Anche quest’anno la primavera si riapre col FAI

Salve inguaribili viaggiatori,
Il 22 e il 23 marzo sono le date dell’edizione 2014 delle “Giornate FAI di Primavera" che è una festa nazionale (coinvolte tutte le regioni d’Italia) intitolata ad arte, cultura e natura.

Come sempre il FAI, con l’arrivo della primavera, tenta di sensibilizzare l’attenzione sulle bellezze dimenticate del nostro paese, ed anche quest’anno riaprirà, (in molti casi in maniera eccezionale, ovvero appositamente dedicata all’evento), col beneplacito degli enti locali, oltre 750 luoghi d’arte presenti in tutte le regioni del nostro paese.

Qualche dato per capire l’importanza dell’evento: 22 edizioni consecutive (con questa), oltre 7.000.000 di visitatori, visite straordinarie a contributo libero in tutta Italia, lo straordinario patrocinato della Presidenza della Repubblica Italiana, della Commissione europea, con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile.

Difficile trovare una tale e straordinaria varietà concentrata in così poco tempo, e ciò che è aperto è solo una piccola parte dell’inestimabile patrimonio italiano. I piccoli centri, neanche a dirlo, la fanno da padroni, perché lo stile di vita semplice e la relativa (in proporzione alle grandi città) povertà di fondo hanno permesso una maggiore conservazione che si trasforma in un’offerta più ampia di riscoperta del territorio.

Nella sola Campania, la mia regione, si potranno visitare castelli (Bisaccia, Sant’Angelo dei Lombardi, Ceppaloni), chiese (Napoli, massa Lubrense, Maddaloni - che ne riapre tantissime per l’occasione), torri, archivi di stato, tesori naturali come la Baia di Ieranto (sempre a Massa Lubrense) o la Masseria delle Sorgenti a Riardo, dove si produce, tra l’altro, una famosa acqua minerale, poi ville, stazioni zoologiche, anfiteatri, stadi  e molto altro ancora.

Quest’anno, poi, il FAI si espone con un invito davvero eccezionale: in occasione del bi millenario della morte di Augusto, saranno riaperti il Foro ed Il Mausoleo dell’uomo che, cambiando il volto dell’impero di Roma, cambiò i destini del mondo.

Da segnalare, poi, ingressi speciali dedicati dedicati agli iscritti del FAI, eventi, serate e mostre a tema in luoghi che prolungheranno il consueto orario di apertura e soprattutto indirizzi speciali dedicati a chi ama il verde, gli animali o i propri bambini.

Per saperne di più si può consultare il sito www.giornatafai.it (dove sono presenti anche i contatti di tutte le sedi FAI regionali), telefonare al numero 02.871.19.115 oppure verificare l’elenco dei luoghi aperti presenti sul sito di ogni regione.

L'inguaribile viaggiatore Modestino Picariello
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it