homechi sonoviaggiarticolienogastronomiafoto e videocontatti

Cuochi e presìdi a Puglianello

Salve inguaribili viaggiatori
tutti conosciamo almeno di nome SlowFood: è l’associazione, fondata da Carlo Petrini, presente in più di 150 paesi nel mondo con un solo obiettivo, ovvero un cibo più pulito, più buono, più pulito e più giusto. Da oltre vent’anni quindi slowfood si impegna a tutelare e certificare un miglior rapporto tra il produttore il cibo e la natura, proteggendo la biodiversità, la tracciabilità del prodotto, ol km 0, una filiera cortissima e così via.

Il risultato è che il prodotto marchiato slowfood non solo è organoletticamente eccellente, ma conserva tutta la storia delle tradizioni di cui si è imbevuto nel corso dei secoli.

E quando un prodotto slowfood incontra un luogo dove è massima l’attenzione alla cucina ed al cliente allora si può ben dire che stiamo per trovarci in un evento speciale, decisamente innovativo e dalle caratteristiche uniche: così accadrà il 9 luglio, nel “Foro dei Baroni” a Puglianello, piccolo comune in provincia di Benevento, dove, in collaborazione con lo Slow Food Valle Telesina, si terrà la cena dell’alleanza tra i cuochi ed i presidi slow food.

Del menù verranno dati i piatti con la lista degli ingreduenti: poi, due chef (Raffaele d’Addio, del Foro dei Baroni d Dino Masella, della Trattoria Masella) reinterpreteranno i patti col loro gusto e fantasia, sempre senza smettere di utilizzare i presidi slow food della Valle Telesina a loro disposizione.

Il menù è a dir poco sublime: come antipasto “Zuppa di cucuzze”, con la succulenta salsiccia rossa di Castelpoto e l’originale abbinamento col conciato romano, oltre, ovviamente, alle zucchine, base per la zuppa.

Il primo piatto è un classico della cucina povera: pasta e patate (in dialetto Past e Patan), con, come presidi slow food, i pomodorini del Piennolo, la cacio ricotta e la colatura di alici. Da provare con curiosità il condimento con la salsa di sedano, carote e cipolla.

Come secondo piatto, carne alla pizzaiola, dove il vitello o manzo sarà accompagnato non solo dai pomodorini del piennolo ma anche da un’assoluta specialità, l’aglio di Nubia, direttamente dai Prodotti Agricoli Tipici della Sicilia col suo sapore enormemente intenso, dovuto alla grossa quantità di allicina presente sotto la scorza rossa dei suoi bulbi.
Infine, come dessert, riso e latte, ovviamente fatto con solo latte nobile.

Per informazioni e prenotazioni si può chiamare i numeri 328.893.3581 - 328.671.1468

Alla prossima ricetta.
L'inguaribile viaggiatore Modestino Picariello
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it