Barrio Gotico Barcellona

Barrio Gotico

Cose da fare nel Barrio Gotico di Barcellona:

Il Barrio Gotico si trova nel cuore della città vecchia di Barcellona e ospita alcuni dei più bei siti storici che la città ha da offrire.

Un mosaico di architetture del XIX e XX secolo, completo di monumenti romani e medievali da vedere, puoi quasi sentire la storia mentre passeggi per le sue labirintiche strade acciottolate in una calda giornata di sole. Ma il Barrio Gotico di Barcellona non è solo un luogo per gli amanti della storia: con la sua gamma variopinta e colorata di bar nascosti e ristoranti autentici, locali di musica e locali per il brunch, è un punto di riferimento per tutto ciò che è caratteristico e affascinante in Barcellona.

Il Barrio Gotico di Barcellona è una tappa obbligata per tutti i turisti della città, quindi abbiamo pensato di iniziare da qui con la sua prima guida locale di Barcellona.

Quindi, se stai cercando di esplorare nel Barrio Gotico di Barcellona, questo post fa per te!

Dove il Barrio Gotico?

Il Barrio Gotico si trova nel quartiere Ciutat Vella e va dalla Rambla alla Via Laietana, e dal lungomare Mediterraneo alla Ronda de Sant Pere. Se stai visitando Barcellona, qruesto è assolutamente da vedere. Il quartiere copre la maggior parte delle parti più antiche della città.

Questa regione ha un piano stradale intricato che assomiglia molto a un labirinto. Ci sono molte piazze, con strade strette che conducono ad esse.

Questa è una parte vecchia della città che è principalmente percorribile a piedi. Le auto non sono ammesse qui, anche se puoi prendere un taxi per avvicinarti alla tua destinazione. È meglio prendere una mappa delle strade che circondano tutti gli edifici storici più antichi in modo da non perderti.

Ammira la storica Cattedrale di Barcellona

La Cattedrale di Barcellona, o Catedral de la Santa Creu i Santa Eulàlia, è una tappa obbligata durante la tua visita al Barrio Gotico di Barcellona.

Scendi nella cripta per vedere la tomba di Sant'Eulalia, la patrona di Barcellona, che si dice sia stata brutalmente torturata e uccisa dai romani per la sua fede.

Costruito tra il XIII e il XV secolo, al suo interno troverai un bellissimo chiostro con giardino, completo di fontane dove puoi fare amicizia (o meno) con le 13 oche residenti nella cattedrale, una per ogni anno vissuta Eulalia.

Gli interni maestosi sono caratterizzati da doccioni scolpiti nel tetto, numerose cappelle e un crocifisso che si dice abbia contribuito a sconfiggere i turchi nella battaglia di Lepanto.

Consiglio di viaggio: quando visiti la cattedrale assicurati di coprirti le spalle e di indossare abiti modesti se non vuoi essere respinto alla porta!

Guarda del jazz dal vivo nell'accogliente Jamboree club

Situato nella magnifica Plaça Reial, a pochi minuti da Las Ramblas (che presenta una delle opere meno conosciute di Gaudì: i lampioni!), una visita al Barrio Gotico di Barcellona non è niente senza un viaggio al Jamboree Jazz.

Spesso lodato come il miglior jazz club in Spagna, questo suggestivo locale sotterraneo con pareti in mattoni e soffitti inclinati è stato abbellito da artisti del calibro di Ella Fitzgerald e Chet Baker, e continua ad attrarre una folla divertente e funky di musicisti locali ancora oggi.

Cogli l'opportunità di vedere musicisti jazz di livello mondiale in un ambiente intimo, o scendi il lunedì sera per assistere alla jam session completamente improvvisata con talenti locali emergenti.

La musica però non si ferma qui: quando i concerti finiscono, si trasforma in una discoteca dove ballare tutta la notte!

El Call il quartiere ebraico

Questo è uno dei posti migliori per sperimentare ciò che il barrio gotico ha da offrire al viaggiatore. Si trova nel centro della città e inizia all'angolo nord-occidentale di Placa Sant Jaume. El Call significa "piccola strada" o "vicolo".

C'è anche il Call Major dove si trova la sinagoga, e il Call Menor che è un piccolo quartiere vicino alle Ramblas. Call Menor è stato costruito dopo l'installazione delle mura della città.

Durante il 13° secolo c'erano circa 4000 ebrei che vivevano a Barcellona, che costituivano il quindici per cento della popolazione della città. Molte persone qui erano medici, mercanti, prestatori di denaro, studiosi e scienziati e lavoravano anche per la corona.

Durante questo periodo furono creati molti preziosi contatti commerciali tra la Spagna e il Medio Oriente e il Nord Africa. Nel 1424 le famiglie ebree dovettero lasciare Barcellona a causa della persecuzione degli ebrei, quindi i contatti commerciali e le conoscenze andarono perduti.

