homechi sonoviaggiarticolienogastronomiafoto e videocontatti

Borsa mediterranea del turismo archeologico

Vediamo quali sono stati i risultati della XIX edizione della Borsa mediterranea del turismo archeologico, svoltasi dal 27 al 30 ottobre

La Borsa mediterranea del turismo archeologico, che ormai si svolge a Paestum da quasi vent’anni, si conferma un evento originale nel suo genere: sede dell’unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico e di archeologia virtuale; mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali; luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo culturale ed al patrimonio; occasione di incontro per gli addetti ai lavori, per gli operatori turistici e culturali, per i viaggiatori, per gli appassionati; opportunità di business nella suggestiva location del Museo Archeologico con il Workshop tra la domanda estera selezionata dall’Enit e l’offerta del turismo culturale ed archeologico. Tutto questo è la Borsa mediterranea del turismo archeologico

La Borsa mediterranea del turismo archeologico è un format di successo testimoniato dalle collaborazioni di organismi internazionali quali UNESCO, UNWTO e ICCROM oltre che da circa 10.000 visitatori, 100 espositori con 20 Paesi esteri, 58 tra conferenze e incontri, 300 relatori, 120 operatori dell’offerta turistica legata all’archeologia, 100 giornalisti.

Il Salone Espositivo (con i Laboratori di Archeologia Sperimentale, gli ArcheoIncontri e ArcheoVirtual), il Museo Archeologico Nazionale (Conferenze, Workshop con i buyers esteri), la Basilica (Conferenza di apertura, ArcheoLavoro, Incontri con i Protagonisti) il Tempio di Cerere (Incontri con i Protagonisti) sono state le suggestive location tutte dentro l’area archeologica della città antica di Paestum, sito Unesco dal 1998.

Nel sottolineare l’importanza che il patrimonio culturale riveste come fattore di dialogo interculturale, d’integrazione sociale e di sviluppo economico, ogni anno la Borsa mediterranea del turismo archeologico promuove la cooperazione tra i popoli attraverso la partecipazione e lo scambio di esperienze: Egitto, Marocco, Tunisia, Siria, Francia, Algeria, Grecia, Libia, Perù, Portogallo, Cambogia, Turchia, Armenia, Venezuela, Azerbaigian, India sono stati nei diversi anni dell’evento i Paesi Ospiti. La stretta collaborazione con le Regioni determina anche la scelta di una Regione Ospite Ufficiale.

Numerose come sempre le sezioni speciali della Borsa mediterranea del turismo archeologico:

  • ArcheoIncontri per conferenze stampa e presentazioni di progetti culturali e di sviluppo territoriale;
  • ArcheoLavoro, per l’orientamento post diploma e post laurea con presentazione dell’offerta formativa a cura delle UniversitĂ  presenti nel Salone;
  • ArcheoStartUp in cui si presentano nuove imprese culturali e progetti innovativi nelle attivitĂ  archeologiche.

Tanti sono stati gli incontri con i Protagonisti nei quali il grande pubblico interviene con i noti divulgatori della TV; Laboratori di Archeologia Sperimentale per la divulgazione delle tecniche utilizzate nell’antichità per realizzare i manufatti di uso quotidiano; Premio “A. Fiammenghi” per la migliore tesi di laurea sul turismo archeologico; Premio “Paestum Archeologia” assegnato a coloro che contribuiscono alla valorizzazione del patrimonio culturale; visite guidate ed educational per giornalisti e visitatori.

Dal 2015, infine, si è aggiunto l’International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”, il Premio intitolato al Direttore del sito archeologico di Palmira, che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale durante l’assedio dell’Isis alla città: la Borsa e Archeo in collaborazione con le riviste media partner internazionali Antike Welt (Germania), Archéologie Suisse (Svizzera), Current Archaeology (Regno Unito), Dossiers d’Archéologie (Francia) selezionano e premiano le principali scoperte archeologiche dell’anno.

La Borsa mediterranea del turismo archeologico è una manifestazione che come sempre ha aperto possibilità infinite per gli operatori del settore e per i semplici visitatori desiderosi di scoprire qualcosa di più sul loro territorio.

L’inguaribile viaggiatore Modestino Picariello
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it