homechi sonoviaggiarticolienogastronomiafoto e videocontatti

Schönbrunn Vienna

Salva

Schönbrunn

Schönbrunn Vienna

Salve Inguaribili Viaggiatori,
proseguo il mio racconto del week end nell’affascinante Vienna e riparto dalla visita della reggia di Schönbrunn, raggiungibile facilmente con la metro U4, direzione Hütteldorf, con fermata proprio alla stazione Schönbrunn. Il palazzo dista appena 5 minuti a piedi dalla stazione ed il percorso è molto ben segnalato.

Il castello di Schönbrunn offre diversi tipi di biglietti a seconda del tipo di visita e del tempo che vorrete dedicare nella visita. Tra questi segnalo il biglietto Imperial tour consente l’ accesso a tutti gli edifici, incluso il divertente labirinto, e il biglietto Grand Tour permette di vedere anche tutte le sale settecentesche dell’edificio principale, quelle dell’epoca di Maria Teresa, in entrambi i casi è inclusa l’audioguida in italiano.

Il complesso architettonico della reggia di Schönbrunn fu dichiarato nel 1996 patrimonio culturale dell’umanità dell’UNESCO e risulta essere l’attrazione più visitata di Vienna, nonché risulta essere il palazzo più grande in Austria ed è anche noto per l’ospitare uno degli zoo più antichi del mondo.

Schönbrunn Vienna

Il nome Schönbrunn ebbe origine dalla scoperta ad opera dell'imperatore Mattia che, durante una battuta di caccia in quest'area, si accorse della presenza di una fonte di acqua limpidissima, “schön brunn” ovvero bella fonte".

La stanza del castello di Schönbrunn che più ha colpito l’immaginario e la fantasia è stata la sala da ballo, maestosa e imponente sia per le dimensioni che per la ricchezza delle decorazioni, è facile immaginare la nobiltà europea riunita alla corte degli Asburgo che tra danze e banchetti decide le sorti dell’Europa. Ricordiamoci che uno dei motti della monarchia asburgica era “bella generant alii, tu felix Austria nube” ovvero “gli altri facciano pure guerre, tu Austria ridente unisciti in matrimonio”. Infatti grazie a matrimoni mirati dominarono il panorama europea fino alla fine della prima guerra mondiale.

Le stanze della reggia di Schönbrunn sono caratterizzate fortemente dai gusti e dalle passioni dei regnanti austriaci, si adoperarono anche in prima persona per personalizzare le decorazioni delle camere, in particolare in una delle stanze si possono ammirare alcuni disegni ad opera dei figli di Maria Teresa d’Austria.
Devo confessarvi che la storia della regina Elisabetta I d’Austria, conosciuta universalmente come

Austrian Airlines
Schönbrunn ViennaSissi, mi ha sempre affascinato, inizialmente da piccola per l’influenza dei famosi film degli anni 50, in seguito ad una lettura più adulta della sua storia per le luci e le ombre di una figura così caratterizzante la storia moderna dell’Austria.
Ecco spiegato perché la visita al castello di Schönbrunn si è protratta per tutta la mattinata, inoltre nel parco antistante il castello, in occasione della pasqua, vi era un caratteristico mercatino. Gli stand per noi più interessanti erano quelli a vocazione “godereccia” e quindi abbiamo deciso di pranzare con spatzle e wurstel con senape e naturalmente un boccale di ottima birra.

Dopo il pranzo ci siamo dedicati alla visita del grande parco di Schönbrunn fino alla la Gloriette che si trova sul retro in cima ad una collina e abbiamo fatto una puntatina alla mostra su Franz Joseph, in quanto nel 2016 cade il centesimo anniversario della morte.

Francesco Giuseppe regnò a lungo sull’impero austriaco e fu un uomo sobrio e di grande rigore, avverso alle “tecnologie moderne”, tanto da non aver mai voluto usare né telefono e men che meno l’auto, aveva una sola debolezza l’amore che lo legava alla moglie Elisabetta a cui fu fedele per tutta la vita. Si narra che all’annuncio dell’assassinio dell’adorata moglie, che seguiva la perdita di altre fondamentali figure della sua vita, abbia dichiarato che “Nulla mi è stato risparmiato su questa terra”.

