Barcellona in bicicletta e bus

bicicletta e bus a Barcellona

Salve Inguaribili Viaggiatori,
vi racconto come poter conoscere Barcellona attraverso esperienze insolite. Durante il nostro soggiorno abbiamo percorso le vie del centro con un tour guidato serale in bicicletta che ci ha portato nel quartiere gotico, abbiamo potuto ammirare nuovamente la Cattedrale, percorrere "Las Ramblas", fermarci al Vecchio Porto e arrivare a Placa Reial, dove ci siamo seduti a rinfrescarci con un bicchiere di Kava. Tra una pedalata e l’altra ci hanno portato in alcuni locali caratteristici per gustare tapas e bere vermut. Il giro in bici è stato molto piacevole e ho trovato che la città sia percorribile per i ciclisti in tutta tranquillità.

Se l’idea vi è piaciuta sappiate che è possibile formulare la passeggiata in bicicletta secondo le vostre esigenze, infatti si trovano diverse tipologie di tour guidati da poter fare, si può scegliere un percorso che prediliga l’aspetto storico – artistico, con fulcro nel quartiere gotico, che coniughi all’amore per l’arte quello per la buona cucina con un tour delle tapas ed anche uno molto panoramico e ovviamente più lungo e impegnativo che offre una cartolina panoramica della città.

Un pomeriggio, invece, ci hanno regalato un tour nel Barrio gotico con un velotaxi, un moderno risciò, che ti consente di godere del panorama seduto tranquillo e senza nessuna fatica, felicemente scorrazzato.

bicicletta e bus a Barcellona

Altro modo per godersi la città con le sua principali attrazioni risparmiandosi di camminare a lungo è quella di prendere il classico bus panoramico rosso “sali e scendi”.

Questi bus rossi sono abituata a vederli passare nel centro della mia città, come in moltissime altre, ma non li ho mai considerati come risorsa per visitare una città, mi sono sempre sembrati troppo turistici. Questa volta, avendo in mano due biglietti gratuiti, abbiamo deciso di sperimentare un tour a bordo dei city bus.

Non li abbiamo usati a modo nostro, li abbiamo forse snaturati, in quanto siamo saliti e mai scesi lungo il percorso.

Dopo una giornata intera a scarpinare per la città, ero veramente stanca, ma mi sembrava tempo sprecato rientrare in albergo, nonostante la meravigliosa camera dell’hotel Palace fosse una forte tentazione, e allora abbiamo preso il bus “hop on hop off” in Placa Catalunya scegliendo uno dei tre percorsi previsti, contrassegnati da tre colori differenti. Abbiamo deciso di fare il percorso ad anello più lungo, quello che tocca tutte le principali attrazioni della città. Appena saliti a bordo ci hanno consegnato le cuffiette (rigorosamente usa e getta) e una cartina indicante percorso e fermate; abbiamo preso posto al piano superiore e collegati gli auricolari, scelta la lingua per le spiegazioni e si parte!

bicicletta e bus a Barcellona

Il tour è stato abbastanza lungo (circa 2 ore) in quanto da Plaça Catalunya, ci si è diretti verso la cattedrale del Barrio Gotico, il World Trade Center, Miramar, Fondazione Joan Miró, l’ anello Olimpico, il Museo Nazionale della Catalunya, la Plaça d’Espanya, la stazione de Sants, il Camp Nou (F.C. Barcelona), l’Illa Diagonal, l’ Avenida Diagonal, La Pedrera e Casa Batlló, per tornare nuovamente a Placa Catalunya.

Nonostante fossero già le sette, sono garantite corse con partenza fino alle otto di sera, abbiamo deciso di sfruttare al massimo il biglietto del bus e siamo saliti nuovamente per percorrere l’altra linea, verso est, che ci ha portato da Plaça Catalunya, nuovamente verso la Cattedrale nel Barrio Gotico, il Porto Vecchio, il Museo della storia della Catalunya, la Barceloneta, il Porto Olimpico, la Piazza del Bogatell, il Fórum, la Sagrada Familia, il Parc Güell, il Tibidabo, La Pedrera, e Casa Batlló.

