homechi sonoviaggiarticolienogastronomiafoto e videocontatti

Voglia di America con il pollo al chili

Vi è mai capitato di vedere magari un bel film americano proprio vicino all'ora di cena? Uno di quei film dove mostrano delle mega porzioni di piatti che avete sempre desiderato provare. Magari mangiate sano da un po' e avete quell'irrefrenabile voglia di hamburger all'americana? O magari se siete amanti del piccante preferireste delle ottime ali di pollo piccanti o un ricco piatto di chili?

Se è davvero così allora questa è la ricetta che fa al caso vostro. Il tempo di preparazione generalmente di una mezzora buona.

Nonostante sia ispirata al chili americano, questa ricetta è stata creata in Italia, quindi utilizzeremo ingredienti molto comuni per fare un piatto che io ritengo sia davvero ottimo.

Gli ingredienti (per due persone): 300 g di petti di pollo, 200 ml di passata di pomodoro, farina; pan grattato, mezzo bicchiere di vino bianco (preferibilmente secco), 200 mL di panna da cucina, peperoncino rosso,  burro (50 g c.a), pepe nero, sale e zucchero(bianco) q.b.

 La cottura va fatta a fuoco lento, in modo che il pollo diventi tenerissimo. Quindi non utilizzate padelle, bensì una pentola, come quelle per fare il risotto.

 

Come prima cosa, tagliate i vostri petti di pollo, facendone straccetti. La regolarità e la dimensione degli straccetti di pollo è puramente soggettiva. A me in particolare piace variare le dimensioni del piatto rendendolo meno geometrico e molto più ricco.

Una volta tagliato il pollo, preparate in un piatto un' impanatura formata da farina e pan grattato (di pan grattato non ce ne deve essere molto, un cucchiaio da minestra per un piatto è più che sufficiente e forse anche abbondante!).

Una volta impanato il pollo con la farina, dateci una spolverata di pepe stando attenti a non esagerare, altrimenti il sapore troppo forte del pepe potrebbe sovrastare quello del pollo. Ora fate sciogliere in una pentola il burro e fatevi rosolare il pollo.

Una volta che avete ottenuto un pollo dorato, aggiungetevi il mezzo bicchiere di vino bianco. Lasciate sfumare a fuoco medio. Una volta che il vino è sfumato aggiungetevi la passata di pomodoro.

Ho messo lo zucchero tra gli ingredienti, perché ha la capacità chimica di eliminare l'acidità del pomodoro. Aggiungete quindi mezzo cucchiaino da caffè di zucchero. Fate andare ora il pollo a fuoco basso e mescolate di tanto in tanto. I più frettolosi possono tenere il fuoco medio, ricordandosi però di girare spesso.

Aggiungete ora il quantitativo di peperoncino che fa per voi, e lasciate sbollentare per un po'. Quando vedete che il pollo inizia ad essere tenero da rompersi (o quasi) solo utilizzando il cucchiaio con cui state girando il tutto, aggiungetevi la panna e mescolate dolcemente fino ad ottenere degli straccetti di pollo ricoperti da una morbida crema di pomodoro (per questa parte consiglio vivamente di tenere la fiamma bassa). In caso la crema sia troppo liquida potete farla restringere utilizzando la farina avanzata in precedenza.

Una volta pronto impiattate e servite caldo.

Un' ottimo contorno da abbinare a questo secondo piatto possono essere le patate al forno (facili da preparare) o il finocchio al gratin.

Consiglio come bevanda abbinata, del buon vino bianco (specie se molto frizzante), o della birra chiara.

Non posso dirvi altro se non “bon appétit“.

L’inguaribile viaggiatore Mirko Albani