homechi sonoviaggiarticolienogastronomiafoto e videocontatti

Cogne, un paradiso nel paradiso

Salve inguaribili viaggiatori,
se pensate che trascorrere le vostre vacanze in montagna a Cogne sia l’ideale per immergersi nella natura di meravigliosi prati e praticare lo sci nordico o l’alpinismo sul tetto d’Italia, avete proprio ragione! Il piccolo comune valdostano è una rinomata meta alpina sin dai tempi di re Vittorio Emanuele II, che vi si recava in spedizioni di caccia.
Cogne sorge ai piedi del massiccio del “gigante alpino” del Gran Paradiso (oltre 4.000 metri s.l.m.) a più di 1.500 metri di quota e, trovandosi all’interno del Parco Nazionale, il suo territorio è protetto per oltre il 95%.

Attività paradisiache

Che decidiate di partire in inverno o in estate, non ve ne pentirete. La valle offre più di 80 km di piste per lo sci di fondo, che si snodano tra boschi di conifere, con pendii adatti alle diverse difficoltà tecniche. I principianti potranno seguire i corsi proposti dalla scuola di sci e noleggiare l’attrezzatura. È possibile praticare anche: scialpinismo, snowboard e telemark. I bambini si divertiranno immensamente allo snow park, allestito nei magnifici Prati di Sant’Orso, che include: piste da sci, gommoni per il tubbing, slittini e gonfiabili.
Vi sono comodi itinerari ben segnalati per escursioni guidate a piedi o con racchette da neve, adatte anche a famiglie con bambini.
La valle di Cogne non è soltanto il paradiso di fondisti e alpinisti. Se trascorrete le vacanze in montagna a Cogne d’inverno, oltre 150 cascate ghiacciate tra Valnontey e Gimillan vi aspettano per regalarvi il brivido vertiginoso dell’arrampicata su ghiaccio. Il consiglio è quello di essere prudenti durante l’ascesa e di optare per l’accompagnamento da parte di guide alpine.

Un Paradiso da esplorare

L’alpinismo è uno degli sport tradizionali a Cogne. Se siete esperti d’alta montagna, le vette che sovrastano la valle di Cogne saranno pane per i vostri denti. La scalata fino a Punta Rossa (oltre 3.600 metri di quota, si parte da Valnontey) è consigliata a temerari esperti perché abbastanza impervia. Più semplici, ma sempre guidati da alpini, sono gli itinerari per Punta Patrì (partenza da Valnontey), a 3.500 metri, con dislivelli più dolci, o per Punta Tersiva (partenza da Lillaz) anche questa a un’altezza di 3.500 metri. Tenete gli occhi aperti e la macchina fotografica pronta a scattare: potreste facilmente avvistare stambecchi, ermellini, lupi e camosci paradisiaci! Queste tre proposte sono praticabili in una sola giornata, ideali quindi per un weekend in montagna a Cogne.
Per famiglie e quanti volessero esplorare la valle a piedi o in bici, Cogne è ben collegata ad altri centri abitati tramite sentieri pedonali e anche tramite navette gratuite. Inoltre, il comune mette a disposizione di visitatori e cittadini più di 200 bici elettriche, ideali per una gita in famiglia.
In caso di maltempo, potete sempre andare a visitare i musei di Milano

Il Gran Paradiso

Prima che diventasse un prestigioso centro di villeggiatura, Cogne era un importante complesso minerario per l’estrazione del ferro. Oggi si organizzano istruttive ed interessanti escursioni guidate lungo Le vie del Ferro.
Da non perdere anche la Maison Gérard-Dayné, perfetto esempio di architettura tradizionale valdostana in pietra e legno. Una visita al Parco nazionale del Gran Paradiso è d’obbligo e mentre sarete lì, già conquistati dalla bellezza selvaggia di questa natura protetta, val la pena di lasciarsi meravigliare ancora dal giardino delle farfalle, all’interno del Giardino Botanico Alpino di Paradisia. Vi sembrerà di essere in un luogo fatato! Il giardino botanico ospita una collezione di licheni, oltre mille specie di flora alpina e proveniente da catene montuose di tutto il mondo e comprende una stazione di biologia montana, un erbario, un laboratorio e una biblioteca.

Alla prossima meta.
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it