Schönbrunn Vienna

Lasciato Schönbrunn abbiamo ripreso la metropolitana e siamo ritornati in centro città per dirigerci verso il famoso caffè Demel, dove abbiamo assaggiato la “vera” Sacher.

La diatriba sulla veridicità della ricetta tra i due famosi caffè viennesi, Sacher e Demel, è di vecchia data.

L’aneddoto racconta di una ricetta creata da Franz Sacher per il Principe di Metternich nel lontano 1832 ma in seguito perfezionata dal figlio Eduard Sacher, mentre egli lavorava da apprendista proprio presso Demel, che ne vendette le prime fette. Da qui si dice che all’hotel Sacher si assaggia “Die originale (originale) Sachertorte” mentre da Demel si mangia “Die wirkliche (vera) Sacher-Torte”.

Dopo avere assaggiate entrambe posso dirvi che la differenza principale tra le due sta negli strati di marmellata, due in quella originale di Sacher (uno prima della glassa e uno nel mezzo della torta) contro uno solo (tra glassa e torta) in quella vera di Demel oltre che nella composizione della glassa. La certezza è che entrambe sono un vero piacere dei sensi!

Dopo questa dotta dissertazione di torte vi lasciamo al racconto della prossima giornata a Vienna, che abbiamo pubblicato nell'articoo: Un inguaribile viaggiatore all'Albertina Museum, mentre se volete leggere l'inizio della storia del nostro viaggio a Vienna, non vi resta che andare all'articolo: Un week end a Vienna.

Schönbrunn Vienna

SCHEDA TECNICA VIENNA - Schönbrunn

Per ulteriori informazioni:
Servizio Informazioni Austria Turismo
tel. 840 99 99 18 costo chiamata 15 cent.
risponde operatore di lingua italiana
Fax 840 99 99 19
Email: vacanze@austria.info

Siti Web:
Servizio Informazioni Austria Turismo: www.austria.info/it
Sito ufficio turistico di Vienna: www.wien.info/ita

Come si raggiunge:

In aereo: L’aeroporto internazionale di Vienna Schwechat è collegato ai principali aeroporti italiani dalla compagnia aerea Austrian Airlines, spesso con più voli nella stessa giornata. Per maggiori informazioni: www.austrianairlines.it

Schönbrunn Vienna

In treno: Vienna è raggiungibile in treno dalle principali stazioni del nord Italia. Per maggiori informazioni: www.oebb.at

Dove dormire: Durante il nostro viaggio a Vienna, abbiamo soggiornato nell’hotel Zeitgeist Vienna, per maggiori informazioni e prenotazioni: www.zeitgeist-vienna.com

Distanze: Roma 1122Km, Milano 866Km, Venezia 610Km

Ambasciata:
Ambasciata d'Italia a Vienna
Rennweg 27
1030 Vienna
tel. 0043 1 712 51 21
fax. 0043 1 713 97 19
Email: ambasciata.vienna@esteri.it
Web: www.ambvienna.esteri.it
Orario al pubblico: lun - ven 09.00 - 11.00 e mercoledì anche 14.00 - 15.00

Schönbrunn Vienna

Documenti: nessuno, anche se e’ sempre meglio portarsi dietro la carta d’identita’.
Fuso orario: Stessa ora dell’Italia.

Voltaggio energia elettrica: La corrente elettrica è di 230 volt. Gli apparecchi italiani possono di norma essere utilizzati. (verificate comunque nel libretto di istruzioni) - Tutte le prese degli apparecchi sono di tipo bipolare senza contatto centrale di terra. Portate con voi degli adattatori.
Valuta: Euro
Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna

Periodo consigliato: Tutto l’anno

Alcune fotografie del castello di Schönbrunn

Austrian Airlines

 

Salva

Schönbrunn Vienna Schönbrunn Vienna
Schönbrunn Vienna Schönbrunn Vienna

 

Salva