Barrio alto Lisbona: il quartiere del Fado e del divertimento

Barrio alto Lisbona: il quartiere del Fado e del divertimento

Barrio alto Lisbona

Salve inguaribili viaggiatori,
dopo il breve e spero non troppo noioso excursus storico dell'articolo di ieri riprendiamo la passeggiata nella capitale lusitanadirigendoci verso il Barrio Alto Lisbona, zona che si sviluppa a partire dal XVI secolo come residenza degli operai portuali e che vide una profonda trasformazione a seguito del forte terremoto del 1755 che distrusse gran parte di Lisbona.

Le costruzioni del Barrio alto non subirono danni, in quanto edificate su terreno sabbioso, e qui furono trasferiti per volontà del Marchese di Pombal, artefice del progetto di ricostruzione, gli abitanti del più signorile e nobile quartiere del Chiado.

Gli anni di coabitazione delle diverse classi sociali non furono molti, ma una volta che i ricchi e nobili se ne tornano nelle case ricostruite il Barrio resta vuoto e diventa la zona più pericolosa e malfamata di Lisbona.

Le sorti del Barrio alto sembrano definitivamente segnate se non che in questa zona di Lisbona, proprio perché scarsamente popolata, nascono i due giornali più importanti della città e da qui la rinascita del Barrio fino a trasformarlo ad oggi nel punto nevralgico del divertimento con numerosi ristoranti e locali. Vi segnaliamo, in rua do giornal de notizia, A tasca do Chico, una taberna dove è possibile ascoltare il famoso Fado sorseggiando un drink.

Barrio alto Lisbona

Il saggio consiglio che ci ha dato Elisa, la nostra guida, è di avvicinarsi al fado con molto rispetto, ma anche a piccole dosi.
Ascoltarlo per qualche minuto in uno di questi locali, poco formali, e poi se si dovesse rimanere conquistati dalle melodie popolari malinconiche programmare una cena con fado. Molti sono i ristoranti che le propongono, ma sono impegnative sia da un punto di vista economico, che di attenzione in quanto i portoghesi ritengono quasi sacro l’ascolto del fado e pretendono un rigoroso silenzio durante l’esecuzione. Crediamo sia un genere che provoca sentimenti contrastanti o si ama o si odia, noi non siamo stati catturati dalla saudade che questa musica esprime.

Barrio alto Lisbona: a Miraduro de São Pedro de Alcântara

Camminando a Lisbona per le vie del Barrio Alto ci siamo trovati la Miraduro de São Pedro de Alcântara, spettacolare terrazza giardino su di una delle alture più occidentali della città da cui si gode un meraviglioso panorama sulla Baixa, sul Castello e la cattedrale fino a giungere con lo sguardo al fiume.

L’ideale è giungervi il pomeriggio, così si ha il sole alle spalle, ma anche la mattina ci ha regalato delle bellissime emozioni. La luce a Lisbona gioca un ruolo fondamentale, vi riempie gli occhi ed ammanta la città di un baglior particolare che la rende ancora più affascinante.

In questa piazza così come nella maggior parte dei marciapiedi di Lisbona si ammira la particolare pavimentazione, voluta

Barrio alto Lisbona sempre dal marchese di Pombal durante la ricostruzione post terremoto, ovvero un lastricato di piccole piastrelle bianche di pietra calcarea alternate a tessere di pietra scura che tracciano disegni geometrici.

Barrio alto Lisbona: chiesa di San Rocco

Sempre nel Barrio alto, nei pressi della piazza in discesa verso la chiesa del Carmo incontriamo la chiesa di San Rocco con l’annesso convento dei gesuiti, eretta con forme medievali e rispecchiante le regole di semplicità della controriforma, ma che al suo interno si svela come meraviglioso esempio di barocco con ricchezza di decorazioni tra legni preziosi, marmi e pregiati azulejos.

Proseguendo la nostra passeggiata siamo arrivati a largo do Carmo, dove fa bella mostra di se la più imponente chiesa gotica di Lisbona, pesantemente danneggiata dal terremoto del 1755. La ricostruzione dopo il sisma non venne portata a compimento e si arrestò nel 1834 per mancanza di fondi e rimane una meravigliosa facciata che porta ad un interno in cui sono rimaste solo le nervature delle volte, senza tetto. (foto a sinistra)
Oggi è sede del Museo Archeologico, museo che di per sé non contiene opere meritevoli, ma fare il biglietto d’ingresso consente di visitare la chiesa nel suo interno. Abbiamo, però, dovuto programmare la visita nei giorni successivi perché di domenica è chiuso, come quasi tutte le attività a Lisbona.

