homechi sonoviaggiarticolienogastronomiafoto e videocontatti

Pollica: se la Regione Campania la prendesse da esempio?

Gentili lettori dell’inguaribile viaggiatore,
oggi vi propongo uno scontro tra Davide e Golia, lasciando a voi scegliere il vincitore.

Ognuno si promuove come meglio crede, soprattutto se si tratta di organismi sovra strutturati come comuni, o addirittura la Regione. Ebbene, da qualche anno proprio le regioni stanno promuovendosi attraverso spot passati ormai spesso in tv ed affidati ai social media.

Nel 2010 lo fece la Campania. Ebbe diversi milioni di fondi europei a disposizione e decise di affidare il compito ad uno dei più importanti artisti su piazza: Eugenio Recuenco, uno dei più apprezzati fotografi spagnoli, dal raglio cinematografico ed autore di importanti campagne pubblicitarie.

Il prodotto è stato questo:
Lo spot ha fatto molto discutere e diviso la critica. C’è chi l’ha adorato, chi l’ha odiato.

Il concetto è che l’oggetto del contendere non era la regione Campania ma l’artista che l’ha rappresentata, ovvero Recuenco, che, come ogni personalità eclettica, ha i suoi fans e i suoi detrattori. Difficile anche solo immaginare la Campania da quei pochi secondi contornati da bellissime (bisogna dirlo) e patinatissime modelle, una per ogni ambiente, ma tutti ambienti di Napoli (ricordiamo che lo spot dovrebbe servire a promuovere la Regione!): la Piscina Mirabilis, i vicoli di Spaccanapoli, ma soprattutto, nella scena finale, il delizioso Palazzo Donnanna.

Peccato che due su tre (Piscina Mirabilis e Palazzo Donnanna) siano normalmente inaccessibili e non luoghi per turisti, ma solo per una visione un po’ rarefatta. In quello spot mi solletica l’avvenenza delle modelle, non della mia regione.

Ma non sono solo le regioni a promuoversi, anche i piccoli comuni lo fanno. È il caso di Pollica, perla nel Cilento che, come tutta la costa, d’estate si riempie e d’inverno si spopola.

Ma l’amministrazione ha deciso di provare ad invertire il trend: proviamo a fare eventi anche nei mesi invernali, leghiamoci ad operatori della zona e rendiamo viva Pollica tutti i mesi dell’anno. Così nasce l’iniziativa “Pollica d’Inverno” con una serie di eventi nel paese e nelle zone vicine. Idea pubblicizzata così

Musica affidata a una eccellenza del territorio: l’ Orchestra vocale “Numeri Primi” è nata da un' idea di Alessandro Tino, leader del gruppo e appassionato di musica pop e rock, riunendo molti tra i più bravi e appassionati giovani coristi e cantanti salernitani in una nuovissima formula musicale denominata Orchestra vocale.

E' un complesso di sole voci con un repertorio completamente a cappella di musica pop e rock riarrangiata per lo più dal M° Alessandro Cadario. In questo tipo di esecuzione, ogni canzone diventa un singolare “madrigale”, contaminazione tra la gloriosa tradizione contrappuntistica del Rinascimento italiano e la canzone pop e rock nella sua forma più recente, e con una grande dose di ironia.

Scelta dei luoghi: le più belle zone dell’esterno di Pollica e, per gli interni, gli stessi operatori del turismo che “Pollica d’Inverno” vuole valorizzare: Casa Vacanze Palazzo della Cortiglia, a Pollica -B&B il Cortile, a Pollica -Villa Canniclo, a Cannicchio - Castello Vinciprova a Pioppi. Tutto in “casa”, quindi: non si promuove un brand, ma si valorizza un territorio. Io ho già il mio vincitore. E voi?