Il bacio di Napoli

Salve inguaribili viaggiatori
sarà che sono un inguaribile romanticone, ma trovo il festival del bacio la più azzeccata idea comunicativa degli ultimi anni sorta in Campania, nonché la più riuscita collaborazione tra comune e commercianti che un viaggiatore possa mai sperare.

Il festival del bacio 2014, organizzato da settimane, ma che ha avuto il suo clou il 21 marzo nelle zone più belle della splendida città di Napoli, è un inno alla vita, alla gioia, all’amore, alla bellezza, ma soprattutto al paese e al suo volto più bello e carico di delizie. Ma facciamo un passo indietro e spieghiamo cos’è.

Il Festival del bacio è stato un percorso di 6 chilometri tra Cuore (scultura luminosa posta sotto la Certosa di san Martino) e Anima (scultura composta da 400 piccoli cubi rossi in plexiglass che, con uno speciale effetto ottico assumono una forma diversa a seconda dell’osservatore). In questo incontro tra cuore ed anima, tutto il tragitto si arrende all’amore ed i monumenti storici di Napoli lo fanno ognuno a modo suo.

Piazza Vanvitelli, Castel dell’Ovo, Piazza Plebiscito, Palazzo Reale, il Maschio angioino, piazza Carità e molti altri, dalle 17 alle 22, si sono colorati di rosso ed hanno ospitato al loro interno e lungo tutte le loro vie esibizioni e performance artistiche. Ma la vera opera d’arte, cuore del festival del Bacio, è il gruppo di persone che, passando da “Cuore” ad “Anima”, o viceversa, ha reso il festival quel che era nelle intenzioni dei creatori: una scultura umana e relazionale che si sviluppava lungo il cuore storico di Napoli.

In tutto questo gli esercenti, ognuno da par suo, ha abbellito la propria zona per una valorizzazione condivisa ed anche i cittadini hanno potuto partecipare, scaricando dal sito il cuore fatto di quadratini simbolo della manifestazione e facendosi fotografare con quello. Tutte le foto, con un preciso hashtag, sono andate nella pagina instagram dell’evento, manco a dirlo invasa e cliccatissima in questi giorni.

In pratica questa “festa della città che cerca nuove modalità di scambio” è stata un successone, che ancora adesso è possibile seguire su tutti i canali internet dedicati all’evento (ritrovabili su www.festivaldelbacio.it).
Complimenti innanzitutto a tutti i commercianti che hanno aderito all’iniziativa, ma soprattutto ai creatori e promotori dell’evento: il Comune, la Camera di Commercio, l’accademia delle belle arti, il forum delle culture, ANM (la metrò di Napoli), video metrò e radio kisskiss.

L'inguaribile viaggiatore Modestino Picariello
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it