto al pubblico che può ammirare: arredi d’epoca, magnifici arazzi e tappeti, quadri e dipinti realizzati da maestri famosi.

Gli inguaribili viaggiatori che amano l'arte, trovandosi ad Edimburgo, non possono non fare una visita alla National Gallery of Scotland, che, nella particolarità della sua architettura greca, ospita oltre alle tele dei maestri Scozzesi (sconosciuti ai più) anche una collezione di fama mondiale di capolavori di artisti come Tiziano, Rembrandt, Van Gogh, Monet, Tiepolo, VanDyck, Rubens, Cezanne, Gauguin e Picasso che sicuramente meritano di essere ammirati.

Girovagando un po’ per le caratteristiche stradine d’Edimburgo, arriverete facilmente al Museum of Scotland, inaugurato nel 1998 dalla regina Elisabetta II.

Questo museo racconta la storia della Scozia e di Edimburgo dagli albori del mondo fino ai giorni nostri; le parti più interessanti sono quelle che vanno dalla preistoria fino alla fine del 1500 perché raccontano la storia peculiare della Scozia, mentre dopo la Storia scozzese non si discosta da quella inglese.

Un altro monumento che vi consiglio di visitare ad Edimburgo è la Greyfriars Kirk (La chiesa dei Frati grigi) che è stata costruita nel 1620 sulle rovine di un antico convento francescano.

In questa chiesa nel 1640 fu firmato il National Covenant che è in pratica la dichiarazione di indipendenza della chiesa scozzese da quella inglese. Nel 1679 la reazione del re inglese Carlo I fu dura e spietata e circa 1200 Covenanter (i firmatari del National Covenant) furono imprigionati nel cimitero per poi essere giustiziati in piazza Grassmarket.
All'interno della chiesa, oltre ad una piccola mostra sul "National Covenant" si può ammirare il ritratto del cane "Bobby Greyfiars".

Bobby era un cane di razza Terrier che per 14 anni (dal 1858 al 1872) fece la guardia alla tomba del suo padrone, un poliziotto di Edimburgo. Il cane Bobby è diventato un vero e proprio mito, è stata scritta anche una biografia ed il suo collare ed il suo osso sono in mostra nel museo di Edimburgo.

In questa chiesa, ogni domenica, si svolge la messa in gaelico (l'antica lingua celtica) a cui anche i turisti possono assistere.

Volete fare due passi fino al porto di Edimburgo? Allora avrete modo di visitare anche la Britannia, una delle imbarcazioni più famose al mondo, in pratica la nave della Regina. Dal 1953 al 1997 è stato lo yacht reale, ha servito degnamente la Regina e il Paese: la stessa ha accompagnato la regina e la famiglia reale in ogni parte del mondo ed in occasione di ben 968 viaggi ufficiali.

 

Adesso è ormeggiata nel porto di Edimburgo ed all'interno è possibile ammirare, le stanze della regina e del re, i locali dove riposavano e intrattenevano conversazioni gli ufficiali, i marinai semplici, le cucine.

Dopo aver tanto pellegrinato per la città di Edimburgo vi è venuto un languorino allo stomaco? Non avrete che l’imbarazzo della scelta tra i numerosi locali e pub che sono presenti in città.

La cucina di Edimburgo è la tipica cucina scozzese che come impostazione di base è molto simile a quella inglese con zuppe di carne e di vedure, stufati di bovino o di suino, patate e salsicce. Piatti tipici scozzesi sono stufati e arrosti d’agnello ed il salmone cucinato in vari modi.

Per respirare il mito di William Wallace (eroe nazionale scozzese) dovrete andare nei caratteristici pub di Edimburgo, dove potete provare la birra (ottime soprattutto le rosse tipo Kilkenny Strong e Triple Diamond) con fish'n chips, allietati dai suonatori di cornamusa vestiti con i colori del loro clan.

Se capitate ad Edimburgo nel mese d’agosto, assisterete al famoso Festival di Edimburgo del teatro e della Musica che attrae persone da tutto il mondo.

E’ un festival di musica e teatro dove artisti di strada coinvolgono i passanti nelle loro performances e dove assisterete agli spettacoli di musicisti di musica celtica, classica o etnica o semplicemente anglosassone, di attori in costume che declamano scene teatrali.

Come ultima annotazione, vi ricordo che Edimburgo è stata dichiarata nel 1995 patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Se vi è piaciuta l'atmosfera respirata ad Edinburgo, vi piacciono i simboli vichingi ed il matrimonio celtico, non potete allora non visitare l'Irlanda e quindi vi suggerisco di leggere il diario del mio viaggio intitolato: TRA GUINNESS, PECORE E PANORAMI STUPENDI

Alla prossima meta.
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

SCHEDA TECNICA EDIMBURGO - Edinburgo: Una città storica e romantica

Per ulteriori informazioni:
Visit Britan
Corso Magenta 32 - 20123 Milano
Tel. 02 88 08 15 1

Edinburgh and Scotland Information Centre
3 Princes Street,
Edinburgh, EH2 2QP
Tel. 0845 22 55 121

Siti Web:
Sito ente nazionale della Gran Bretagna per il turismo: www.visitbritain.it (in italiano)

Sito ente nazionale scozzese per il turismo: www.visitscotland.com (in italiano)

Edinburgh and Scotland Information Centre: www.edinburgh.org (in inglese)
Come si raggiunge:
In aereo:
Molte compagnie aeree, tra le quali anche quelle low-cost, hanno voli dalle principali città italiane per Edimburgo anche se volte bisogna fare scalo a Londra.

Documenti: Per i cittadini italiani serve la carta d’identità valida per l’espatrio od il passaporto.

Ambasciata:
Ambasciata d’Italia a Londra
14, Three Kings YardLondon W1K 4EH Tel.:+44(0)2073122200
E-mail: ambasciata.londra@esteri.it
Web: www.amblondra.esteri.it

Consolato Generale d'Italia EDIMBURGO
32 Melville Street Edinburgh EH3 7HA Tel: +44(0)1312203695 / 2263631 Email: consolato.edimburgo@esteri.it
Web: www.consedimburgo.esteri.it

Fuso orario: -1h rispetto all'Italia.
Periodo consigliato: estate.