Barrio alto Lisbona

Barrio alto Lisbona: Rossio

Dal largo do Carmo abbiamo preso una ripida stradina che ci ha portato verso piazza Dom Pedro IV, conosciuta come Rossio e da qui siamo entrati in Rua das Portas de Santo Antao n.58 a Casa do Alentejo un portone tra tanti ma che nasconde un palazzo davvero interessante con al piano terra una piacevole taverna dove poter gustare piatti semplici della cucina popolare e al primo piano un ristorante in cui gustare i piatti tipici portoghesi.

Dopo esserci rifocillati con una gustosissima insalata di ceci e baccalà e dei saporiti formaggi, il tutto accompagnato da una fresca birra, ci siamo diretti verso praca de Figueira per prendere uno dei famosi tram giallo, il n.12 con direzione Alfama, ma di questo vi parlo nell'articolo: Alfama, mentre se volete leggere dall'inizio il racconto del nostro viaggio, non vi resta che andare a leggere l'articolo: www.inguaribileviaggiatore.it/lisbona.

SCHEDA TECNICA BARRIO ALTO LISBONA

Per ulteriori informazioni:
Turismo de Portugal (Ufficio Turistico del Portogallo)
Via Paolo da Cannobio, 8 - 20122 Milano
Tel. 02 00629000 - Fax. 02 00629099

Barrio alto Lisbona E-mail: info@visitportugal.com

Turismo de Lisboa
Visitors & Convention Bureau
Rua do Arsenal, 15
1100-038 Lisboa
Tel. +351 210 312 700 - Fax +351 210 312 899
Email: atl@visitlisboa.com

Siti Web:
Visit Lisboa: www.visitlisboa.com

Dove dormire
Durante il nostro viaggio a Lisbona, abbiamo soggiornato al Grand hotel Altis, per maggiori informazioni e prenotazioni: www.altishotels.com/lisbona

Barrio alto Lisbona

Come si raggiunge Lisbona:
Il mezzo più comodo e più veloce per raggiungere il Portogallo è sicuramente l’aereo.
Noi abbiamo volato con la compagnia TAP Portugal e vi ricordo che con TAP Portugal voli da Roma, Milano, Bologna e Venezia verso Lisbona a partire da € 114, tariffa a/r tutto compreso. Tutte le tariffe includono pasto a bordo, un bagaglio in stiva max 23 kg + max 8 kg a mano.
Check-in online e mobile check-in da 72 ore fino a 90 minuti prima della partenza del volo, con carta d'imbarco da stampare o mostrare da dispositivo mobile. App free per info su volo e destinazione scelti e notifiche automatiche via e-mail e sms sui voli acquistati.
Per promo e informazioni www.flytap.it. Maggiori info in agenzia viaggi o call center TAP tel. 02.69682334, attivo tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 20.00.

Guida utilizzata:
Ci ha raccontato la storia di Lisbona con i suoi mille aneddoti Elisa, una simpatica ragazza italiana che vive a Lisbona da molti anni e che potete contattare tramite email: bubamara.elisa@gmail.com

Ambasciata:

Barrio alto Lisbona

Ambasciata d'Italia a Lisbona
Largo Conde Pombeiro 6
1150-100 Lisbona
Tel: (00351) 213 515 320 - Fax: (00351) 213 154 926
E-mail: ambasciata.lisbona@esteri.it
Web: www.amblisbona.esteri.it

Distanze: Roma 2.538 Km, Milano 2.150 Km, Venezia 2.404 Km.

Documenti: nessuno, anche se e’ sempre meglio portarsi dietro la carta d’identita’.
Lisbona meteo: Clima quasi sempre mite, in autunno possibili piogge che rendono l’atmosfera malinconica e misteriosa.
Fuso orario: - 1 ora di differenza con l'Italia.
Voltaggio energia elettrica: La corrente elettrica è come in Italia, di 220 volt. La presa portoghese ha due ingressi rotondi. Portate con voi degli adattatori.
Valuta: Euro.
Periodo consigliato: Tutto l’anno.

Alcune fotografie del Barrio Alto Lisbona

Barrio alto Lisbona Barrio alto Lisbona
Barrio alto Lisbona Barrio alto Lisbona