Pisa e Piazza dei Miracoli: un week end di storia, sapori e cultura (seconda ed ultima parte)

Salve inguaribili viaggiatori,
continuo oggi il racconto di Pisa, chi volesse leggere la puntata precedente, basta che clicchi su: A Pisa per un week end di storia, sapori e cultura (prima parte).

Pisa non è soltanto la Torre Pendente: infatti, sempre su Piazza dei Miracoli (chiamata anche Piazza Duomo) è possibile ammirare una delle architetture più significative dell'arte romanica pisana: il Duomo di Santa Maria Assunta.

Realizzato a partire dal 1064 in concomitanza con la costruzione della Basilica di San Marco a Venezia, il duomo di Pisa gareggia con questi in bellezza ed eleganza, in una sfida ipotetica fra le due città che non si svolgeva solo sul mare, ma anche in grandezza e bellezza sulla terraferma.

L'architetto Buscheto disegnò il Duomo di Pisa (detto dell'Assunta) unendo sapientemente e per la prima volta elementi provenienti dalla tradizione classica innestati con l'arte normanna, bizantina, paleocristiana e araba.

Per chi, invece, vuole respirare una Pisa vagamente medievale, deve lasciare Piazza dei Miracoli perchè consigliatissimi sono i Lungarni, dove si affacciano meravigliosi palazzi che, nonostante siano stati ristrutturati e modificati con gusto prettamente rinascimentale, non celano l'anima originale del passato: Palazzo dei Medici, Palazzo Toscanelli e Chiesa di San Matteo in Soarta sono solo alcune delle costruzioni più rilevanti presenti sul Lungarni, soprattutto quelle ubicate su quello mediceo, il più famoso della città di Pisa.

Sempre sui Lungarni è possibile trascorrere divertenti serate fra i locali e i localini della zona, sempre molto animati soprattutto nei periodi che vanno dall'autunno alla primavera.

Sicuramente un luogo molto suggestivo in Pisa è il Camposanto Monumentale della città, considerato da molti come sacro in quanto la leggenda vuole che i Crociati portarono qui la terra santa presa sul monte Golgota in Gerusalemme.

Proprio per questo motivo, qui vennero seppelliti alcuni dei personaggi pisani più illustri della città di Pisa.

Nel tempo, però, l'impianto originario è stato modificato più volte, fino a non avere più una netta distinzione fra le salme poste “a terra”, destinate alle spoglie mortali dei soggetti importanti, e quelle poste sotto le arcate, solitamente luogo destinato alle persone comuni.

Ma come arrivare a Pisa per vedere Piazza dei Miracoli? Il modo più veloce per raggiungere Pisa dall'Italia è sicuramente il treno, ma per coloro che giungono dal sud Italia, troveranno molto più comodo l'aereo.

Per gli inguaribili viaggiatori che invece, giungono a Pisa dall'estero, potranno allo stesso modo usufruire di un volo low cost operato da una delle tante compagnie aeree economiche che servono lo scalo di Pisa.

Alla prossima meta.
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

Periodo consigliato: Tutto l’anno.

 

SCHEDA TECNICA PISA

Per ulteriori informazioni:
Ufficio di informazione e assistenza turistica
Piazza Vittorio Emanuele II, 16
56120 Pisa
Tel. 050 42291
Email piazzavittorioturismo@provincia.pisa.it

Siti Web:
Portale ufficiale del Turismo della Provincia di Pisa: www.pisaunicaterra.it

Come si raggiunge:
In aereo:
L'Aeroporto Internazionale di Pisa “Galileo Galilei” è collegato con voli diretti a diverse città italiane e a numerosissime destinazioni internazionali, europee e non solo.
Presso l’aeroporto di Pisa operano prevalentemente compagnie aeree low-cost.
In auto:
Da Firenze = Autostrada A11 Firenze-Mare, uscita Pisa Nord,
Da Roma, Bologna = Autostrada A1 fino a Firenze, poi Autostrada A11, uscita Pisa Nord,
Da Genova = Autostrada A12 Genova-Rosignano, uscita Pisa Nord,
In treno:
La stazione di Pisa Centrale è uno dei principali snodi ferroviari regionali e nazionali. Treni frequenti la collegano a Firenze, Roma, Genova e Lucca.
Distanze: Roma 343 Km, Milano 285 Km, Venezia 333 Km