Bilbao tra industria e mare

Salve inguaribili viaggiatori,
oggi vi volevo segnalare che ad un passo dall'Oceano e costruita sul fiume Nervion, Bilbao è stata fin dalla sua fondazione nel 1300 una cittadina dedita all'attività industriale.

Per anni è stata, infatti, lontana dai circuiti turistici e considerata semplicemente come una cittadina della provincia settentrionale poco interessante, contraddistinta prettamente dai grandi mostri di cemento sul fiume che realizzavano mercanzie varie, senza invece tener conto del suo lato artistico e culturale. Nel tempo però le cose sono notevolmente cambiate a Bilbao.

Da sempre cittadina ricca per via della presenza di industriali e delle loro famiglie, Bilbao è ancora oggi contraddistinta da architetture eleganti e molto moderne (considerata l'epoca di realizzazione) in netto contrasto con l'ambiente più meramente industrializzato.

Volano del turismo di Bilbao è stata però la realizzazione del Guggenheim Museum, (sito internet:www.guggenheim-bilbao.es il museo di arte contemporanea progettato dall'architetto canadese Gehry e che si trova a Pais Vasco: si tratta di uno dei tanti musei della fondazione Solomon R. Guggenheim sparsi per il mondo, ma in questa città l'opposizione alla sua costruzione è stata molto forte a causa della natura dei fondi utilizzati per la realizzazione, che sono stati in gran parte statali. Ed invece la costruzione particolarissima e le preziose opere contenute al suo interno sono state una vera e propria manna per il turismo di questa città, che ha visto una primavera nuova e caratterizzata da un riscontro di interesse molto forte.

Ma Bilbao non è ovviamente solo Guggenheim, è famosa anche per altri fattori, come i suoi quartieri eleganti, le piazzette e gli slarghi nascosti, i ponti romantici adagiati sul fiume sonnolento. E poi c'è la gastronomia: da non perdere un assaggio di “porrusalda”, un piatto tipico a base di porri e patate, oppure di un “txangurro”, un enorme granchio condito con salsa particolare, oppure ancora un “pisto a la bilbaina”, un pesto vegetariano realizzato con zucchine, peperoni verdi e pomodori. Sulla tavola non può ovviamente mancare un ottimo bicchiere proveniente dalle vigne basche.

Naturalmente tutte queste cose rappresentano solo la parte più superficiale (che poi superficiale non è) di Bilbao, ma il resto lo lasciamo alla vostra curiosità e al vostro spirito d'avventura, e se poi quando tornate, avete voglia di condividere la vostra esperienza su Bilbao o sul qualche altro viaggio, sapere come contattarmi :-)

Alla prossima meta.
inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

 

SCHEDA TECNICA BILBAO

Per ulteriori informazioni:
Ufficio del turismo spagnolo in Italia
Via Broletto, 30 - 20121 Milano
Tel. 0272004617 - Fax.0272004318

Bilbao Turismo
Plaza Ensanche, 11. 48009 Bilbao.
Tel.: +34944795760 / +34944795770
Email: informacion@bilbaoturismo.bilbao.net

Siti Web:
Sito dell’ufficio del turismo spagnolo in Italia: www.spain.info/it.
Sito di Bilbao Turismo: www.bilbao.net (in spagnolo, inglese e francese)

Come si raggiunge:
In aereo:
Esistono diverse compagnie aeree che volano a Bilbao dalle principali città italiane.
Distanze: Roma 1.703 Km, Milano 1.314 Km, Venezia 1.574 Km.

Ambasciata:
Ambasciata d'Italia a Madrid
Calle Lagasca, 98 - 28006 Madrid
Tel.: +34 91 4233300 - Fax: +34 91 5757776
E-mail: archivio.ambmadrid@esteri.it
Web: www.ambmadrid.esteri.it
CONSOLATO BILBAO
Circoscrizione: Alava, Vizcaya
Indirizzo: Calle Ercilla, 14 - 48009 Bilbao
Telefono e Fax: 944.230.772
E-mail: consitalbilbao@terra.es

Documenti: Per i cittadini italiani che intendono recarsi a Bilbao o in Spagna non servono documenti, anche se è sempre meglio portarsi dietro la carta d’identità
Valuta: Euro
Fuso orario: stessa ora rispetto all'Italia.
Voltaggio energia elettrica: 220Volt, prese con due buchi
Vaccinazioni obbligatorie: nessuna
Periodo consigliato: Tutto l’anno.