La sinagoga Major è la sinagoga più antica della Spagna e probabilmente la più antica d'Europa. Se vuoi fare un salto per una visita, è aperto ai turisti. Puoi anche trovare molte piccole gallerie interessanti e negozi di antiquariato nel quartiere ebraico.

Porta del Bisbe | Il ponte del Vescovo

Questo potrebbe essere il luogo più famoso del Barrio Gotico. Il ponte del Vescovo non è tecnicamente un ponte.

È una galleria coperta che collega il Palazzo del Governo e la Casa del Canonico. Il ponte neogotico in sé non è molto antico, anche se si integra bene con le sue pietre e gargoyle.

Fu costruito nel 1928 per l'Esposizione Internazionale di Barcellona dall'architetto Joan Rubio i Bellver. Mirava a costruire una serie di ponti simili, ma il suo progetto è stato bocciato dal governo.

Un po' arrabbiato, ha incorporato un teschio nascosto con un pugnale sul lato inferiore del ponte, che ha generato diverse leggende.

Una leggenda narra che se esprimi un desiderio quando passi sotto il ponte, mentre guardi il teschio alla sua base, il tuo desiderio si avvererà. Un altro sostiene che, se vedi il teschio, cadrai colpito un incantesimo malvagio.

Tempio di Augusto

Il Barrio Gotico ospita il tesoro nascosto più antico di Barcellona. È un tempio romano, risalente al I secolo aC, nascosto dietro la cattedrale. È appena fuori Placa Sant Jaume su Carrer del Paradis. Un antico segno annuncia l'improbabile tempio.

L'imperatore Tiberio costruì il Tempio di Augusto per onorare il suo patrigno, l'imperatore Augusto. Il tempio era inteso come punto focale di un foro romano. Ad un certo punto, è stato per lo più demolito. Le rovine non furono scoperte fino alla fine del XIX secolo.

Ora, in un cortile, troverai quattro antiche colonne corinzie romane alte 30 piedi, che in qualche modo sono sopravvissute a 2.000 anni. Risalenti al I secolo aC, facevano parte della struttura più grande dell'antica Barcellona: un tempio lungo 120 piedi che si estendeva dal tempio al foro di Barcino.

Perdi la cognizione del tempo a Placa del Pi

La piazzetta che circonda la chiesa di Santa Maria del Pi è il perfetto rifugio dal caos e dalla frenesia della città per qualche momento di tranquillità.

Letteralmente chiamata "Piazza dei Pini" dal grande albero che si ergeva al suo centro, la piazza ospita un mercato alimentare artigianale ogni primo e terzo venerdì, sabato e domenica del mese dove è possibile assaggiare alcune delizie culinarie catalane.

Esplora l'architettura gotica della chiesa stessa o dirigiti verso una delle migliori churrerias di Barcellona, appena fuori dalla piazza, in Carrer Petrítxol. Allo stesso modo, siediti su una panchina e goditi la calma di questa piazzetta appartata, proprio nel cuore della città vecchia.

Basilica di Santa Maria del Mar

Un'altra importante attrazione del Barrio Gotico è la bellissima Basilica di Santa Maria del Mare. È nascosto nel quartiere di El Born.

La basilica è davvero uno dei gioielli del centro storico. Con radici che risalgono all'epoca romana, la chiesa del IV secolo è uno dei migliori esempi sopravvissuti di architettura gotica catalana.

All'esterno la Basilica di Santa Maria del Mare presenta tre facciate e due torri simmetriche. Poiché l'area è piuttosto claustrofobica, può essere difficile ottenere una visione completa. Il rosone rotondo è considerato uno dei più grandi al mondo.

All'interno, la chiesa ha un'atmosfera luminosa e ariosa, con molte vetrate colorate. Vedrai anche splendidi archi gotici, un altare monumentale e altre decorazioni. La chiesa fu sgomberata con la forza da ogni decorazione barocca che fu poi aggiunta.

La chiesa è gratuita per visite autoguidate. Se spendi pochi euro per una visita guidata, avrai accesso alle tre meravigliose terrazze della chiesa, con panorami mozzafiato. C'è anche un tour più lungo al tramonto, dove puoi visitare a un ritmo più tranquillo senza folla e goderti anche il Barrio Gotico.

Scopri le rovine romane sotto le strade

Durante alcuni lavori di ristrutturazione negli anni '30, è stata scoperta un'intera rete di rovine romane sotto il cuore della città vecchia. Testimone di persona queste rovine del I-VI secolo d.C. che si trovano conservate all'interno della Musea d'História de la Ciutat.

