Il museo Nazionale Archeologico di Atene

Salve inguaribili viaggiatori,
continuiamo oggi la pubblicazione del viaggio che Fabrizio ha fatto ad Atene, che se ve lo siete perso, lo potete leggere al seguente link: Un week end ad Atene (prima parte)

Volevamo andare a vedere la famosa Agorà greca, ma non sapevamo come raggiungerla, pensavamo che facesse parte dell'Acropoli, ed invece ci sbagliavamo e quindi siamo dovuti riscendere, passando per una collina come degli avventurieri e risbuchiamo di sotto nella via pedonale che circonda tutta l'Acropoli.

Poi finalmente entriamo nell'Agorà che nell'antichità era la piazza principale di Atene che nell'epoca romana e bizantina divenne una zona residenziale.

Anche nell'Agorà, come l'acropoli si possono trovare piccoli templi come quello di Efesto, di Apollo, e anche il Peristilio e l'altare dei dodici dei.

È ora di pranzo e torniamo in zona Acropoli passando per il mercatino delle pulci di Monastiraki, davvero grande e immenso sembra un bazar dove puoi trovarci davvero di tutto però occhio a borse e oggetti di valore.

Pranziamo a un locale che si chiama Mahi Mahi, abbiamo provato un antipasto di uova e pancetta tipico greco, buono praticamente è una carbonara senza pasta e poi abbiamo fatto una grigliata mista di carne molto buona stile greco.

Nel pomeriggio passeggiata digestiva fino allo Stadio Panatinhaiko, antica arena dove si svolgevano parte dei giochi olimpici abbiamo fatto foto anche sul podio molto simpatiche. Nel pomeriggio purtroppo non abbiamo fatto molto perché molte entrate a musei e resti archeologici chiudevano alle ore 3 e quindi che fare? Beh decido fare un salto alla Collina di Filopappo per vedere un panorama incredibile a 360 gradi della città e si può anche vedere il monumento a Filopappo e anche il Pireo, il porto di Atene da dove partono le navi per le isole greche.

Abbiamo fatto un salto anche a Piazza Syntagma, dove c’è la sede del parlamento greco, peccato però essersi persi il cambio della guardia.

Il restante tempo del pomeriggio lo abbiamo passato per la via principale di Atene per compere e souvenir ed abbiamo fatto un po’ di riposo in albergo.

La sera abbiamo cenato con polpette greche, olive e tzaziki molto buone in una tipica osteria greca, prezzo economico e poi passeggiata nel quartiere della movida.

È arrivato il fatidico giorno della partenza e ci sono ancora delle cose da visitare che rischiamo di scordarci, sveglia alle 9, check-out, lasciamo le valige e di corsa ci fiondiamo al Museo Nazionale Archeologico, che è situato un lontano dal centro e dopo diversi errori di direzione riusciamo a trovarlo.

Abbiamo visto il Museo Nazionale Archeologico troppo di fretta e ci siamo scordati molte cose comunque mi hanno impressionato molto i resti cretesi e micenei sono secoli che non vedo reperti simili dal vivo.

Dato che nel tardo pomeriggio avevamo il volo di ritorno, usciamo dal Museo Nazionale Archeologico di Atene ed in tempi record abbiamo fatto un salto anche all'Agorà Romana, piccola però carinissima peccato che alcune parti sono in via di rimodellazione come ho detto parlando del Partenone.

Per finire abbiamo fatto un salto anche al Ceramico, una necropoli molto grande che vale la pena visitare, dove c’è un museo dedicato che però non abbiamo fatto in tempo a vedere.

Il tempo ormai è tiranno ed è arrivata l'ora di prendere armi e bagagli e di tornare all'aeroporto per andare a casa.

Atene mi è piaciuta, ha tanta storia, però è un peccato che crisi e degrado hanno fatto perdere valore a questa città piena di storia e di cultura, posso ritenermi soddisfatto nonostante tutto, ho visitato e visto dal vivo cose e opere che ho visto e studiato solo nei libri di testo, in Grecia tornerò soprattutto per vedere le famose isole greche.

Grazie Fabrizio per il tuo racconto e aspettiamo presto altri tuoi racconti;
se anche tu, come Fabrizio, vuoi vedere i tuoi racconti pubblicati sul blog degli Inguaribili viaggiatori, non esitare a contattarmi al seguente indirizzo email: inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

 

SCHEDA TECNICA ATENE

Per ulteriori informazioni:
Ente per il turismo Ellenico
Via Bissolati 78/80 – 00187 Roma
Tel. (06) 47.44.249 - (06) 47.44.301 - Fax (06) 48.83.905
E-mail: enet.info@tiscalinet.it

Ufficio del turismo di Atene
7, Tsoha Strada, 115 21 Ambelokipi
Tel 2108707000

Siti Web:
Ente per il turismo Ellenico: www.visitgreece.gr/en (in lingua inglese)

Come si raggiunge:
In aereo:
Nel 2001 è stato inaugurato l'aeroporto internazionale di Atene in località "Spata" a circa 30 km ad Est di Atene.
In treno:
E’ consigliabile arrivare a Brindisi in treno e poi prendere la nave per Patrasso dove si prosegue con il treno per Atene.
In Traghetto:
Da Trieste, Venezia, Ancona, Bari e Brindisi partono i traghetti che raggiungono Patrasso (che è il porto più vicino ad Atene (210Km))
Arrivati a Patrasso si può raggiungere Atene con i bus delle compagnie marittime o con i pullman di linea con il treno.

Distanze: Roma 1.340 Km (+ traghetto da Bari a Patrasso), Milano 2.123 Km, Venezia 1.868 Km
Ambasciata: Ambasciata d'Italia in Grecia
Odos Sekeri, 2
106 74 Atene
Tel: 0030/210/36.17.260 - 36.17.263 - Fax: 0030/210/36.17.330
Email: ambasciata.atene@esteri.it
Web: www.ambbaku.esteri.it
Documenti: Per i cittadini italiani basta avere la carta d’identità valida per l’espatrio.
Fuso orario: +1 rispetto l’Italia.
Voltaggio energia elettrica: La corrente è 220V – 50Hz, come in Italia. Le prese sono le stesse; portate eventualmente un adattatore per gli apparecchi a tre spine.
Valuta: L’unità monetaria è l’Euro.
Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna.
Periodo consigliato: Tutto l’anno.