Un week end ad Atene

Salve inguaribili viaggiatori,
oggi pubblichiamo il viaggio che Fabrizio ha fatto ad Atene, se anche tu vuoi vedere i tuoi racconti pubblicati sul blog degli Inguaribili viaggiatori, non esitare a contattarmi al seguente indirizzo email: inguaribile.viaggiatore(at)yahoo.it

Ecco il suo racconto:
Atene è una città difficile da recensire, ha sia pregi che difetti, ed io non ho avuto l'opportunità di visitarla in modo approfondito; ho visto le cose più belle, dato che sono stati li solo tre giorni e due notti.

Si parte il 6 marzo da Roma Fiumicino all'ora di pranzo, il volo è stato abbastanza frenetico con un mucchio di turbolenze che per la prima volta in vita mia mi hanno provocato il mal d'aria.

Si atterra dopo due ore all'aeroporto Venizelos con un clima nuvoloso ma mite, l'aeroporto sembra tenuto bene e faccio il biglietto del bus aeroporto-centro che costa 8 euro (un po’ caro rispetto agli standard europei) e in 40 minuti si arriva al centro di Atene.

Come prima impressione di Atene, mi aspettavo di meglio, ho visto una città non pulitissima e gli edifici del centro erano stile periferia.

Arrivo in albergo situato davanti al Tempio di Zeus, facio il check-in e poi comincio il tour dal Museo dell'Acropoli, un museo bello grande di 3 piani, dove si può visitare praticamente tutta la storia della Grecia, attraverso i reperti, i dipinti e anche vecchi pezzi di edifici storici. Ci vorrebbe una giornata intera per visitare tutto il Museo dell'Acropoli, ma dopo 1 ora usciamo perché era tardi ed il sole era già quasi tramontato.

Torniamo in albergo per una doccia veloce, ci cambiamo e andiamo a cena.in ristorantino simpatico vicino al mercatino delle pulci di Monastiraki, ovvero il Cafè Abyssinia, ristorante molto buono, personale gentile; abbiamo provato la feta alla griglia e la famosa moussaka il tutto condito con vino della casa e birra Mythos, prezzi modici, servizio ottimo.

Dopo cena facciamo un giretto per Tyssio, dove ci sono una miriade di locali e ristoranti turistici, simpatica la metro al lato che passa per le rovine greche. Torniamo in hotel per ricaricarsi in vista del giorno successivo.

Ci svegliamo verso le 8,30 per dirigersi verso la prima tappa della giornata, ovveroil tempio di Zeus che è situato a due passi dal nostro albergo.

Purtroppo non è rimasto molto di questo tempio, però durante il periodo ellenistico e romano è stato uno dei templi più grandi e famosi di tutta la Grecia.

Per visitare tutte le opere greche abbiamo comprato un biglietto combo di 12 euro che comprende gli ingressi a Tempio di Zeus, Acropoli, le Agorá e al Ceramico, ne vale davvero la pena, ve lo stra-consiglio!!!

Dopo il tempio di Zeus andiamo a vedere il monumento principale di Atene ovvero, l'Acropoli, anche se è un impresa visitarlo, ne vale davvero la pena.

L'Acropoli, si può considerare la più rappresentativa delle acropoli greche situata sopra un monte e quindi bisogna faticare un po’ per salire fino in cima ed è un peccato che tutto sta cadendo a pezzi per mancanza di manutenzione, forse per colpa della crisi greca.

Salendo verso l'Acropoli si possono inizialmente riconoscere il santuario e il teatro di Dionisio e anche l'Odeo di Erode Attico, dicono che questi teatri funzionano anche oggi per concerti e esibizioni dal vivo.

Una volta saliti in cima si riconoscere a semplice vista il mitico Partenone che però mi ha deluso un po’ perché la facciata anteriore era tutta coperta di ponteggi quindi era impossibile scattargli foto, un vero peccato perché ci tenevo tanto a vederlo tutto intero; comunque l'Eretteo, il Tempio di Atena Nike e altri santuari si presentavano bene, abbiamo scattato molte foto e credo che ci siamo persi qualcosa distrattamente.

La fine del racconto del viaggio di Fabrizio ad Atene la potete leggere nell'articolo: Un week end ad Atene (seconda ed ultima parte)

 

SCHEDA TECNICA ATENE

Per ulteriori informazioni:
Ente per il turismo Ellenico
Via Bissolati 78/80 – 00187 Roma
Tel. (06) 47.44.249 - (06) 47.44.301 - Fax (06) 48.83.905
E-mail: enet.info@tiscalinet.it

Ufficio del turismo di Atene
7, Tsoha Strada, 115 21 Ambelokipi
Tel 2108707000

Siti Web:
Ente per il turismo Ellenico: www.visitgreece.gr/en (in lingua inglese)

Come si raggiunge:
In aereo:
Nel 2001 è stato inaugurato l'aeroporto internazionale di Atene in località "Spata" a circa 30 km ad Est di Atene.
In treno:
E’ consigliabile arrivare a Brindisi in treno e poi prendere la nave per Patrasso dove si prosegue con il treno per Atene.
In Traghetto:
Da Trieste, Venezia, Ancona, Bari e Brindisi partono i traghetti che raggiungono Patrasso (che è il porto più vicino ad Atene (210Km))
Arrivati a Patrasso si può raggiungere Atene con i bus delle compagnie marittime o con i pullman di linea con il treno.

Distanze: Roma 1.340 Km (+ traghetto da Bari a Patrasso), Milano 2.123 Km, Venezia 1.868 Km
Ambasciata: Ambasciata d'Italia in Grecia
Odos Sekeri, 2
106 74 Atene
Tel: 0030/210/36.17.260 - 36.17.263 - Fax: 0030/210/36.17.330
Email: ambasciata.atene@esteri.it
Web: www.ambatene.esteri.it/atene
Documenti: Per i cittadini italiani basta avere la carta d’identità valida per l’espatrio.
Fuso orario: +1 rispetto l’Italia.
Voltaggio energia elettrica: La corrente è 220V – 50Hz, come in Italia. Le prese sono le stesse; portate eventualmente un adattatore per gli apparecchi a tre spine.
Valuta: L’unità monetaria è l’Euro.
Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna.
Periodo consigliato: Tutto l’anno.