Il museo si trova proprio accanto a Plaça del Rei, un cortile medievale che si pensa sia stato utilizzato dal re Ferdinando e dalla regina Isabella per celebrare il ritorno di Cristoforo Colombo dalle Americhe nel XV secolo.

Ed è proprio sotto questo cortile che puoi esplorare le terme romane, le fabbriche, i quartieri abitativi e i manufatti che costituivano la città come la conosciamo. Non c'è modo migliore per avere un'idea degli strati su strati della storia del Barrio Gotico!

Barrio Gotico = Arte di strada

Il Barrio Gotico ospita alcune delle più belle opere d'arte di strada di Barcellona. Rende il Barrio Gotico un'affascinante miscela di vecchio e nuovo, con l'arte viva nelle strade.

Assicurati di vedere il murale di 26 piedi The World Begins With Every Kiss vicino alla cattedrale. Creato dall'artista e fotografa catalana Joan Fontcubertat, il murale è stato inaugurato nel 2014. Commemora il 300° anniversario della resa catalana nella guerra di successione spagnola.

Il fotografo ha chiesto alla gente del posto di inviare fotografie che esprimessero un momento di libertà. Le fotografie sono state posizionate su piastrelle e disposte in un murale. Da lontano, l'arrangiamento sembra un bacio struggente (o forse erotico). Da vicino, vedi un mondo in ogni immagine.

Un parco giochi preferito dagli artisti di strada è Three Chimneys, un parco urbano costruito appositamente per la street art. C'è un lungo muro su cui gli artisti possono dipingere liberamente.

Un altro murale iconico è un omaggio all'artista Joan Miro. Lo troverai all'angolo tra Carrer de Sant Pau e Carrer de la Riereta. Creato da Sixe Paredes, ha i colori e le forme giocosi caratteristici di Miro.

Anche il quartiere alla moda di El Raval è ricco di street art e graffiti. Troverai un miscuglio di grandi murales, piccole installazioni e street art in continua evoluzione.

Il nostro viaggio alla scoperta di Barcellona, continua andando a visitare Palau guell

SCHEDA TECNICA BARRIO GOTICO

Per ulteriori informazioni: Ufficio del turismo spagnolo in Italia
Via Broletto, 30 - 20121 Milano
Tel. 0272004617 - Fax.0272004318
Email: [email protected]

Barcelona turisme
Plaça de Catalunya, 17
08002 Barcelona, España
Tel:+34 93 285 3834

Siti Web:
Sito dell’ufficio del turismo spagnolo in Italia www.spain.info/it

Sito del Barcelona turisme: www.barcelonaturisme.com/ (in lingua catalana, spagnola, inglese e francese)

Come si raggiunge:
In aereo:
L’aeroporto Barcellona El Prat (BCN) si trova a 14Km dalla città di Barcellona con cui è ben collegato con i mezzi pubblici.
Noi abbiamo volato con la compagnia low cost Vueling (Gruppo Iberia) e sul loro sito: www.vueling.com/it abbiamo trovato delle ottime offerte.

In treno:
Esiste un treno diretto da Milano e Torino a Barcellona, per maggiori informazioni ed orari: www.trenitalia.com

In auto:
Chi vuole raggiungere Barcellona in auto, deve prendere l’autostrada a pagamento A7 (E15) che collega la città spagnola con la Francia.
In nave:
Il porto di Barcellona fornisce collegamenti regolari con l’Italia (Genova).

Ambasciata:
Ambasciata d'Italia a Madrid
Calle Lagasca, 98 - 28006 Madrid
Tel.: +34 91 4233300 - Fax: +34 91 5757776
E-mail: [email protected]
Web: www.ambmadrid.esteri.it

Consolato Generale d’Italia a Barcellona
C/ Mallorca 270, 08037 Barcellona
Tel. + 34 902.05.01.41 - Fax + 34 93 487 00 02
Email: [email protected]

Documenti: Ai cittadini italiani basta la carta d’identità valida per l’espatrio
Valuta: Euro
Distanze: Roma 1.370 Km, Milano 980 Km, Venezia 1.238 Km.
Fuso orario: stessa ora rispetto all'Italia.
Voltaggio corrente elettrica: L'elettricità è fornita a 220 volt frequenza 50 Hz in tutta la Spagna con una presa a muro con due buchi.
Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna
Periodo consigliato: Tutto l’anno.

Ti è piaciuto leggere cosa puoi vedere nel Barrio Gotico di Barcellona?
Condividilo su Pinterest ora così lo potrai rileggere più tardi:
Barrio Gotico di Barcellona

 

 

Questo articolo contiene link di affiliazione. Tutto ciò non comporta alcun costo aggiuntivo per te, mentre per noi significa ricevere una piccola commissione su qualsiasi tuo acquisto fatto attraverso i nostri link. È un modo per supportare le nostre attività.
Grazie per sostenerci.