Sono state ore particolarmente piacevoli e sono anche passate velocemente con gli occhi che si riempivano di immagini da cartolina e con una stringata ma chiara spiegazione di ciò che si stava vedendo.

bicicletta e bus a Barcellona

Sono sempre stata prevenuta nei confronti di questi sistemi per approcciarsi ad una città d’arte, ma devo dire che mi sono ricreduta!

L’unica avvertenza per chi lo utilizza per lo scopo con cui è nato, ovvero per salire e scendere spesso, è di prepararsi per tempo a scendere, soprattutto se si è al piano di sopra. Consiglio di scendere al piano di sotto durante la fermata precedente a quella desiderata per due motivi, il primo perché percorrere la scaletta in movimento non è tra le attività più sicure e secondariamente perché non a tutte le fermate il bus fa soste lunghe e non vi è modo di prenotare la discesa se non vicino alle scalette.

Spero di avervi dato interessanti spunti per approcciarsi a Barcellona in modi insoliti, ma molto divertenti!

Il viaggo alla scoperta di Barcellona continua visitando la seconda attrazione turistica della città, ovvero il Camp Nous, dove gioca il mitico "Barca", mentre se volete leggere dall'inizio il racconto del mio viaggio, non vi resta che seguire il seguente link: Barcellona vista da un inguaribile viaggiatore.

SCHEDA TECNICA BARCELLONA IN BICICLETTA E BUS

Per ulteriori informazioni: Ufficio del turismo spagnolo in Italia
Via Broletto, 30 - 20121 Milano

bicicletta e bus a Barcellona

Tel. 0272004617 - Fax.0272004318
Email: milan@tourspain.es

Barcelona turisme
Plaça de Catalunya, 17
08002 Barcelona, España
Tel:+34 93 285 3834

Siti Web:
Sito dell’ufficio del turismo spagnolo in Italia www.spain.info/it

Sito del Barcelona turisme: www.barcelonaturisme.com/ (in lingua catalana, spagnola, inglese e francese)

Noi abbiamo soggiornato presso:
Hotel El Palace Barcelona

bicicletta e bus a Barcellona

Gran Via de les Corts Catalanes, 668
08010 Barcellona, Spagna
Telefono:+34 935 10 11 30
Sito internet: hotelpalacebarcelona.com/it

Come si raggiunge:
In aereo:
L’aeroporto Barcellona El Prat (BCN) si trova a 14Km dalla città di Barcellona con cui è ben collegato con i mezzi pubblici.
Noi abbiamo volato con la compagnia low cost Vueling (Gruppo Iberia) e sul loro sito: www.vueling.com/it abbiamo trovato delle ottime offerte.

In treno:
Esiste un treno diretto da Milano e Torino a Barcellona, per maggiori informazioni ed orari: www.trenitalia.com

bicicletta e bus a Barcellona

In auto:
Chi vuole raggiungere Barcellona in auto, deve prendere l’autostrada a pagamento A7 (E15) che collega la città spagnola con la Francia.
In nave:
Il porto di Barcellona fornisce collegamenti regolari con l’Italia (Genova).

Ambasciata:
Ambasciata d'Italia a Madrid
Calle Lagasca, 98 - 28006 Madrid
Tel.: +34 91 4233300
Fax: +34 91 5757776
E-mail: archivio.ambmadrid@esteri.it
Web: www.ambmadrid.esteri.it

bicicletta e bus a Barcellona

Consolato Generale d’Italia a Barcellona
C/ Mallorca 270, 08037 Barcellona
Tel. + 34 902.05.01.41
Fax + 34 93 487 00 02
Email: segreteria.barcellona@esteri.it

Documenti: Ai cittadini italiani basta la carta d’identità valida per l’espatrio
Valuta: Euro
Distanze: Roma 1.370 Km, Milano 980 Km, Venezia 1.238 Km.
Fuso orario: stessa ora rispetto all'Italia.
Voltaggio corrente elettrica: L'elettricità è fornita a 220 volt frequenza 50 Hz in tutta la Spagna con una presa a muro con due buchi.
Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna
Periodo consigliato: Tutto l’anno.

ALCUNE FOTOGRAFIE DI BARCELLONA IN BICICLETTA E BUS

bicicletta e bus a Barcellona bicicletta e bus a Barcellona
bicicletta e bus a Barcellona bicicletta e bus a Barcellona